5 motivi per non aiutare i bambini a fare i compiti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tornati a casa i nostri bambini hanno sempre una marea di compiti da fare. Spesso ci vogliono diverse ore perché finiscano e non rimane il tempo per giocare. C'è la tentazione di aiutarli per alleggerire il carico. Magari alcuni glieli facciamo fare da soli mentre in altri quasi imbocchiamo la soluzione. Almeno così siamo sicuri che finiscano tutto per tempo.
E magari poi al pomeriggio hanno nuoto, o danza, o calcio o il corso di chitarra. E quindi il tempo a disposizione è ancora di meno.
Tuttavia aiutare i bambini a fare i compiti non è sempre una buona idea. Anche perché esiste una grande differenza tra un aiuto quando non hanno capito e il sostituirsi a loro. Ecco 5 buoni motivi per cui è meglio che i nostri figli facciano i compiti da soli.

26

L'importanza pedagogica dell'errore

Quando aiutiamo i bambini a fare i compiti molto spesso correggiamo i loro errori. È una cosa normale, così sappiamo che tutto il compito sarà giusto. Magari prenderà un bel voto. Tuttavia l'errore è una forma molto utile di insegnamento. I bambini infatti non imparano solo dal corretto svolgimento dei compiti. Imparano soprattutto dagli errori. Se sbagliano, durante la correzione presteranno più attenzione e ricorderanno maggiormente dove hanno sbagliato. In questo modo impareranno meglio e più velocemente.

36

L'importanza psicologica dell'errore

Magari ci preoccupiamo che se i bambini sbagliano si vergogneranno per i loro errori. Temiamo le prese in giro degli altri bambini. Oppure che i nostri figli ci rimangano male perché ripresi dalla maestra. Tuttavia tenere i propri bambini sempre al riparo dalle delusioni può essere controproducente. Noi non saremo sempre lì ad aiutarli. Se non imparano ad affrontare gli errori, quando falliranno in qualcosa soffriranno molto di più. È meglio invece che imparino sin da piccoli che la perfezione non esiste. A tutti è concesso sbagliare, e fallire non è un dramma. Una piccola delusione oggi aiuta ad affrontare meglio quelle che incontrerà in futuro.

Continua la lettura
46

L'importanza delle proprie responsabilità

Gestire le attività dei bambini è molto facile. È molto più difficile che loro imparino a gestirsi da soli. Spesso quindi i genitori tendono a organizzare i tempi dei loro figli, compresi i compiti. Controllare che abbiano fatto tutti i loro compiti solleva i bambini da ogni responsabilità. Se arrivano a scuola con qualcosa di incompleto non sentiranno loro la colpa, ma attribuiranno la responsabilità alla mamma che non ha controllato bene. Invece lasciare che i bambini facciano i compiti da soli permette loro di imparare il senso di responsabilità. Non fare o non finire i compiti è una loro decisione. Altrimenti tenderanno, anche da adulti, a sentirsi deresponsabilizzati da tutto e a dare la colpa agli altri per ogni loro errore.

56

L'importanza della propria libertà

I genitori sono spesso iperprotettivi con i propri figli. Desiderano proteggerli da tutto, magari ricordando qualche loro episodio spiacevole del passato. I nostri figli, però, non hanno vissuto le stesse cose. Proteggerli per qualcosa che non è accaduto a loro li priva della libertà. Magari li facciamo sentire soffocati e troppo controllati. Questo, invece di aiutarli, potrebbe generare un disagio. Lasciamo invece più libertà ai nostri bambini, anche nel fare i compiti. Propria questa libertà, poi, permetterà di trovare le loro strategie per svolgere i compiti. In questo modo svilupperanno l'ingegno e saranno più fantasiosi nelle soluzioni.

66

L'importanza della propria individualità

I bambini che svolgono tutto sotto la tutela dei propri genitori difficilmente sentiranno anche il merito dei loro successi. Alla fine non hanno fatto nulla individualmente. Invece, se fanno i compiti da soli, i bambini si sentiranno protagonisti. Certo, non si tratta di nulla di eccezionale, ma per loro non è così. Dopo aver concluso i compiti da soli saranno molto orgogliosi di essere indipendenti. È giusto quindi non privarli di questa soddisfazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Scuola primaria: come aiutare il bimbo nei compiti

Durante lo svolgimento dei compiti è molto importante seguire il bambino, soprattutto i primi due anni di scuola primaria, poiché una volta acquisito il metodo di studio riuscirà autonomamente a studiare gli altre tre anni. In questa guida sarà illustrato...
Elementari e Medie

Come organizzare i compiti delle vacanze dei bambini

I compiti delle vacanze devono essere suddivisi in periodi determinati, in modo da non poter né sovraccaricare il bambino e né renderlo in un certo senso svogliato; è indicato far studiare il bambino dalla prima settimana di luglio e lasciarlo dalla...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a studiare storia

Aiutare i bambini a studiare ed a svolgere i compiti per la scuola non è sempre necessario: alcuni bambini riescono, fin dai primi anni della scuola elementare, a sviluppare un proprio, semplice metodo di studio, con il supporto e le direttive dell'insegnante....
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a scrivere un tema

I bambini hanno appena iniziato la scuola e devono ancora riprendere i giusti ritmi. Tra un po' inizieranno a fare i soliti compiti ed esercizi. Alcune cose riusciranno a farle con facilità, altre un po' meno. Tra le cose più difficili per i bambini...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini nel disegno

L'attività grafica di una persona si manifesta principalmente attraverso il disegno, espressione autentica e originale sia dei grandi che dei bambini. Non sempre i nostri piccoli sono portati o interessati a quest'arte, magari perché poco indirizzati...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a memorizzare un testo

Bambini e adulti devono possedere una certa capacità di memorizzare. Si tratta di uno strumento molto importante, che dipende dal nostro cervello e dalla sua opportunità di immagazzinare informazioni. Si può utilizzare tale dote in tutti i momenti...
Elementari e Medie

Come creare una mappa geografica per aiutare i bambini

La geografia, è un'importante materia da studiare sin dalle scuole elementari. Spesso però, non tutti i bambini amano memorizzare nomi di luoghi, mappe e caratteristiche di una regione o di un luogo perché per loro, può risultare parecchio complicato....
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a studiare

"Educa i bambini e non sarà necessario poi punire gli uomini" diceva Pitagora.Studiare è fondamentale nella crescita di un giovane, è il primo vero contatto quotidiano con gli altri.Aiutare il bambino al metodo migliore per rendere lo studio una parte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.