5 modi per farvi rimandare un compito in classe

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Cari studenti e studentesse, quante volte è capitato di desiderare il rinvio di un compito in classe a data da destinarsi? Per un motivo o per l'altro, che sia, non aver compreso bene gli argomenti trattati, non si ha la possibilità di studiare o altro ancora, ci ritroviamo in una situazione del genere. Ecco di seguito elencati 5 modi per far rimandare un compito in classe.

26

Assenza di massa

Il modo più utilizzato dagli studenti per evitare un compito in classe è l'assenza di massa. Se nessuno è presente in aula come farà il professore a far fare il compito? Semplice, non lo farà!
PRO: risultati di successo? 100%.
CONTRO: il professore potrebbe adirarsi moltissimo e pensare ad una terribile vendetta.
IMPREVISTI: qualche compagno potrebbe entrare e rovinarvi il diabolico piano!

36

Dire che avete altri compiti in classe

Questa è una tecnica che dovete adottare nel momento stesso in cui il professore vi comunica la data del compito. Fate parlare il secchione della classe: questo dovrà implorare l'insegnante dicendogli che quel giorno avete già un altro compito in classe
PRO: il professore per non avere problemi con l'altro collega, deciderà di rimandare tutto di qualche giorno.
CONTRO: potrebbe scoprire subito la bugia parlando col collega.
IMPREVISTI: il secchione si rifiuterà di fare questa richiesta (cosa molto probabile).

Continua la lettura
46

Far finta che una compagna o un compagno sta male

Un altro metodo utilizzato, è quello di fingere il malessere di un compagno. Bisogna però scegliere qualcuno che abbia grandissime capacità recitative! PRO: bisogna giocare sulla sensibilità del professore e se ne possiede abbastanza il successo è assicurato al 100%
CONTRO: prendersi il gioco della salute delle persone non è propriamente un gesto nobile.
IMPREVISTI: il prof potrebbe decidere di far saltare il compito solo al "malato" di turno.

56

Scrivere una lettera al professore

Questo metodo implica una totale sincerità. Fate scrivere la lettera da un vostro compagno molto bravo in italiano e cercate di essere molto bravi con le parole!
PRO: il professore potrebbe apprezzare proprio la buona stesura della lettera.
CONTRO: solo un errore grammaticale potrebbe farlo infuriare.
IMPREVISTI: il secchione in italiano si potrebbe assentare quindi niente lettera.

66

Essere sinceri e chiedere di rimandare per non aver appreso l'argomento

Anche se sembra strano, un modo molto utilizzato è quello della sincerità. Sì, avete capito bene: si tratta semplicemente di chiedere di spostare il compito perché non ci si sente pronti per sostenerlo.
PRO: il prof apprezzerà la sincerità.
CONTRO: il prof potrebbe fregarsene.
IMPREVISTI: i compagni. Qualcuno infatti potrebbe benissimo dire di non essere d'accordo a spostare il compito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come sfuggire ad un compito in classe

La scuola è un mondo in cui si imparano davvero moltissime cose. Sin dalle scuole elementari, oltre allo studio intenso e alle varie materie da approfondire e capire in classe attraverso la spiegazione dei maestri e dei professori, è indispensabile...
Università e Master

Come scrivere un email ad un prof

Contattare un professore per delle informazioni può sembrare un'azione pratica, semplice e veloce ma non per uno studente al primo anno o comunque non abituato a scrivere direttamente ad un docente. Nel momento in cui dobbiamo scrivere un'email ad un...
Superiori

Come non essere interrogati

L'interrogazione è qualcosa che sicuramente spaventa molti studenti, specialmente quando non è stata programmata dai professori e, diciamo che... Non siamo nelle condizioni migliori per affrontarla... Capita spesso infatti che molti professori fanno...
Elementari e Medie

Come evitare un compito in classe

Il compito in classe è, di solito, uno dei momenti più delicati per uno studente. Cresce ben presto la tensione e, con essa, anche la paura di non essere preparati e, quindi, di non farcela. Ma uno studente intelligente può anche escogitare un modo...
Università e Master

I 5 errori più comuni in un tesi di laurea

La tesi di laurea rappresenta la fase conclusiva del corso degli studi universitari. Tramite la tesi, infatti, si può dimostrare quanto una persona vale e che cosa ha appreso dopo anni ed anni di intensi studi. La tesi di laurea non indica soltanto un...
Superiori

Come scegliere il compagno di banco perfetto

Quando a settembre si ritorna a scuola ci si trova di fronte a un grave problema: come scegliere il compagno di banco? Quali segni rivelano tra le tante offerte il compagno di banco perfetto? Nella scuola non vale purtroppo la formula "Soddisfatti o rimborsati",...
Superiori

Come ripassare storia prima di un'interrogazione

Le interrogazioni, inevitabilmente interessano la vita di tutti gli studenti e, nonostante molti di questi cerchino di sfuggirvi, questo momento arriverà per tutti, quindi tanto vale studiare bene e affrontare la situazione. Hai cercato sempre più di...
Elementari e Medie

Come organizzarsi per fare i compiti

La scuola è fatta di diritti ma anche si doveri; tra questi sono da annoverare gli stressanti compiti pomeridiani o serali. Per riuscire a farli bene si cerca sempre il metodo organizzativo migliore che al contempo riduca il tempo e permetta di imparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.