Antonio Canova: vita e opere in breve

Tramite: O2O 29/08/2017
Difficoltà: media
18

Introduzione

Antonio Canova, grande scultore dell'arte Neoclassica, fu il promotore della bellezza ideale femminile. Il nuovo Fidia, trasse ispirazione dalle opere del grande artista, scultore ed architetto ateniese. La sua vita, ricca di enormi successi, si contraddistinse anche per un'altra attività. Fu infatti ritrattista ufficiale di Napoleone Bonaparte. Ma eccone un breve riassunto.

28

Occorrente

  • Un volume di storia dell'arte
38

Lo stile

Antonio Canova (1757 - 1822) rientra tra i più grandi esponenti dell'arte Neoclassica italiana. Grande pittore, esprime il suo talento principalmente nelle sculture. Realizzate perlopiù in marmo bianco, sono ricche e particolareggiate. I dettagli fanno la differenza. Ogni opera, sapientemente levigata, trasmette lucentezza. Sembra viva ma immobile. Queste caratteristiche lo eressero cantore del neoclassicismo. Antonio Canova unisce nelle sue opere lo stile dei maestri del passato al gusto della sua epoca. Incontra di conseguenza il favore del pubblico contemporaneo.

48

La scultura

Le opere scultoree di Antonio Canova si suddividono in: allegorie mitologiche e monumenti funebri. Alle prime appartengono: "Teseo su Minotauro", "Amore e Psiche", "Ercole e Leica", "Le Tre Grazie" e "La Venere italica". Invece tra i monumenti funebri figurano opere dedicate a Clemente XIV, a Paolina Borghese ed a Maria Cristina D'Austria. Quest'ultima categoria riscosse grande ammirazione in Ugo Foscolo. Da qui nasce infatti l'ispirazione per "I Sepolcri".

Continua la lettura
58

La vita

Nato a Possagno, vicino Trieste, Antonio Canova si trasferisce in giovane età, a Venezia. Qui lavora e subisce l'influenza artistica del Bernini, grande maestro del Barocco italiano. A soli diciotto anni, apre la sua prima bottega. In breve tempo, si fa conoscere in Veneto, Lombardia ed in tutta Europa. Qui crea le opere "Orfeo e Euridice" e "Dedalo e Icaro". La sua abilità col marmo deriva in parte dagli insegnamenti del nonno scalpellino. A ventidue anni si trasferisce a Roma dove intraprende gli studi neoclassici. Nella capitale conosce i maggiori esponenti dell'arte del periodo.

68

Il ritratto

Ritrattista ufficiale di Napoleone Bonaparte, Antonio Canova realizza numerose opere su commissione del grande politico e militare francese. Tuttavia, si narra che Napoleone rifiutò una sola scultura del Canova. Questa lo ritraeva nudo in tutta la sua gloria. Con la sua morte, Antonio Canova lascia all'Italia un grande patrimonio artistico, con innumerevoli opere di gran gusto e raffinatezza. Fu anche un ottimo diplomatico. Per Papa Pio VII recuperò con successo diverse opere portate via da Napoleone Bonaparte.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere meglio l'arte del Canova, visita il museo a Possagno

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Petrarca: vita e opere principali

Francesco Petrarca è uno dei più importanti scrittori e poeti del Medioevo. La maggior parte delle sue opere sono scritte in latino; tuttavia egli è stato anche un fautore dello sviluppo del volgare italiano. Le sue poesie e le sue opere si ispirano...
Superiori

Appunti su Antonio Gramsci

Antonio Gramsci nacque ad Ales nel 1891. Egli fu uno dei principali pensatori del ‘900 italiano. Particolarmente attivo soprattutto per quanto riguarda la vita politica del Paese. Antonio Gramsci fu tuttavia un intellettuale a tutto tondo, si interessò...
Superiori

Dante Alighieri: vita e opere

Dante Alighieri è una delle figure piú importanti del panorama culturale italiano, potremmo addirittura dire la piú importante in assoluto. Vissuto a cavallo tra 1200 e 1300 a Firenze, viene considerato il "Padre Fondatore della lingua italiana". In...
Superiori

Vita e opere di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Giuseppe Tomasi di Lampedusa è certamente uno dei maggiori rappresentanti del Neorealismo italiano. Duca di Palma e Montechiaro e principe di Lapedusa, conosceva molto bene la lingua inglese, il francese e il tedesco, da giovane studiò infatti le principali...
Superiori

Sallustio: vita e opere

Sallustio il cui nome completo è Gaio Sallustio Crispo, fu uno storico e un politico romano, celebre per le sue opere, in cui racconta le vicende storiche del periodo e la lotta per il potere. È considerato il rinnovatore della storiografia. Il suo...
Superiori

William Blake: vita e opere

William Blake nacque a Londra nel lontano 1757. Sebbene risulti come uno dei più importanti artisti della sua epoca, egli non venne mai riconosciuto come tale dai suoi contemporanei. Iniziò la sua formazione come incisore e pittore, per poi dedicarsi...
Superiori

Schopenhauer: vita e opere

Arthur Schopenhauer fu uno dei più grandi pensatori del diciannovesimo secolo. La vita di questo grande studioso e la sua filosofia vennero segnati per sempre da grandi mancanze nei confronti della madre e dalla perdita del padre. In vita Schopenhauer...
Superiori

Torquato Tasso: vita e opere

Torquato Tasso è uno dei più importanti poeti della letteratura italiana del Cinquecento. Uomo e "artista" poliedrico, delineò nelle sue opere le aspirazioni e le contraddizioni dell'uomo moderno, raccontando la forte contrapposizione tra il mondo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.