10 giochi didattici per bambini della scuola primaria

Tramite: O2O 09/05/2018
Difficoltà: media
112

Introduzione

Per coinvolgere i bambini in giochi educativi ma che non risultino noiosi, a volte basta poco.
Di seguito troverete 10 semplici giochi didattici per bambini della scuola primaria, che potrete proporre in diverse occasioni, a casa, a scuola o durante una festa e che hanno come spirito quello di insegnare ai bambini in modo divertente e di stimolarne la curiosità e la fantasia.

212

Indovina cosa viene a galla

Non solo un gioco ma un esperimento molto semplice da poter realizzare in casa, all'aria aperta, ideale da fare in spiaggia.
Questo semplice esperimento è perfetto per spiegare ai bambini più piccoli cosa significa galleggiare.
Per questo gioco-esperimento serve un secchiello o una ciotola con dell'acqua e oggetti di peso e materiale differente, ad esempio un sasso, un tappo, un cucchiaino e così via.
Prima di far immergere l'oggetto chiedete al bambino cosa secondo lui galleggia e cosa non galleggia. È un passatempo semplice, che insegnerà al bambino un principio fisico, in modo divertente.

312

Caccia ai cibi grassi

Con questo gioco-esperimento molto semplice i bambini potranno scoprire quali sono gli alimenti che contengono più grassi (lipidi).
Prendete 5 pezzi di alimenti e un batuffolo di ovatta imbevuto d'olio e poneteli su un foglio dove avrete disegnato un cerchio per contenere ciascun alimento. Disegnate un riquadro sotto il cerchio dove poter scrivere il nome dell'alimento. Chiedete al bambino di disporre in ciascun cerchio un alimento. Una volta identificati tutti gli alimenti chiedete al bambino di strofinare o schiacciare delicatamente l'alimento nel cerchio. Togliete l'alimento, tamponate con un fazzolettino i vari cerchi e aspettate che il foglio si asciughi. Fate osservare al bambino il foglio in controluce, appoggiandolo alla finestra.
Gli alimenti più grassi avranno lasciato un alone nel cerchio proprio per la presenza dei grassi. Il bambino potrà vedere con i suoi occhi quali cibi contengono più grassi.

Continua la lettura
412

Che sapore ha?

Su un cartoncino disegnate una grossa lingua e dividetela in 4 parti che rappresenteranno i 4 sapori fondamentali: salato, dolce, aspro, amaro. Il salato sarà nella zona della punta, poi ci sarà il dolce, l'aspro e nella parte finale l'amaro. Questo schema rispecchia il modo in cui realmente la lingua percepisce i vari sapori.
Prendete delle riviste o dei volantini di supermercati e fate ritagliare al bambino immagini di alimenti. Il bambino dovrà ora incollare ciascun alimento nella parte della lingua che descrive il sapore dell'alimento. In modo semplice e divertente imparerà a memorizzare i sapori degli alimenti.

512

Nomi, cose, animali, città

Questo gioco classico ma molto educativo e coinvolgente aiuta i bambini ad ampliare il proprio vocabolario e le proprie conoscenze.
Semplice e senza limite di partecipanti si può giocare ovunque, bastano carta e penna.
Ogni partecipante deve dividere il foglio in 5 colonne che si chiameranno rispettivamente nomi, cose, animali, città. In una quinta colonna verrà inserito il punteggio di ogni manche.
Su di un foglio a parte si scriveranno in ordine sparso tutte le lettere dell'alfabeto, escludendo eventualmente quelle ritenute più difficili, per esempio la h. A turno un bambino bucherà con la penna il foglio con l'alfabeto, che sarà girato dal lato non scritto. Voltando il foglio si scoprirà con quale lettera dovranno iniziare tutte le parole di ogni categoria. Per esempio se viene estratta la lettera A tutti dovranno scrivere un nome, una cosa, un animale e una città che iniziano con la lettera A. Chi finisce per primo conta fino a dieci e poi per ciascuna categoria si leggeranno le varie risposte. Verranno assegnati 10 punti ad ogni parola trovata, 5 nel caso in cui più bambini abbiano scritto la stessa parola. Vince chi ottiene il punteggio finale più alto.

612

Trova la coppia

Gioco molto semplice che aiuta a sviluppare la memoria visiva. Si può giocare con un normale mazzo di carte da gioco italiane o si può creare un mazzo di carte personalizzato, disegnando coppie di oggetti uguali. Per rendere ancora più educativo il gioco si possono creare coppie di carte che rappresentino il mestiere e gli strumenti utilizzati (es. Pittore - pennello).
Dopo aver mischiato le carte disponetele su un tavolo in modo che la parte disegnata resti coperta. A turno ciascun bambino scoprirà due carte cercando di formare una coppia. Se le due carte non formano una coppia devono essere rimesse nella stessa posizione e il turno passerà ad un altro bambino. Verrà assegnato un punto per ogni coppia trovata. Al termine del gioco vincerà chi avrà ricomposto più coppie.

