Analisi logica: il complemento d'agente

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Durante il periodo scolastico, uno degli argomenti da sempre maggiormente complicati è sicuramente l'analisi logica. Questa comprende la distinzione tra i vari complementi, nonché l'individuazione del soggetto e del predicato. Il compito è abbastanza difficoltoso, ancor di più quando si tratta di soggetto e dei due predicati (ossia di quello verbale e del nominale). Attraverso questa semplice guida, andremo a vedere insieme qualche nozione sul complemento d'agente, fornendovi qualche utile consiglio.

27

Occorrente

  • Libro di grammatica
  • Tabella dei complementi
37

Qual è la differenza tra complementi diretti ed indiretti

In primo luogo è necessario comprendere la differenza tra i complementi diretti e quelli indiretti. Il complemento diretto è quello che non viene introdotto da alcuna preposizione, al contrario degli altri che si definiscono complementi indiretti. All'interno della grammatica italiana è presente un unico complemento diretto, ovvero il complemento oggetto. Pertanto, i restanti complementi sono tutti quanti indiretti. Ciascun complemento corrisponde ad un preciso quesito, e la soluzione per evidenziare i diversi complementi è quella di ricordarsi le domande associate ad essi. Attraverso questo semplice metodo, sarà possibile eseguire tranquillamente l'analisi logica di una frase.

47

Il complemento d'agente si trova in frase dove il soggetto subisce l'azione

Per quanto concerne il complemento d'agente, come abbiamo detto in precedenza, questo rientra nella categoria, ben più ampia, dei complementi indiretti. Molto spesso è semplice da trovare nelle frasi di tipo passivo, ovvero in cui il soggetto subisce l'azione. Il complemento d'agente risponde, infatti, alla domanda "DA CHI?". È necessario tenere in considerazione che il complemento d'agente corrisponde unicamente alla domanda "DA CHI?" e non "DA CHE COSA?". Facciamo questa precisazione perché si tratta di una delle principali inesattezze che vengono commesse all'interno dell'analisi logica, ovvero analizzare come complemento d'agente anche la cosa, invece della persona che effettua l'azione. Nel caso in cui si tratti di una cosa, infatti, il complemento corretto è quello di "causa efficiente".

Continua la lettura
57

Quali sono le differenze tra il complemento d'agente e quello di causa efficiente

Per concludere, possiamo citare due esempi elementari per determinare la distinzione tra i due complementi nel migliore dei modi. La composizione della prima frase potrebbe essere di questo tipo: "Il passante viene aggredito dal borseggiatore". La seconda, invece, può essere di questo tipo: "La roccia è erosa dal vento". Entrambi gli esempi che vi abbiamo proposto sono di tipo passivo, dal momento che i soggetti subiscono l'azione e la preposizione che introduce il complemento è "DA" (in aggiunta all'articolo). Tuttavia nel primo esempio proposto si può riscontrare come il soggetto subisce l'azione da una persona, in questo caso il borseggiatore. Invece nel secondo esempio indicato a seguire, il soggetto subisce l'azione da una cosa, ovvero il vento. Una volta precisato tutto questo, sicuramente sarà più semplice riuscire a distinguere le caratteristiche del complemento d'agente, e cosa lo differenzia da quello di causa efficiente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione alla differenza tra complemento d'agente e di causa efficiente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Analisi logica: il complemento di mezzo

La lingua italiana è una lingua romanza, nata dal latino e sviluppatasi unendo di più dialetti provenienti da diverse regioni e per questo presenta una difficoltà grammaticale non indifferente, infatti l'italiano è la seconda lingua con più verbi...
Superiori

Analisi logica: il complemento di causa

Per capire al meglio una frase o un periodo occorre fare l'analisi logica, attraverso questo operazione si riescono a capire al meglio i suoi diversi componenti. Sarà così che si avrà più chiare le relazioni sintattiche e quelle logiche, ma per fare...
Superiori

Analisi logica: il complemento di fine

La lingua italiana è una delle lingue più belle e complicate al mondo. Negli anni si è giunto ad un livello di studio della lingua molto approfondito e, alla base di tutto questo, vi è l'analisi logica. L'analisi logica comprende l'analisi di ogni...
Superiori

Come fare l'analisi logica

A scuola viene spesso richiesto lo svolgimento dell'analisi logica di una frase o periodo. Fare l'analisi di una frase dal punto di vista logico significa riconoscere le varie parti che la compongono e le relazioni che ci sono fra di esse. Per fare una...
Superiori

Analisi logica: struttura e complementi

L’analisi logica è il procedimento attraverso cui individuiamo le categorie sintattiche che compongono la frase. Le categorie sintattiche sono: soggetto, predicato, complementi, attributi, apposizioni. Focalizziamo ora la nostra attenzione sulla struttura...
Superiori

Analisi logica: il predicato verbale

Analisi logica, nemico giurato di studenti e studentesse. Tuttavia non è difficile come può sembrare alla prima occhiata, e affrontata per gradi diventa semplice e comprensibile. L’analisi logica studia i diversi elementi di una frase, distinguendoli...
Superiori

Come Individuare Il Complemento Di Vocazione

La grammatica della lingua italiana è molto complessa, in quanto sono presenti oltre alle parti basi come il nome, gli articoli, agli aggettivi, anche i complementi; questi vengono analizzati durante l'analisi logica. Nell'analisi logica a differenza...
Superiori

Come Individuare Il Complemento Di Colpa

Nell’analisi logica, il complemento di colpa indica la colpa di cui qualcuno è responsabile o per la quale viene accusato e può essere introdotto dalle preposizioni di e per. Il complemento di colpa è particolarmente frequente in alcuni testi di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.