5 modi di ringraziare qualcuno in inglese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Trovandosi all'estero spesso ci si affida al semplice linguaggio del corpo per fare capire a chi ci sta di fronte quanto il loro aiuto è stato apprezzato. I modi per dire grazie sono molti, ma a volte mancano le parole e non è sempre una questione di imbarazzo quanto il fatto di non conoscere bene la lingua. Ecco allora 5 modi di ringraziare in inglese meno convenzionali per poter esprimere al meglio "Thank you" agli amici.

27

Thanks a million! o Thanks a zillion! o Thanks a ton!

In inglese possiamo sbizzarrirci con l'immensità del nostro grazie. Thanks a million (grazie un milione di volte), Thanks a zillion (grazie un numero indefinito di volte), Thanks a ton (grazie una tonnellata) sono metodi informali per far sapere al mondo quanto abbiamo apprezzato il gesto. "Vuoi davvero pagare al posto nostro? Thanks a million!".

37

I owe you (one) o I am deeply indebted

Se un amico ci ha aiutato in un momento difficile I owe you one (Ti sono debitore!) è un buon modo per dirgli che siamo pronti a ricambiare il gesto, quando lui si troverà in una situazione simile. I'm deeply indebted (sono molto riconoscente) può essere usato anche in contesto lavorativo o con un nostro conoscente per ringraziare rimanendo più formali. "Grazie per avermi fatto ripetizioni prima dell'esame, I owe you one!" "È Il mio relatore che mi ha sempre sostenuto durante questo lavoro di tesi, I am deeply indebted".

Continua la lettura
47

Thanks a bundle! Thanks a bunch!

Bisogna fare attenzione al contesto in cui vengono usati, possono essere modi originali di ringraziare, ma vengono più spesso usati in maniera sarcastica. Thanks a bundle (letteralmente grazie un fascio) e Thanks a bunch (grazie un sacco) sono utili per ringraziare chi si è dimenticato di avvisarci di un cambio di programma e ci ha lasciato ad aspettarlo per ore. "Chi ha rovesciato l'acqua sui miei documenti? Thanks a bunch!".

57

You shouldn't (have)

You shouldn't have (Non avresti dovuto) è utile per tutti quei pensieri che sappiamo hanno richiesto tanto impegno di energie o denaro da parte del nostro amico. È la risposta perfetta per tutti quei regali inaspettati che ci sorprendono, ma che ci fa tanto piacere ricevere. "Questi fiori sono stupendi, you shouldn't have!".

67

I can't thank you enough

Quando proprio non sappiamo come esprimere a parole quanto siamo grati, possiamo fare ricorso a I can't thank you enough (non potrò mai ringraziarti abbastanza) e sperare che un abbraccio sia sufficiente a sdebitarci. "I can't thank you enough per questa opportunità." Cosí la prossima volta che capiterà di dover ringraziare qualcuno avremo tutte le risorse per farlo adeguatamente, ci basterà superare l'emozione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

5 modi migliori di dire grazie in un'email in inglese

I ringraziamenti, sono importanti non solo quando avvengono di presenza, ma anche quando vengono messi per iscritto. Dire grazie, è sempre un modo per far capire agli altri che si è apprezzato un gesto, una situazione, un comportamento, ecc.. Anche...
Lingue

L’inglese britannico e l’inglese americano

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato...
Lingue

Come chiedere e dire l'ora in inglese

L'inglese è senza dubbio la lingua più parlata al mondo e, al giorno d'oggi, risulta essere fondamentale riuscire a parlarla fluentemente. Ciononostante, se non abbiamo mai avuto una base e non conosciamo tutte le regole fondamentali, può risultare...
Lingue

10 consigli per imparare l'inglese velocemente

Quasi tutti, prima o poi, abbiamo la necessità di imparare l'inglese: che sia per motivi di studio, di lavoro, per affrontare un viaggio o per interesse personale, se non l'abbiamo appreso per bene da piccoli, probabilmente ci troveremo in difficoltà....
Lingue

10 consigli per imparare l'inglese

L'inglese è una lingua che appartiene alle lingue germaniche insieme all'olandese, all'alto e basso tedesco, al fiammingo e al frisone. Gli Stati in cui si parla l'inglese come lingua ufficiale vengono chiamati anglofoni. Il dizionario mette in evidenza...
Lingue

Come imparare l'inglese guardando film in lingua originale

Imparare l'inglese è praticamente d'obbligo nei giorni attuali: le imprese richiedono sempre delle buone referenze in tale materia ed è per questo motivo che esistono innumerevoli corsi di studi che consentono di ottenere una buona istruzione nella...
Lingue

5 trucchi per imparare l'inglese

Imparare l'inglese è diventato assolutamente fondamentale poiché rappresenta il miglior modo per parlare con altri interlocutori esteri. Oltre a questo aspetto bisogna considerare tutti i software che molto spesso presentano testi in inglese che è...
Lingue

La fonetica inglese

La fonetica è un argomento tanto delicato quanto complesso; impossibile sarebbe quindi leggere delle parole inglesi utilizzando la fonetica italiana, in quanto nonostante la materia sia la medesima, si riferisce a due diversi alfabeti. Il rischio è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.