Analisi logica: il complemento di fine

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La lingua italiana è una delle lingue più belle e complicate al mondo. Negli anni si è giunto ad un livello di studio della lingua molto approfondito e, alla base di tutto questo, vi è l'analisi logica. L'analisi logica comprende l'analisi di ogni singola frase e lo studio dei complementi. I complementi sono, appunto, le parti complementari della frase che è composta principalmente da soggetto e verbo. Esistono tantissimi complementi che vengono studiati durante gli anni di scuola dell'obbligo, ma non sempre è facile riconoscerli all'interno della frase. Ecco, allora, per tutti quelli che hanno bisogno di un ripasso, una guida che spiega come riconoscere in analisi logica il complemento di fine.

27

Occorrente

  • Libri di grammatica italiana
37

Cos'è il complemento di fine

Il complemento di fine è un complemento indiretto, ciò vuol dire che si unisce all'elemento che "completa/precisa" attraverso una preposizione. Esprime l'obiettivo o il traguardo che si vuole raggiungere mettendo in pratica una determinata azione, che viene espressa dal verbo. Risponde alle domande "per/con quale fine?, "con/a quale scopo?". È introdotto dalle preposizioni "per, da, in, a, di", ma anche dalle locuzioni prepositive "allo scopo di, a scopo di, in vista di, al fine di". Vediamo adesso alcuni esempi di frasi che lo contengono (il complemento è indicato in maiuscolo).

Lorenzo si è allenato per diverse ore ogni giorno, IN VISTA DELLA MARATONA di New York.

PER LA BUONA RIUSCITA della serata occorre tutto il vostro impegno.

PER IL RINNOVO del suo guardaroba Elena ha speso una fortuna.

Laura è partita PER UN VIAGGIO di piacere alla scoperta della Bretagna.

PER LA SICUREZZA della sua casa Luca ha installato un moderno antifurto.

47

Particolarità del complemento di fine

Il complemento di fine o scopo può determinare anche nomi e aggettivi. Come determinazione di un nome è molto frequente quando si vuole indicare la funzione di un oggetto, o lo scopo per cui è stato prodotto e utilizzato: "occhiali DA SOLE", "scarpe DA GINNASTICA", "completo DA TENNIS", "attrezzi DA LAVORO", "sala DA PRANZO", ecc.

Continua la lettura
57

Differenza con il complemento di causa

A volte agli studenti capita di trovare all'interno delle frasi degli apparenti "trabochetti", che sembrano fatti apposta per trarli in inganno. In realtà è solo un modo per stimolare il ragionamento. Attenzione ad esempio a non confondere il complemento di fine con quello di causa, introdotto a volte dalle stesse preposizioni:

Marco ha sbagliato PER LA SUA INESPERIENZA (complemento di causa!)

Il cavallo era stanco PER LA LUNGA GALOPPATA (complemento di causa!)

PER UNA DISTORSIONE alla caviglia Marco è finito al pronto soccorso (complemento di causa!)

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' sempre utile allenarsi per capire bene la grammatica italiana.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Analisi logica: i complementi diretti e indiretti

Nella lingua italiana, il processo attraverso il quale diamo ai singoli complementi di una frase la giusta attribuzione (di significato e appartenenza), è quello definito dall'analisi sintassica degli elementi, che identifichiamo come analisi logica...
Elementari e Medie

Analisi logica: il complemento di denominazione

All'interno della presente guida andremo a occuparci di grammatica della lingua italiana. Nello specifico, tratteremo la tematica dell'analisi logica. Infatti, come avrete potuto notare dal titolo stesso che ha contraddistinto questa breve guida, ora...
Elementari e Medie

Analisi logica: il complemento di modo

Nell'analisi logica le frasi non sono quasi mai costituite solo dal soggetto e dal predicato; altri elementi sono di solito presenti e contribuiscono ad arricchire e rendere più chiaro e preciso il discorso. Tali elementi prendono il nome di complementi....
Superiori

Analisi logica: il complemento di moto a luogo

L'italiano è una delle lingue con una grammatica particolarmente complessa. Bisogna perciò conoscerne bene le fondamenta e tutto ciò che fa parte delle regole grammaticali. Oltre all'analisi grammaticale è molto importante anche l'analisi logica e...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento di specificazione e di denominazione

Le frasi sono composte da più componenti ed è attraverso l' analisi logica che è possibile individuare la loro funzione all' interno della frase stessa. I primi elementi da individuare in una frase sono: soggetto, predicato verbale o nominale, (a...
Elementari e Medie

Come individuare il complemento predicativo del soggetto

Lo studio della grammatica italiana, è molto vasto in quanto riguarda diversi termini che devono essere analizzati singolarmente, soprattutto nell'analisi grammaticale. Nell'analisi logica invece, le parti che compongono una frase o un periodo, vengono...
Superiori

Come fare l'analisi logica

A scuola viene spesso richiesto lo svolgimento dell'analisi logica di una frase o periodo. Fare l'analisi di una frase dal punto di vista logico significa riconoscere le varie parti che la compongono e le relazioni che ci sono fra di esse. Per fare una...
Superiori

Analisi logica: il complemento di causa

Per capire al meglio una frase o un periodo occorre fare l'analisi logica, attraverso questo operazione si riescono a capire al meglio i suoi diversi componenti. Sarà così che si avrà più chiare le relazioni sintattiche e quelle logiche, ma per fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.