10 modi per dire ai tuoi genitori di aver preso un brutto voto

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Non devi, assolutamente dimenticare che il dialogo è fondamentale in qualsiasi tipo di rapporto. Questo perché il saper e poter comunicare e, conseguenzialmente ascoltare stabilisce la veridicità del legame che, così presenta parti che intendono aiutarsi, supportarsi, capirsi e consigliarsi. A volte, però per situazioni difficili, per paura o per vergogna potresti non riuscire a parlare tanto che vorresti avere dei suggerimenti come quellli, qui riportati che considerano, in particolare modo, almeno 10 modi per dire ai tuoi genitori di aver preso un brutto voto.

211

Dirlo direttamente

Devi sapere che i tuoi genitori rappresentano le tue certezze, parte di te e, conseguenzialmente quelle vere figure pronte a sostenerti ed accompagnarti ogni giorno, anche quando diverrai adulto in tutte le situazioni che la vita ti manda. A tal proposito sarebbe giusto comunicare quel che si sta argomentando direttamente, senza aver paura, tenendo conto della loro arrabbiatura che, in maniera naturale si trasformerà in una serie di consigli per rimediare il tutto, anche tramite il loro aiuto.

311

Preparare una cena per loro

Non sempre si è capaci di dire di aver preso un brutto voto direttamente, come si è consigliato nel precedente passo ed ecco che potresti preparare una cena per i tuoi genitori, considerando quel che a loro più piace, proprio per creare quell'armonia e tranquillità che, sicuramente in te non è tanto presente. È normale che in tale occasione, devi affrontarli con maturità esponendo il tuo dilemma.

Continua la lettura
411

Invitarli a prendere un caffè al bar

È certo che potresti aver difficoltà a dare ai tuoi genitori notizie inaspettate, come quella che si sta trattando, perché emerge dentro te stesso la sensazione di essere in colpa, di aver fallito e deluso chi, invece dovrebbe essere fiero di te. Ma è, pure vero che devi saper trovare il modo e il posto giusto per affrontare la situazione poco piacevole che si è presentata, invitandoli a prendere un caffè al bar, proprio per stabilire un campo neutrale dove loro non possono, d'impulso agire per come pensi possano fare, augurandoti che, pian piano rielaborano il tutto, facendo emergere quel che loro soli sanno fare, vale a dire il loro saper capire e consigliare.

511

Dire la verità

Dire la verità è il modo più corretto per affrontare la situazione che si sta valutando. Devi sapere che i genitori apprezzano tanto un figlio sincero, tanto da capirlo immediatamente ed ecco che, a tal proposito è bene che tu gli parli della tua interrogazione andata male con molta schiettezza.

611

Dirlo subito

Non devi mai far dubitare i tuoi genitori se vuoi che il vostro rapporto funzioni perfettamente. Tuo padre e tua madre non vogliono essere presi in giro e, conseguenzialmente sentirsi traditi ed è bene che la notizia, seppur cattiva devi comunicargliela subito, senza perder tempo, per evitare che la stessa possa giungere alle loro orecchie ancor prima della tua confessione.

711

Dire la verità dietro una bugia

Come ti si consigliava nel 4 passo è bene dire la verità e non nasconderla anche se poco piacevole. Ma senza alcun dubbio, non sempre si può essere del tutto sinceri dato che non tutti i genitori sono altamente aperti e comprensibili. A tal proposito, potresti dire di aver preso un brutto voto perché non eri concentrato o, non ti sentivi molto bene, anche se la votazione negativa è dipesa da un tuo mancato studio.

811

Dirlo pateticamente

I tuoi genitori ti amano tanto e non vorrebbero mai vederti soffrire. Ecco che potresti confessare la valutazione negativa della tua interrogazione mentre piangi o sei terribilmente afflitto. Del resto, non devi essere un buon attore per far quello che ti si sta consigliando, dato che è proprio così che ti stai sentendo in questo momento critico.

911

Confessarlo dando colpa alla timidezza

Se sei un soggetto emotivo potresti dar colpa alla tua timidezza mentre confessi la votazione negativa che hai ricevuto a seguito di una tua interrogazione. Questo perché, come ben tutti sappiamo, compresi i tuoi genitori, l'emotività spesso blocca e agita al punto che fa dimenticare tutto anche se si era ben preparati.

1011

Dirlo mentre ti scusi

Come avrai ben capito, devi dire da subito che hai preso un cattivo voto ai tuoi genitori prima che sia qualche altro a parlarne. Durante la tua schiettezza devi chiedere scusa perché è naturale che il recupero della votazione comporta ulteriori sacrifici e preoccupazioni che stai dando a chi svolge quotidianamente una vita ansiosa e frenetica.

1111

Dirlo garantendo un pieno recupero

Un modo straordinario per dire ai tuoi genitori che hai preso un brutto voto a scuola è quello di confessarlo mentre gli garantisci un pieno recupero. È la maniera per dimostrare che stai crescendo, perché confermi il tuo errore che vuoi redimere, studiando grandemente. Del resto tutti possiamo sbagliare! L'importante è confessare, confermare e rientrare in quel che comprendeva la pecca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come rimediare ad un brutto voto a scuola

La scuola è uno dei più importanti elementi che caratterizzano la vita di ogni ragazza e ragazzo che hanno intenzione di diventare persone intelligenti ed acculturate. Ogni individuo si pone un fine, un obiettivo nella propria vita, come fare da grandi...
Superiori

Consigli per recuperare un brutto voto in matematica

La matematica è sempre stata (e lo sarà sempre) gioia o dolore di tutti i ragazzi che frequentano la scuola. C'è chi ha una particolare dote nel comprenderla in maniera veloce e intuitiva, c'è chi invece ha grandi difficoltà e spesso si sente frustrato...
Superiori

Come rimediare ad un voto basso in condotta

Andare bene a scuola è sicuramente un qualcosa di fondamentale importanza. Può capitare ad alcuni alunni di ricevere un voto molto basso in condotta, trovandosi così forse un po' disorientatati, non sapendo bene come poter fare a rimediare questa situazione...
Superiori

L'importanza del voto come diritto e dovere civico

In un'epoca come la nostra, dove gli orientamenti politici sembrano non collocarsi più all'interno dei principi e dei valori tradizionali, l'unica certezza in termini politico-istituzionali sembra essere la Carta Costituzionale. Uno degli articoli che...
Superiori

Come chiedere a un professore di cambiare il tuo voto

Durante il percorso scolastico per ottenere dei buoni risultati occorre impegnarsi e studiare, ma anche cercare di avere un buon rapporto con il proprio professore, per evitare di essere presi di mira e ricevere poi dei brutti voti. In questo modo, capirai...
Superiori

Le 5 frasi da non dire mai prima di un'interrogazione

Il periodo scolastico è uno dei più belli e al contempo più brutti della vita di ogni persona. Durante questo periodo ci si può godere la spensieratezza della giovinezza. Sicuramente molti di noi hanno passato molto tempo sui libri, cercando di prepararsi...
Superiori

5 cose da non dire mai ad un professore

Come tutti sappiamo, la scuola è un'ottima opportunità per i ragazzi di approfondire il loro bagaglio culturale, nonché di socializzare ed imparare a vivere nella società degli adulti, dove ci sono problemi ed obblighi. Ad esempio, uno degli obblighi...
Superiori

5 modi per studiare poco con massimi risultati

Che tu sia uno studente delle scuole medie, superiori o dell'università, avere un buon metodo di studio e conoscere dei piccoli segreti su come studiare poco ed ottenere massimi risultati potrebbe tornarti utile. Bene, in questa guida vedremo 5 modi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.