Angelo Poliziano: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il XV secolo rappresenta per l'Italia un periodo fecondo, soprattutto dal punto di vista letterario ed artistico. Nella Firenze di questo periodo, infatti, intorno alla figura del mecenate Lorenzo de' Medici, detto il Magnifico, si radunano le personalità di spicco della vita intellettuale dell'epoca. Uno di questi letterati è il poeta e filologo italiano Agnolo (Angelo) Ambrogini, meglio conosciuto come Angelo Poliziano dal nome latino del paese d'origine, Mons Politianus, l'odierna Montepulciano. Poliziano nacque il 14 luglio 1454. Fu autore di opere in latino, in greco e in volgare e si distinse per la sua competenza filologica. La sua amicizia con Lorenzo il Magnifico gli consentì di dedicarsi stabilmente agli studi umanistici e alla produzione letteraria, evitando quindi di occuparsi della vita politica del tempo. Il suo ingegno lo portò a rivestire incarichi di alto prestigio: fu infatti precettore della famiglia dei Medici, che era all'epoca la più influente di Firenze, segretario personale di Lorenzo de' Medici e professore presso lo Studio Fiorentino. Morì a Firenze il 29 settembre 1494. Nell'arco della sua vita compose diverse opere di vario contenuto. Analizziamo ora le più importanti.

24

Opere in latino e in volgare

Le opere. La maggior parte della sua produzione è in latino ed è di natura erudito-filologica; ricordiamo le Sylvae ("Selve"), introduzioni poetiche ai suoi corsi universitari ispirati alle Sylvae del poeta latino Stazio (1° sec. D. C.) e i Miscellanea, raccolta di cento dissertazioni di carattere filologico su vari argomenti. In volgare, oltre alle "Rime" e al poemetto "Stanze per la giostra", scrisse la "Favola d'Orfeo" (1480), un'ecloga pastorale ispirata al mito di Orfeo e di Euridice, composta durante il soggiorno a Mantova e rappresentata alla corte dei Gonzaga nello stesso anno; secondo molti critici può essere considerata la prima opera teatrale di contenuto profano della letteratura italiana.

34

Le Rime

Rime (1473-1478 ca.). La produzione in volgare di Poliziano, pur estendendosi lungo tutta la durata della sua vita, si concentra in modo particolare nel periodo della stretta collaborazione con Lorenzo de'Medici ovvero negli anni 1473-1478 ca. Le liriche si inseriscono nel progetto di rinnovamento della poesia in volgare auspicato dalla corte medicea e costituiscono una sorta di prolungamento della "Raccolta Aragonese", con cui lo stesso Poliziano, nell'epistola di presentazione, intendeva affermare la superiorità del volgare fiorentino come lingua letteraria.

Continua la lettura
44

Poesia pastorale

La raccolta. Oltre all'esperienza della tradizione classica greca e latina, nelle Rime confluisce anche quella della lirica in volgare, con particolare attenzione al filone della poesia pastorale, leggera ed elegante, adatta ad una società cortigiana come quella fiorentina. La raccolta comprende un centinaio di componimenti, per lo più nella forma del "rispetto" e della "ballata", dai toni gioiosi e importanti tematiche galanti e scherzose, come l'irrisione di spasimanti troppo anziane o di donne restie all'amore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario e filosofico volta ad una formazione completa dell'uomo. Nel corso del XIV secolo...
Università e Master

Appunti di filologia romanza

La filologia romanza è una di quelle discipline che si occupano dello studio di un ceppo linguistico e della sua evoluzione. Ogni lingua romanza risulta essere direttamente derivante dalla lingua latina, per questo presenta molte regole grammaticali...
Elementari e Medie

Come disegnare un angelo

Cosa c'è di più bello e di più rilassante che disegnare? Disegnare stimola la fantasia e libera la mente. Potete scegliere soggetto che preferite, decorare la vostra piacimento e colorarlo con la tecnica che più vi piace. Ci sono alcuni periodi dell'anno...
Superiori

Stilnovo: la donna angelo

Il Dolce Stil Novo è una corrente letteraria che si afferma a Firenze tra il 1280 e il 1310. Il nome di questo genere letterario venne coniato da Dante, nella sua più conosciuta opera, la Divina Commedia, nel XXIV canto del Purgatorio: con questo termine...
Superiori

La Divina Commedia in breve

La "Divina Commedia" è un poema scritto da Dante Alighieri tra il 1304 e il 1321, anni in cui il poeta era costretto a vivere lontano dalla città di Firenze, dalla quale era stato esiliato per ragioni politiche. La "Commedia" è una delle opere più...
Superiori

Storia: la Signoria di Lorenzo il Magnifico

Lorenzo de' Medici aveva solo vent'anni quando suo padre morì e quando fece intendere che, a dispetto delle speranze di suo nonno Cosimo (che ne aveva curato personalmente l'educazione, affiancandolo ai migliori istruttori dell'epoca), non aveva alcuna...
Superiori

Petrarca: vita e opere principali

Francesco Petrarca è uno dei più importanti scrittori e poeti del Medioevo. La maggior parte delle sue opere sono scritte in latino; tuttavia egli è stato anche un fautore dello sviluppo del volgare italiano. Le sue poesie e le sue opere si ispirano...
Superiori

Come studiare la letteratura

Lo studio della Letteratura è uno degli argomenti più discussi dagli alunni di tutto il mondo. Esistono molte tecniche e approcci allo studio di questa materia ma ognuno di essi può adattarsi o meno al nostro stile e capacità di assimilazione dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.