5 giochi per richiamare l'attenzione della classe

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra le professioni considerate maggiormente interessanti rientra certamente quella di professore. Molta gente potrebbe ritenere più complesso insegnare alle superiori o all'Università, però spesso non è così. Quando si insegna alle elementari o alle medie, il grado di difficoltà risulta sicuramente più alto. La disciplina degli alunni poi è una delle prime preoccupazioni di un maestro o professore. Far restare attenti i bambini e i ragazzi durante ogni lezione impartita non è semplice, quindi bisogna ricorrere a qualche effiace stratagemma. All'interno di questo tutorial vedremo brevemente quali sono i 5 giochi per richiamare l'attenzione della classe. Alcuni sono classici, mentre altri sono delle proposte un po' più originali che sono assolutamente da provare.

27

Il gioco del silenzio

Una classe scalmanata, soprattutto se si tratta di bambini tra i 6 e i 10 anni, è difficile da gestire. Eppure uno dei classici giochi che vengono impiegati per calmare una scolaresca è quello del silenzio. Sicuramente tutti noi ci avremo giocato almeno una volta, quindi possiamo tenerci al passo con i tempi inventando una versione alternativa. Per attirare l'attenzione degli scolari, portiamo la mano sinistra dinanzi alla bocca e alziamo quella destra. Vedendoci in questa posizione, i bambini si chiederanno cosa stia succedendo. Spiegheremo loro come partecipare al gioco del silenzio e metteremo in palio un piccolo premio, come una scatola di matite colorate, una merendina, dei quaderni o un libro illustrato. Il premio sicuramente porterà gli alunni a gareggiare per aggiudicarsi la ricompensa.

37

I quiz alla lavagna

Un gioco che si adatta perfettamente alle classi elementari e medie è quello dei quiz alla lavagna. Per richiamare l'attenzione degli studenti, si potrebbero creare dei piccoli enigmi, magari legati ad una specifica materia. Ad esempio, per la matematica potremmo disegnare delle figure geometriche e chiedere agli alunni di trovare l'intruso. Anche un sudoku semplice potrebbe essere un'ottima soluzione, soprattutto per i ragazzi delle medie. Se siamo insegnanti di inglese, potremmo ideare una sorta di gioco dell'impiccato. Chiederemo ai ragazzi di indovinare la parola nascosta. Potremo partire proprio da qui per tenere la lezione del giorno. Un altro quiz molto carino da fare è un mini cruciverba. Si potrebbe lasciare una fotocopia con le domande su ogni banco e chiedere agli alunni di risolvere il quiz.

Continua la lettura
47

Il gioco della musica

Quello della musica è un gioco davvero eccezionale se dobbiamo richiamare l'attenzione della classe. Sul nostro smartphone dovremmo avere un'app che ci permetta di ascoltare musica o guardare video. Quando entriamo in classe, aviamo l'app in questione e scegliamo una canzone a caso. Per coinvolgere i ragazzi, potremmo chiedere loro di indovinare il titolo e l'autore del pezzo musicale. In alternativa, si potrebbe optare per un quiz musicale un po' più articolato. Proviamo a interrompere la canzone e chiediamo agli alunni di proseguire il testo dal punto in cui viene fermato. La musica è sempre un buon modo per farsi ascoltare. Sembra un gioco di parole questo, eppure è la verità. In particolare i ragazzi delle medie, che iniziano a coltivare particolari interessi da adulti, apprezzeranno sicuramente questo gioco.

57

La scatola misteriosa

Uno dei giochi più originali per richiamare l'attenzione della classe è quello della scatola misteriosa. Quest'ultima si può utilizzare con una classe di bambini delle elementari. Prepariamo una scatola colorata su cui apporremo un enorme punto interrogativo. Al suo interno metteremo qualche oggetto e poi la chiuderemo con il coperchio. Poggiamo la scatola misteriosa sulla cattedra, in modo tale da renderla visibile a tutti. Poi chiediamo cosa ci può essere al suo interno. Per i bimbi che indovineranno ci saranno in palio i giochi contenuti nella scatola. La scatola misteriosa richiede un particolare sforzo a livello mentale da parte degli scolari. Dunque rusciremo ad ottenere l'attenzione persino delle classi più chiassose.

67

Le ombre cinesi

Un classico intramontabile tra i giochi per richiamare l'attenzione della classe è quello delle ombre cinesi. Questo stratagemma si può sfruttare soprattutto per ottenere l'attenzione dei bambini delle elementari. Entriamo in classe senza accendere la luce, prima che arrivino gli alunni. Con una torcia andiamo a proiettare una luce sul muro. Quando arrivano i bambini iniziamo a creare le ombre cinesi con le mani. Sicuramente inizieranno a domandarsi di quale figura si tratta. Chiederemo quindi loro di fornirci una risposta e per chi indovina c'è un premio. Questo gioco si può usare per introdurre la lezione del giorno. In questo modo risulterà meno noiosa e i bambini resteranno attenti anche durante la spiegazione. La strategia del premio poi è sempre vincente, perché porterà gli studenti a mantenere la concentrazione e comportarsi bene.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come evitare che i bambini parlino in classe

I bambini sono rumorosi, questo è poco ma sicuro: lo sanno bene le maestre che, soprattutto nelle classi molto numerose, faticano non poco ad ottenere il silenzio. Che i bimbi, specie quelli più piccoli, siano chiacchieroni è un dato di fatto e di...
Elementari e Medie

10 consigli utili per gestire una classe

Fare l'insegnante non è assolutamente facile per chi si trova alle prime armi con questa esperienza. Insegnare in una classe certe volte può essere davvero difficoltoso, soprattutto quando la classe è davvero composta da alunni ingestibili. Eccovi...
Elementari e Medie

5 regole da rispettare in classe

Se siete alle prime armi con l'insegnamento e non sapete bene come gestire una classe di alunni scatenati, mantenete la calma e fate attenzione a non lasciarli troppo liberi di fare.Le regole in una classe, sono importanti per mantenere una certa calma...
Elementari e Medie

Come realizzare un cartellone con le regole di classe

Una classe scolastica è una piccola comunità. I piccoli individui che si approcciano allo studio a scuola si trovano a convivere molte ore con i loro amici. Questa convivenza è fondamentale per la formazione di ogni persona, poiché si impara il rispetto...
Elementari e Medie

Le funzioni del coordinatore di classe

All'interno della scuola c'è un'organizzazione gerarchica ben determinata. In particolare c'è il consiglio di classe che si presenta come un organo collegiale costituito dal Dirigente scolastico, due rappresentanti dei genitori e il corpo docente, tra...
Elementari e Medie

Come Far Integrare In Classe Un Compagno Straniero

Molti di voi hanno da poco avuto un compagno di classe straniero o di colore, e spesso non sapete quale sia il miglior modo di comportarsi nei suoi confronti, come cercare di farlo integrare nel gruppo senza pregiudizi o forme di razzismo e bullismo....
Elementari e Medie

10 regole per essere un buon rappresentante di classe

Fare il rappresentante di classe implica delle responsabilità e una discreta quantità di tempo e d'impegno, oltre ad un cera dose di pazienza, utile e necessaria per riuscire ad interagire con tutti i ruoli e le persone che inevitabilmente si incontrano...
Elementari e Medie

Come evitare un compito in classe

Il compito in classe è, di solito, uno dei momenti più delicati per uno studente. Cresce ben presto la tensione e, con essa, anche la paura di non essere preparati e, quindi, di non farcela. Ma uno studente intelligente può anche escogitare un modo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.