5 dritte per scrivere una buona tesi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La scrittura della tesi (in vista di un diploma o di una discussione di laurea) è un passo obbligatorio per raggiungere il traguardo finale di ogni percorso di studio. Alcuni vivono positivamente tale compito, affrontando la redazione della tesi con stimolo e voglia di mostrare le competenze acquisite negli anni di studio, altri invece considerano la tesi un momento di stress, quasi si trattasse di un ostacolo invalicabile. In realtà non è così, si tratta sì di una tappa indispensabile per ottenere il diploma o la laurea, ma con l'aiuto del professore che noi stessi sceglieremo come relatore, e seguendo alcuni semplici consigli, è possibile affrontare la stesura della tesi con serenità e metodo. Ecco dunque 5 dritte per scrivere una buona tesi.

27

Scegliere il relatore più adatto a noi

Scegliere il professore che ci segua nella preparazione della tesi, dal primo giorno, quello della scelta dell'argomento, all'ultimo, quello della discussione davanti a commissione, amici e parenti, non è un passaggio da sottovalutare. Deve trattarsi di qualcuno con cui siamo in sintonia, che apprezzi il nostro lavoro e la scelta dell'argomento che proporremo. Non bisogna scordare che non si tratta solo di colui che ci sosterrà il giorno della discussione, ma anche l'insegnante che durante i mesi di ricerca e stesura ci supporterà, correggerà, e consiglierà costantemente. Perciò i requisiti da considerare sono la fiducia, l'intesa e la facilità nel comunicare idee e dubbi. Per molti, infatti, è proprio la scelta di un professore poco presente, o con cui non si è a proprio agio, a rendere spiacevole l'intera esperienza.

37

Optare per un argomento stimolante e il più possibile originale

Ovviamente il nucleo di ogni tesi, nonché il punto da cui partire quando non si sa da dove iniziare, è l'argomento. Non il titolo, che dovrebbe al contrario essere lasciato per ultimo, ma il tema. Prima di tutto, quest'ultimo deve essere non solo coerente con il nostro percorso di studi, ma soprattutto originale. Le tesi banali e ridondanti non colpiscono la commissione, e possono essere anche estremamente noiose da scrivere. Il consiglio è quindi quello di fare molte ricerche, sul web e attraverso letture di approfondimento, oppure farsi un'idea già durante gli anni di studio, concentrandosi sulla materia e l'argomento che più ci ha entusiasmato. Perché il vero segreto è trovare una tematica che ci appassioni, in modo che il risultato finale non sia una relazione, ma una vera e propria tesi, in cui mettiamo in chiaro la nostra opinione confrontandola con quella degli studiosi.

Continua la lettura
47

Reperire le fonti e specificarle sempre

Una volta concordato un argomento che entusiasmi sia noi che il relatore, per poterlo sviluppare avremo bisogno di fonti. Queste dovranno essere consigliate o perlomeno approvate dal professore. Si tratta quasi sempre di libri reperibili nella biblioteca universitaria, ma anche di articoli scientifici accreditati e verbali, risultati di ricerche e appunti di studiosi, interviste, indagini, esperimenti, ecc. Il tutto dipende e varia in base al percorso di studi che abbiamo scelto. La cosa essenziale è che tali fonti siano reperibili, accreditate e citate sia nelle note a fondo pagina della tesi, sia alla fine dell'elaborato, e andranno indicizzate come il resto delle sezioni.

57

Creare un indice chiaro e rispettare lo schema della tesi

La lunghezza della tesi è un altro tasto dolente, che varia in ogni ateneo o accademia, ma che ovviamente vi sarà specificata dal relatore. Il suggerimento è quello di non pensare tanto alla lunghezza finale della tesi, concentrandosi piuttosto sulla chiarezza e sulla linearità del discorso. Perché sostanzialmente di discorso si tratta, perciò deve avere un'introduzione, una conclusione e seguire un filo conduttore coerente e che rappresenti un'evoluzione dell'argomento iniziale. Uno schema che deve rispecchiare l'indice iniziale della tesi, che segue titolo, sottotitolo e intestazione, in modo che se consultato ha tra le mani la tesi per la prima volta, risulti comodo e diretto, così da facilitarne la lettura e renderne chiari gli snodi fondamentali.

