Alessandro Volta e l'elettricità

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Il conte Alessandro Volta, scienziato nato a Como nel 1745, fin da giovanissimo scoprì di avere un enorme interesse per lo studio dell'elettricità; Questa passione lo condusse da giovanissimo a scrivere il "De vi actrattiva ignis electrici ad phaenoeminis inde pendentibus".
L'approfondimento di queste teorie iniziali sfociò nel 1775 in un'innovazione assoluta che, come vedremo qui di seguito, a differenza delle macchine elettrostatiche utilizzate all'epoca, consentiva di generare elettricità evitando lo strofinio continuo e producendo elettricità statica. Volta sposò Maria Teresa Peregrini, da cui ebbe tre figli. Nella seguente guida andremo ad analizzare il rapporto che lo scienziato ebbe con l'elettricità.

24

L'elettroscopio condensatore

Pochi anni dopo, Volta si dedicò all'invenzione dell'elettroscopio condensatore. Si trattava di uno strumento di misura molto sensibile ed in grado di percepire anche dei deboli stati elettrici. Questa invenzione portò Volta ad individuare i concetti di quantità di elettricità (Q), capacità (C) e tensione (T), arrivando a formulare la relazione del condensatore, ovvero Q= C+T.

34

La pila

Come sappiamo, Alessandro Volta è famoso per aver scoperto la pila. La sua teoria era decisamente in contrasto con lo studio di Galvani riguardo l'esistenza di un'elettricità animale. Galvani, infatti, studiando il passaggio di corrente attraverso il corpo di una rana spellata, osservò la presenza di questo passaggio anche senza scariche elettriche nell'atmosfera, e dinanzi a ciò si convinse che esisteva un'elettricità animale.
In netta contrapposizione alla teoria di Galvani, Volta ipotizzò invece che la presenza di corrente, dipendesse dallo stesso corpo della rana, che in realtà formava un cuscinetto umido-acido tra due chiodi metallici che fissavano il corpo dell'animale.

Continua la lettura
44

L'aria infiammabile

Nel 1776 scoprì l'aria infiammabile proveniente dalle paludi, che oggi è conosciuta come gas metano. La scoperta straordinaria del metano, indusse Volta ad altre sperimentazioni ed altri studi. Successivamente infatti approfondì lo studio sul metano in molte altre città come Firenze e Bologna. Nel 1799, Alessandro Volta moltiplicò le coppie metalliche e interpose tra queste un moltiplicatore della seconda classe, ottenendo un moltiplicatore di tensione e realizzando proprio la pila: apparato in grado di fornire continue scosse, se toccato ai due estremi o un continuo moto del fluido elettrico se si mantiene chiuso il circuito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia: l'impero di Alessandro Magno

Tutti i libri di storia narrano le gesta epiche di un personaggio che ancora oggigiorno è considerato e ricordato come uno dei più guerrieri valorosi e conquistatori di tutti i tempi. Stiamo parlando di Alessandro Magno. Egli nacque a Pella, che era...
Superiori

Appunti di fisica sull'elettricità

L'elettricità e l' energia elettrica sono argomenti che vengono trattati nelle scuole durante le ore di fisica, ma spesso agli studenti questa materia non è del tutto chiara, perché ricevono troppe informazioni e in poco tempo. Per fare chiarezza...
Superiori

Alessandro Magno: guida

Alessandro III, nacque a Pella nella Macedonia, il 20 luglio del 356 A. C. Il padre, re Filippo II di Macedonia volle dare al figlio un'educazione greca, tanto che scelse come suo maestro il filosofo greco Aristotele, che lo educò nell'arte e nella scienza...
Università e Master

Come fare l'esperimento di Oersted

Il XIX secolo fu decisivo per le grandi scoperte scientifiche ed in particolare per l'elettromagnetismo. Elettricità e magnetismo rappresentavano un enorme passo avanti nella conquista del mondo. In questo lasso di tempo, nacquero diverse invenzioni...
Superiori

Alessandro Magno e la costruzione di Alessandria

Alessandria d'Egitto è una delle città più estese dello stato dell'Egitto, estendendosi per circa 32 km lungo tutta la costa del Mediterraneo. Prende il nome dal suo fondatore, ossia Alessandro magno, uno degli uomini più potenti del III secolo A....
Superiori

La colonna infame di Alessandro Manzoni: appunti

La letteratura è una materia molto importante perché accresce il nostro bagaglio culturale e ci permette di conoscere molte delle opere realizzate dai grandi artisti nel passato. Grazie ad internet, potremo trovare moltissime guide che ci aiuteranno...
Superiori

Come fare un tema sulla figura di Don Abbondio

Quando bisogna scrivere un tema partendo dal nulla, il foglio bianco provoca spesso una leggera ansia. Qualora poi l'argomento da trattare dovesse riguardare una figura conosciuta, il timore potrebbe risultare ancora maggiore. Numerosi temi vennero redatti...
Superiori

Chimica: le sostanze pure

In chimica una sostanza pura è formata da materia che presenta una composizione costante con delle proprietà caratteristiche; non può essere separata in componenti con metodi di separazione fisica (vale a dire senza rompere legami chimici). Può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.