5 trucchi per tradurre una versione di greco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Greco è, insieme al latino e alla matematica, una delle materie più temute e odiate dagli studenti delle scuole superiori. In particolare, è lo spauracchio dei ragazzi del classico, che potrebbero trovare un'ostica versione di greco nella seconda prova dell'esame di maturità. Ecco quindi 5 trucchi per tradurre una versione di greco.

26

Individuare per primo il verbo

La prima cosa che conviene fare quando ci si trova di fronte a una versione di greco è cercare il verbo della proposizione principale. Osservando la persona del verbo, infatti, sarà subito possibile riconoscere il soggetto della frase. Nell'analizzare il verbo è importante fare attenzione al modo e al tempo e ricordare che non tutti i sistemi temporali si coniugano in tutti i modi (l'imperfetto, ad esempio, ha solo l'indicativo, mentre il perfetto ha indicativo, congiuntivo, ottativo, imperativo, participio e infinito). Trovate un panorama completo sui verbi del greco antico nel link del titolo.

36

Riconoscere i complementi

Un volta individuati verbo e soggetto della principale, è consigliabile rintracciare i vari complementi presenti nell'enunciato. Alcuni complementi sono introdotti da particolari preposizioni, che li rendono immediatamente riconoscibili, mentre altri sono espressi da un caso specifico (il complemento di limitazione, ad esempio, è espresso semplicemente dal caso dativo, mentre il complemento di argomento è dato da περί più genitivo). Una tabella completa dei complementi del greco antico è disponibile nel link del titolo.

Continua la lettura
46

Individuare le subordinate

Il vero trucco per tradurre una versione di greco è procedere per gradi. Una volta risolta la proposizione principale, potete passare all'analisi delle proposizioni subordinate, riconoscibili dalle preposizioni che le introducono. Il link del titolo vi rimanda a una lista completa delle proposizioni subordinate del greco antico.

56

Fare attenzione al lessico

Il Greco antico è caratterizzato da una grande varietà lessicale. In altre parole, ogni termine può avere molti significati, anche molto diversi tra loro. Ad esempio, la parola Φάρμακον vuol dire sia "veleno" che "antidoto". In casi come questo, è utile fare attenzione al contesto e al significato generale della versione per scegliere la voce giusta tra quelle proposte dal dizionario. Il lessico, inoltre, è influenzato anche dal periodo in cui vive l'autore, motivo per cui Polibio, ad esempio, usa espressioni diverse da Plutarco o da Platone.

66

Controllare sul dizionario eventuali irregolarità

Infine, se traducendo la vostra versione vi imbattete in qualche concordanza particolarmente inusuale, controllate sempre sul dizionario se si tratta di un'irregolarità. Il dizionario è uno strumento preziosissimo per evitare errori nelle concordanze e nella traduzione di alcune espressioni (esemplificate sotto ogni lemma).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come tradurre una versione di latino o greco

Tradurre una versione di latino o greco è un' impresa per molti studenti dei vari licei, complice il fatto di non avere studiato alle scuole medie queste materie adeguatamente, si ritrovano senza la preparazione necessaria. In ogni caso non essendo obbligatorio...
Superiori

Trucchi per tradurre una versione di latino

Tradurre una versione di latino è un compito molto difficile per tutti. I trucchi elencanti di seguito sono utili sia per chi mira alla sufficienza che per chi vuole raggiungere ottimi risultati. Seguire questi trucchi con costanza è un ottimo metodo...
Superiori

Come tradurre una versione di latino

Il latino è una materia molto importante, la quale può apparire odiosa perché spesso si incontrano difficoltà nel fare le traduzioni. Per risolvere questo problema basta leggere attentamente questa guida e la versione non sembrerà mai più un ostacolo...
Superiori

Come tradurre il congiuntivo in greco antico

Se frequenti il liceo classico uno dei più grossi ostacoli iniziali che incontrerai sarà lo studio del greco antico, una lingua cosiddetta "morta" che però ha influenzato non solo le lingue attuali, ma che è ancora presenti in un gran numero di campi,...
Superiori

Come tradurre il periodo ipotetico in greco

In greco le frasi condizionali sono le istruzioni "se..., allora ...". Fanno una dichiarazione: se succede qualcosa, allora succederà qualcos'altro. La clausola "se" è indicata come "protasi" da parte dei grammatici. Viene dalle parole greche "pro"...
Superiori

Come tradurre al meglio una versione di latino

Per sapere come tradurre una versione di latino è opportuno seguire una serie di suggerimenti. Per prima cosa bisogna leggerla due o tre volte, sia se si è alle prime armi, sia se si mastica già questa lingua. Poi si passa all'analisi del periodo,...
Superiori

Come tradurre il futuro dorico in greco

Il dialetto dorico appartiene al gruppo dei dialetti greci occidentali del greco antico e per quanto riguarda il mondo della letteratura, ha avuto un ruolo estremamente importante.   Questo tipo di dialetto si differenzia dagli altri, grazie all'introduzione...
Superiori

Versioni di greco e latino: come affrontarle

Il liceo è una delle scuole superiori più impegnative che uno studente possa scegliere, a causa di un gran numero di materie vengono approfondite e che variano dalla matematica al latino e, se si sta parlando di liceo classico, al greco. Queste due...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.