5 regole per i compiti a casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Educare e crescere un figlio non è mai semplice, in tutti gli aspetti della vita del vostro bambino.
Uno dei tanti aspetti, di cui dovrete preoccuparvi, sarà lo studio. Lo studio, soprattutto quando il bambino si avvicina per la prima volta al mondo della scuola, è molto importante e molto complesso. Invogliare il proprio figlio a studiare di certo non è semplice, e magari alcuni di voi avranno avuto qualche problema. Magari avrete avuto qualche problema nel momento in cui vostro figlio si sarà ritrovato i primi compiti a casa da svolgere. Ed è proprio di questo che vi parlerò in questa lista, nello specifico vi elencherò le 5 regole per i compiti a casa.

26

Aiuteteli ma non troppo

Convincere il proprio figlio a studiare non è di certo semplice. Aiutarlo a studiare potrebbe essere un modo efficace, ma non del tutto: i compiti a casa dovranno essere svolti da vostro figlio, non da voi.
Dunque potreste stare vicino ai vostri figli, aiutarli se lo richiedono, ma con le dovute cautele affinché essi possano svolgere il loro compito da soli ed apprendere.

36

Rendete tranquillo e piacevole l'ambiente dove studiare

L'ambiente in cui si vive è molto importante per il benessere psicofisico, anche nel momento in cui si studia. Un ambiente correttamente illuminato, silenzioso e tranquillo è l'ideale per studiare e concentrarsi. Ecco perché rendere tranquillo e piacevole l'ambiente in cui studiare è la seconda delle 5 regole per i compiti a casa.

Continua la lettura
46

Stabilite un orario

Dato che invogliare vostro figlio a studiare non sarà cosa semplice, nella maggioranza dei casi, cercate di stabilire degli orari in cui debba farlo.
È preferibile si tratti di un orario distanziato dall'uscita da scuola, ma non verso sera (perché la concentrazione la sera cala, e studiare di sera non favorisce un buon sonno). Non è necessario che il bambino studi tutto il giorno o il pomeriggio, bastano alcune ore, sfruttate bene.
Ecco perché stabilire un orario è la terza delle 5 regole per i compiti a casa.

56

Eliminate le distrazioni

Dato che, come detto precedentemente in questa lista, l'ambiente in cui si studia è importante, lo sarà anche eliminare le distrazioni. Distrazioni quali la Tv, la Playstation e affini, giochi di vario genere, i cellulari, e i pc vanno tenuti spenti e lontani da vostro figlio fino alla fine delle sue ore di studio. Dunque eliminare le distrazioni è la quarta delle 5 regole per i compiti a casa.

66

Non rimproverateli se sbagliano

La prima delle 5 regole per i compiti a casa, di questa lista, diceva che dovrete aiutare vostro figlio, ma non troppo. Allo stesso tempo, qualora lo aiuterete ed esso sbaglierà, non dovrete rimproverarlo o intimorirlo, né sminuirlo. Fare ciò non farebbe altro che spingere il bambino ad avere un rifiuto della materia, oppure dello studio stesso.
Ecco perché la quinta delle 5 regole per i compiti a casa è non rimproverateli se sbagliano.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come programmare i compiti per le vacanze estive

Le vacanze estive sono fondamentali per i bambini e i ragazzi, li aiutano infatti a rigenerarsi e recuperare tante nuove energie ed esperienze per affrontare con più maturità e rinnovato entusiasmo il successivo anno scolastico. Certamente i compiti...
Elementari e Medie

5 consigli per i compiti delle vacanze

Per uno studente felicemente in vacanza nessun pensiero è tanto stressante e angosciante quanto quello dei fatidici compiti delle vacanze! Non serve negarlo: dopo nove mesi passati tra libri, studio e spesso anche impegni di ogni genere, ogni alunno...
Elementari e Medie

Come rendere i compiti divertenti

Difficilmente i bambini si divertono quando devono assolvere alle loro incombenze scolastiche, specialmente per quanto riguarda i compiti da svolgere a casa. Per motivarli allo svolgimento dei compiti è bene mettere in atto qualche strategia che possa...
Elementari e Medie

Come sostenere i bambini il primo anno di scuola Media

Il primo anno di scuola media è per tutti i bambini e anche per noi ormai adulti un momento di cambiamento. Si tratta del momento di transito da scuola elementare a scuola superiore. Si tratta di un momento in cui si inizia a diventare consapevoli del...
Elementari e Medie

Come organizzarsi per i compiti delle vacanze

Il desiderio comune a tutti gli studenti, una volta terminato l'anno scolastico, è quello di godersi le tanto agognate vacanze al fine di dormire di più e mettere da parte zaini, libri e quaderni. Molti, tuttavia, dovranno fare i conti con i compiti...
Superiori

10 consigli per prepararsi al meglio ad un compito in classe

Partiamo col dire che il compito in classe non è e non deve essere visto come un supplizio. O la tortura fatta per umiliare o mettere in tensione gli studenti. Il compito in classe serve semplicemente a verificare il grado di preparazione. Nonché in...
Elementari e Medie

5 motivi per non aiutare i bambini a fare i compiti

Tornati a casa i nostri bambini hanno sempre una marea di compiti da fare. Spesso ci vogliono diverse ore perché finiscano e non rimane il tempo per giocare. C'è la tentazione di aiutarli per alleggerire il carico. Magari alcuni glieli facciamo fare...
Elementari e Medie

Compiti a casa: vantaggi

Tante volte i compiti lasciati in classe dalle maestre da fare a casa sembrano essere soltanto un peso. I bambini li fanno senza voglia, i genitori devono sedersi vicino loro per poterli seguire e non farli sbagliare, pur non avendo tempo per questioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.