5 tipi di studenti durante un compito in classe

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

E anche questa mattina ci tocca. Oggi è la volta di matematica, ieri c'era inglese e domani sarà la volta di latino. È una lotta continua per la sopravvivenza, un compito dopo l'altro senza neanche il tempo di riprendere fiato. Tutti gli studenti la vivono in maniera diversa, c'è chi arriva spavaldo, chi demoralizzato, chi invece se ne frega proprio. Vediamo i 5 tipi di studenti durante il compito in classe.

26

Lo studente che sa sempre tutto

Il professore ancora non ha finito di consegnare il compito che lui già ha iniziato a scrivere. Forse ha paura di non avere tempo per esprimere tutta la sua conoscenza, quel pozzo infinito senza fondo. Non hai mai capito se oltre a studiare riesce anche a dormire e a mangiare. Non ha amici, a scuola non parla con nessuno e quell'unica volta che vi siete parlati ti ha sommerso di nozioni. Sarebbe un perfetto compagno di banco durante il compito, se non fosse che non ti aiuterebbe neanche se fossi suo fratello o la sua ragazza.

36

Lo studente che si scrive tutto

Ecco, anche questa volta ne hai trovato uno nuovo. Cosa? Semplice: un posto dove nascondere i bigliettini. Almeno la metà degli studenti si è scritto metà delle lezioni in bigliettini con una capacità che un amanuense medioevale si scorda. Tra le soluzioni più classiche c'è l'etichetta della bottiglietta d'acqua e il retro della calcolatrice. Tra le più fantasiose il polpaccio, così quando incroci le gambe ti basta uno sguardo in basso per ritrovare i punti chiave della Critica della Ragion Pura.

Continua la lettura
46

Lo studente che ha pianificato ogni cosa

Quando lo vedi all'opera ti assale un enorme dubbio. Sei tu che prendi sotto gamba il compito oppure è lui che lo pianifica come fosse la riconquista di Costantinopoli? Sono anni che studia ogni singolo movimento del professore, i punti ombra della sua visuale, i suoi punti deboli. E lì colpisce, appena si gira o appena nota un angolo coperto dal braccio del compagno in seconda fila. Il professore non lo beccherà mai, a momenti avrà il libro di fianco al foglio, eppure passerà inosservato.

56

Lo studente che dice di non aver studiato

Tra le categorie di studenti, questo è sicuramente il più odioso. Arriva la mattina del compito ridendo e dichiarando di non aver aperto libro. Ancora a pochi minuti dall'inizio dipinge scenari apocalittici sui voti che riceverà. Poi inizia il compito, prima si guarda un po' intorno con lo sguardo che comunica sconcerto. Poi si mette a scrivere e alla riconsegna ha preso 9. Pensa se studiava!

66

Quello che neanche ci prova

Tanto lo sa, qualunque cosa faccia il risultato non cambia. Inizia a leggere e gli sembra arabo. Per cui tanto vale neanche provarci. Sono gli studenti che non aprono il libro, arrivano la mattina del compito e già sanno che lo riconsegneranno in bianco. Ormai nei loro occhi non c'è neanche più preoccupazione. Solo triste rassegnazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

5 modi per farvi rimandare un compito in classe

Cari studenti e studentesse, quante volte è capitato di desiderare il rinvio di un compito in classe a data da destinarsi? Per un motivo o per l'altro, che sia, non aver compreso bene gli argomenti trattati, non si ha la possibilità di studiare o altro...
Superiori

10 consigli per prepararsi al meglio ad un compito in classe

Partiamo col dire che il compito in classe non è e non deve essere visto come un supplizio. O la tortura fatta per umiliare o mettere in tensione gli studenti. Il compito in classe serve semplicemente a verificare il grado di preparazione. Nonché in...
Superiori

Come affrontare al meglio un compito in classe

Tutti quanti, durante il nostro percorso scolastico, abbiamo dovuto affrontare il famigerato compito in classe. Questo viene eseguito periodicamente più volte all'anno durante il periodo scolastico, allo scopo di verificare il livello di apprendimento...
Superiori

Come sostenere una buona interrogazione o compito in classe

Le prove di verifica sono il tormento di tutti gli studenti, perché sul loro esito complessivo viene calcolata la media dei voti che determinerà l'ultima valutazione. Sostenere una buona interrogazione o un compito in classe è fondamentale per conseguire...
Superiori

10 regole da rispettare durante l'assemblea di classe

L'assemblea di classe, è un momento importante per ogni studente perché si discute delle varie problematiche legate alla classe, alla scuola, agli alunni e agli insegnanti.  Solitamente, l'assemblea di classe viene richiesta dal rappresentante degli...
Superiori

5 metodi per copiare durante i compiti in classe

La scuola è la cosa più importante per la formazione culturale e civile di una persona. Studiare le varie materie, convivere con i compagni, sapere ascoltare e sviscerare le lezioni dei vari insegnanti offre la possibilità di una formazione totale...
Superiori

Come affrontare un compito di matematica

Ci sono delle materie scolastiche davvero ostiche e, per un buon 60% degli studenti italiani, una tra queste è la matematica. Tutti quei numeri e quelle formule sembrano proprio non voler entrare in testa: rientrate anche voi in questa percentuale? Se...
Superiori

5 trucchi per copiare in un compito scritto

Tutti sanno che a scuola non si dovrebbe mai barare: studiare è il modo migliore per riuscire ad affrontare in modo brillante compiti ed interrogazioni. Ma, da che mondo è mondo, capita che tra compagni di classe ci si aiuti, magari passando dei bigliettini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.