Analisi sulla scuola siciliana e il Dolce Stil Novo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La letteratura italiana, è una materia molto importante, perché ci consente di conoscere tutti i più grandi autori esistiti nel passato e tutti le varie scuole di pensiero a cui hanno preso parte i vari autori. Solo studiando la vita e le opere degli scrittori potremo riuscire a comprendere alla perfezione il loro pensiero. Tuttavia potrebbe capitare, durante lo studio, di non riuscire a comprendere alcuni particolari argomenti, in questo caso non dovremo fare altro che ricercare su internet fra tutte le guide presenti, quella che con pochi passaggi riuscire a spiegarci perfettamente l'argomento che non siamo riusciti a capire. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vederemo una analisi sulla scuola siciliana e il dolce stil novo.

27

La Scuola Siciliana e il Dolce Stil Novo sono le prime forme della letteratura espressa in italiano, anzi per essere più precisi, in volgare e non in latino. L'esigenza di usare il volgare era nata dal fatto che ormai il latino era divenuta una lingua morta.

37

La prima a nascere fu la Scuola Siciliana che fiorì alla corte palermitana di Federico II di Svevia verso la metà del XIII secolo. Si trattò di un movimento nato per volere dello stesso imperatore che diede un forte impulso a tutte le arti, il Dolce Stil Novo è sorto, invece, qualche decennio dopo come espressione degli uomini liberi, dei fiorentini abituati ad autogovernarsi nell'ambito delle regole dei Comune di Firenze.

Continua la lettura
47

Il volgare in uso presso la Scuola Siciliana è molto diverso da quello fiorentino, entrambe le lingue possono essere considerate antenate dell'italiano odierno, ma risentono fortemente l'influenza della parlata regionale. Profonda è anche la differenza tra i poeti siciliani e quelli toscani.

57

I "siciliani" sono gli uomini di corte di Federico, dignitari, funzionari che conoscevano la scrittura e che si cimentavano nelle composizioni poetiche, addirittura lo stesso imperatore amava cimentarsi nella composizione di versi e, per loro, la poesia era uno svago.

67

Il tema comune della Scuola Siciliana e del Dolce Stil Novo è l'amore, ma questo argomento viene trattato in due modi completamente diverso. In Sicilia i poeti si ispirano ai poemi provenzali e il loro tema fondamentale è l'amor cortese, l'amore che sboccia tra gli aristocratici, tra dame e cavalieri, ma non viene fatta una vera analisi dei sentimenti.

77

Completamente diversa è la posizione dei "toscani", non a caso definiscono il loro stile "Novo", infatti introducono degli elementi nuovi che finiscono per distaccarli completamente dai temi dell'amore cortese. Essi analizzano le emozioni che l'amore suscita in uomini e donne e la figura femminile viene angelicata, considerata cioè come un essere gentile, etereo e, non a caso, Dante sceglie Beatrice per accompagnarlo nei primi cieli del Paradiso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Guido Cavalcanti: vita ed opere

Le opere di Guido Cavalcanti, si definiscono, in modo articolato, all'interno della nuova poesia del Dolce Stil Novo, che ha, come perno principale del movimento, il bolognese, Guido Guinizelli. Non abbiamo notizie precise sulla sua nascita, si presume...
Superiori

Letteratura italiana: la corte di Federico II

Federico II fu uno di quegli imperatori particolarmente avvezzo a letteratura ed arti. Presso il suo regno ci fu un intenso proliferare di attivitá culturali. E lui stesso fu un discreto scrittore e poeta. Ma la più grande eredità che ci ha lasciato...
Università e Master

Appunti: storia della lingua italiana

I secoli dell'Alto Medioevo sono caratterizzati dalla nascita delle lingue neolatine. La lingua italiana fa parte del gruppo delle lingue romanze e della famiglia delle lingue indo-europee. È la discendente diretta del latino parlato dai Romani ed è...
Superiori

Storia: la Sicilia Borbonica

Il diciottesimo secolo fu un periodo molto importante e determinante per la storia della Sicilia. Si segnalano già a partire dal 1730 le prime schermaglie che portarono poi quattro anni dopo alla conquista dell'isola da parte dei Borboni, quando Carlo...
Superiori

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario e filosofico volta ad una formazione completa dell'uomo. Nel corso del XIV secolo...
Superiori

Appunti su Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio (12 marzo 1863 - 1 marzo 1938) è stato uno dei principali poeti italiani. Figura molto influente non solo nell'ambito letterario, ma anche in politica, fu una delle personalità più forti e geniali nel panorama dell'inizio '900....
Superiori

Storia ed evoluzione della lingua italiana

La lingua italiana, come tutti già sapranno, deriva dal latino, che a sua volta fa parte del ceppo indoeuropeo e appartenente a popoli che approdarono nella nostra penisola circa duemila anni prima di Cristo. Dopo essere riuscito a soppiantare dialetti...
Elementari e Medie

Le città più importanti dell'antica Grecia

Nel passato la Grecia è stata una delle più importanti civiltà del Mediterraneo, culla dei più grandi filosofi, artisti e poeti dell'antichità. Ancora oggi rimane l'esempio ideale per tutti coloro che si occupano di belle arti, nonché studiata in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.