5 modi per non farsi interrogare

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le interrogazioni rappresentano il momento più temuto da ogni studente. Quando il professore annuncia un'interrogazione imminente, sale la paura di essere lo sfortunato di turno. Nessuno può avere la certezza di sfuggire alle domande dell'interrogazione, ma esistono alcuni trucchetti utili per evitarla. Ecco una lista di 5 modi per non farsi interrogare.

27

Chiedere il permesso di andare in bagno

Il modo più banale per evitare un'interrogazione è quello di chiedere il permesso di andare in bagno. Alzate la mano e fatevi coraggio. Ovviamente non fate la domanda nel momento esatto in cui il professore sta scegliendo sul registro il nome da chiamare. Giocate d'anticipo. Se sapete che avete l'interrogazione, chiedetelo non appena il professore sarà entrato in aula. Prima salutate il vostro insegnante e, poi, chiedete il permesso di uscire. Sottolineate l'urgenza del vostro bisogno e siate convincenti.

37

Inventare una scusa convincente per non aver studiato

Il secondo modo per non farsi interrogare è confessare di non aver studiato per quell'interrogazione. Già, proprio così. Dovete dichiarare al professore di non essere riusciti a studiare, ma per una buon motivo. Potete, per esempio, dire di esservi recati a trovare un parente ammalato. Oppure dire di aver dimenticato il libro a scuola. Se il professore vi crederà, avrete scampato il pericolo di andare alla cattedra.

Continua la lettura
47

Dire di non aver capito bene l'argomento da studiare

Quando sapete di avere un'interrogazione per cui non siete pronti, chiedete al professore la spiegazione di qualche punto non chiaro. Ponetegli i vostri dubbi in materia. Così facendo dimostrate di aver avuto interesse nell'apprendimento, ma avete riscontrato delle difficoltà. Con molta probabilità, il professore vi risparmierà e sceglierà qualcun altro da interrogare.

57

Fingere di sentirsi poco bene

Per non farsi interrogare, la maggior parte degli studenti finge di sentirsi poco bene. Che sia un mal di testa, un mal di pancia o qualche linea di febbre, tutti abbiamo usato questa scusa almeno una volta. Se adottate questa tecnica qualche ora prima dell'interrogazione, potrete chiamare a casa e farvi venire a prendere. Certo avrete evitato l'interrogazione, ma non la punizione dei vostri genitori.

67

Convincere un compagno a offrirsi volontario

Il quinto modo per non farsi interrogare è convincere un compagno o una compagna a farlo al vostro posto. Molti professori accettano volontari durante le interrogazioni. Se qualcuno si offrirà come volontario, probabilmente il professore non vi sceglierà. È importante mettersi d'accordo il giorno prima o, al massimo, la mattina stessa. Per essere sicuri che il vostro compagno non si tirerà indietro, offritegli qualcosa in cambio. Per esempio, potreste ricambiare il favore per un'altra interrogazione. Una volta raggiunto l'accordo, datevi una stretta di mano. Un consiglio finale. Non improvvisate, ma preparatevi bene per non fare una figuraccia. Scegliete il modo più adatto a voi e fate in modo di essere convincenti.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

I 10 errori da evitare per non farsi bocciare

Nel corso dei nostri studi scolastici possiamo prendere qualche inciampo. Per evitare di finire in una inesorabile bocciatura, possiamo seguire alcuni piccoli consigli pratici. Nello specifico e nel dettaglio, in questa semplicissima guida, vedremo i...
Superiori

Come farsi promuovere a scuola

La scuola è un importante momento di formazione culturale e personale, che propone molte sfide didattiche e personali. Sebbene queste possano essere fonte di stress e ansia, esse sono importanti per testare le capacità dei ragazzi ed aiutarli a crescere....
Superiori

Come copiare senza farsi beccare

Tutti sanno che essere studenti significa essere sottoposti a mille pressioni (esami, interrogazioni, compiti in classe) e non sempre, per via della quantità di materie e di argomenti d'esame, è possibile studiare in modo efficace senza perdere di vista...
Superiori

10 modi per rimandare un'interrogazione

Avete un'interrogazione, non siete preparati e siete costretti ad andare a scuola? Sicuramente in quei momenti pensate a delle scuse, quindi dei modi, per cercare di evitare e rimandare un'interrogazione, nella speranza che questo possa funzionare e che...
Superiori

5 modi per farvi rimandare un compito in classe

Cari studenti e studentesse, quante volte è capitato di desiderare il rinvio di un compito in classe a data da destinarsi? Per un motivo o per l'altro, che sia, non aver compreso bene gli argomenti trattati, non si ha la possibilità di studiare o altro...
Superiori

10 modi per dire ai tuoi genitori di aver preso un brutto voto

Non devi, assolutamente dimenticare che il dialogo è fondamentale in qualsiasi tipo di rapporto. Questo perché il saper e poter comunicare e, conseguenzialmente ascoltare stabilisce la veridicità del legame che, così presenta parti che intendono aiutarsi,...
Superiori

5 modi per studiare poco con massimi risultati

Che tu sia uno studente delle scuole medie, superiori o dell'università, avere un buon metodo di studio e conoscere dei piccoli segreti su come studiare poco ed ottenere massimi risultati potrebbe tornarti utile. Bene, in questa guida vedremo 5 modi...
Superiori

5 modi per affrontare lo studio della contabilità

Chiunque ambisca a diventare un futuro ragioniere dovrà necessariamente cimentarsi nello studio della contabilità. Questa materia rappresenta uno dei maggiori scogli da superare durante questo percorso di studi, sia per studenti universitari che per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.