712

C'era una volta...

Per stimolare la fantasia dei bambini si può chiedere loro di inventare una storia nella quale devono inserire un oggetto, un personaggio e uno elemento magico assegnati. Stabilite il tempo a disposizione dei bambini per inventare la storia e poi a turno ciascun bambino racconterà la sua favola. Potete premiare quella più fantasiosa o per non scontentare nessuno potete dare un piccolo riconoscimento, ad esempio un diploma di "racconta-favole" a ciascun bambino.

812

Continua tu

Sempre per stimolare la fantasia dei bambini potete proporre il gioco del "Continua tu...", semplice passatempo che può coinvolgere tutti, grandi e piccoli.
Fate sedere i bambini in cerchio e Iniziate una storia, con il classico "C'era una volta...". A turno ciascun bambino dovrà continuare la storia dal punto in cui è stata interrotta. Lasciate liberi i bambini di spaziare con la propria immaginazione.

912

La frase più lunga del mondo

Lo scopo del gioco e lo svolgimento sono molto semplici: bisogna comporre la frase di senso compiuto più lunga possibile. Ogni partecipante al proprio turno dovrà ripetere correttamente tutta la frase precedentemente composta e aggiungere una parola, facendo attenzione però che la frase abbia un significato. Viene eliminato via via chi non riesce ad agganciare una parola alla frase. Vince l'ultimo bambino che rimane in gioco.

1012

Trova la rima

Un gioco semplice, che aiuta i bambini a famigliarizzare con i suoni e i fonemi. Si parte da una parola e a turno si deve pronunciare una parola che faccia rima con la precedente. Si può anche concedere ai bambini, per rendere il gioco più divertente, di usare anche parole inventate. L'importante è che la parola inventata faccia rima con la precedente. Verranno via via eliminati i bambini che non riusciranno a trovare la rima. Vince l'ultimo bambino che rimane in gioco.

1112

Cosa manca?

Gioco semplice, che aumenta la capacità di osservazione dei bambini. Ponete su un tavolo molti oggetti diversi e date un tempo definito per memorizzarli. A turno un bambino si allontanerà e gli altri decideranno quale oggetto eliminare dal tavolo. Al suo rientro il bambino dovrà indovinare quale oggetto è stato tolto. Se il bambino non indovina l'oggetto verrà eliminato. Vince l'ultimo bambino che rimane in gioco.

1212

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Scuola primaria: come risolvere i problemi dei primi giorni

La scuola primaria, più comunemente chiamata scuola elementare, è un passo importante per qualsiasi bambino. Si inizia a concepire il concetto di una vera e propria classe di scuola, fatta di studio, amicizie e tanta voglia di imparare. Però, come...
Elementari e Medie

Geografia per la scuola primaria

In questa guida si parlerà di una materia oggi un po' bistrattata, ma che riveste molta importanza per l'acquisizione degli strumenti necessari all'orientamento dell'individuo, al suo sapersi "collocare nel mondo, non solo fisicamente. Stiamo parlando...
Elementari e Medie

Scuola primaria: come aiutare il bimbo nei compiti

Durante lo svolgimento dei compiti è molto importante seguire il bambino, soprattutto i primi due anni di scuola primaria, poiché una volta acquisito il metodo di studio riuscirà autonomamente a studiare gli altre tre anni. In questa guida sarà illustrato...
Elementari e Medie

Come affrontare la prova invalsi di matematica per la seconda classe della scuola primaria

Dall'anno accademico 2008-2009, l'Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell'Istruzione ha sottoposto a dei test di valutazione nazionale gli studenti di terza media. Essa consiste in una test suddiviso in due parti: una prima prova di italiano...
Elementari e Medie

Le principali risorse didattiche nella scuola primaria

La scuola primaria è uno dei primi luoghi di apprendimento; pertanto, gli insegnamenti, le esercitazioni e le socializzazioni che nascono e si sviluppano in questo ambiente sono di importanza vitale per la formazione di ciascun individuo. Gli insegnanti,...
Elementari e Medie

Scuola primaria: cosa mettere nello zaino

Tutti noi siamo passati per la scuola primaria e per questo sappiamo quanto sia importante avere uno zaino ordinato e soprattutto con tutto il necessario per passare la giornata a scuola in serenità.Ora ci metteremo dall'altra parte: saremo infatti noi...
Elementari e Medie

Scuola primaria: come scegiere il grembiule

Ebbene, il grande giorno si avvicina, il vostro bambino sta per iniziare la scuola e tutto dovrà essere perfetto. Sarà un grande passo per tutta la famiglia, una grande emozione, e ogni madre cerca di curare tutti i particolari perché il proprio figlio...
Elementari e Medie

5 esercizi di educazione fisica per la scuola primaria

L'ora di educazione fisica, sopratutto nella scuola primaria, è vista come un momento di sfogo, di caos o per qualche bambino anche di disagio. Spesso trovare delle attività che coinvolgano tutti i bambini attivamente non è facile. Ci sono molti modi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.