67

Dare il giusto peso anche agli elementi di contorno della tesi

Lo sviluppo dell'argomento è molto soggettivo, perché sia dal tema prescelto che da ciò che vogliamo dimostrare o confutare alla fine, infatti possiamo scegliere di appoggiare una scuola di pensiero preesistente, o di dare vita ad una nostra tesi del tutto personale e originale. In ogni caso, non possiamo dimenticarci di curare l'interezza dell'elaborato, quindi il corpo corpo centrale, così come gli elementi di contorno. Infatti una buona tesi, che risulta ben scritta, con uno stile scorrevole e una grammatica impeccabile, precisa nelle note, nell'indice, e nell'intestazione, ma carente nella scelta di carattere, impaginazione, spaziatura, disposizione dei capoversi e nella rilegatura, può fare da subito una cattiva impressione.

77

Curare la presentazione orale della tesi e rispettare le scadenze

Un'ultima cosa da considerare è il fatto di tenere sempre a mente lo scopo della tesi e il suo intero schema, in modo che risulti subito visibile che si tratta di una nostra opera originale, che abbiamo totale conoscenza dell'argomento e della tesi in tutte le sue parti. Ma questo non basta, dobbiamo essere in grado di approfondire le tematiche trattare, di rispondere a possibili quesiti, e di comunicare in modo appassionante e sicuro la nostra tesi. L'unico modo per evitare ansia da prestazione ed emotività e mostrare di sapere quello che si sta dicendo, è conoscere la relazione a menadito, per non farsi cogliere di sorpresa. Perciò dobbiamo leggere, rileggere, ripetere e discutere anche con amici e familiari la tesi prima del giorno della discussione. Infine è assolutamente necessario rispettare sempre le scadenze, sia quelle prese con il relatore, inviandogli mensilmente un nuovo capitolo ed eseguendo le dovute correzioni, sia per quanto riguarda la presentazione della domanda e le annesse questioni burocratiche, e ovviamente dovremo aver completato di tutti gli esami. Ora non ci resta che organizzarci e predisporci in modo positivo e sereno, per affrontare tale esperienza seguendo queste semplici dritte!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come scrivere una tesi di dottorato

Scrivere una tesi di dottorato sancisce il termine del proprio studio e la possibilità di affacciarsi nel mondo lavorativo. Ovviamente, dato il passo tanto importante, nessuno tiene a fare una brutta figura davanti alla commissione d'esame ma tutti ambiscono...
Università e Master

Come cominciare a scrivere una tesi

La stesura della tesi è un momento molto importante nella carriera universitaria di ogni studente. La stesura della tesi di laurea è l'atto conclusivo del proprio percorso di studi. Una buona tesi di laurea sarà un ottimo biglietto da visita per entrare...
Università e Master

Come scrivere l'elenco fonti in una tesi

Tutti gli studenti universitari si trovano prima o poi alle prese con la stesura di una tesi. E non solo loro. Capita agli studenti del liceo, agli studiosi, ai letterati, ai professori. Una tesi ha una struttura molto simile a quella di un libro di testo....
Università e Master

Come Scrivere Un Abstract Di Una Tesi

Se vi trovate a dover iniziare una tesi di laurea e vi hanno richiesto l'Abstract, o magari l'avete già conclusa e dovete presentarla davanti ad una commissione, nella guida che segue vi sarà spiegato come scrivere un Abstract che potrete utilizzare...
Università e Master

Come scrivere le note in una tesi di laurea

Preparare la tesi un lavoro di grande impegno. La tesi di laurea infatti è il risultato di anni di sacrifici ed impegno e deve essere un lavoro dettagliato e preciso non solo per ottenere una soddisfazione personale maggiore ma anche per soddisfare a...
Università e Master

Come scrivere l'Indice della tesi di Laurea

Se siete finalmente giunti alla fine del percorso accademico e state terminando la stesura della tesi di laurea, dovrete pensare anche alla schematizzazione dell'indice di tutti i capitoli di tale tesi. Alla fine di un lungo ed impegnativo lavoro come...
Università e Master

Come Scrivere una tesi di laurea

Se siamo arrivati al compimento dei nostri studi universitari e non ci rimane che scrivere la tesi di laurea, siamo sicuramente in un momento critico e difficoltoso da affrontare. La tesi è determinante per la chiusura del nostro percorso universitario,...
Università e Master

Come scrivere la tesi di laurea

La fine del percorso di studi è segnato solitamente dalla discussione della propria tesi di laurea, un esame finale che prevede di raccontare e spiegare il proprio lavoro che raccoglie in se tutto ciò che si è studiato durante il percorso di studi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.