Vita e opere di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

di Sergio Morganti tramite: O2O difficoltà: media

Giuseppe Tomasi di Lampedusa è certamente uno dei maggiori rappresentanti del Neorealismo italiano. Duca di Palma e Montechiaro e principe di Lapedusa, conosceva molto bene la lingua inglese, il francese e il tedesco, da giovane studiò infatti le principali lingue ed in seguito li perfezionò leggendo le opere in testi originali di quasi tutti i grandi scrittori della letteratura europea e con i suoi frequenti viaggi all'estero. In questa breve guida andremo a conoscere in maniera più approfondita la sua vita e le sue opere.

1 La sua vita Tomasi nacque a Palermo nel 1896 da una ricca ed antica famiglia siciliana e morì a Roma nel 1957. Durante la sua vita partecipò ad entrambi le grandi guerre del '900, sia alla Prima che alla Seconda Guerra Mondiale, tuttavia si mantenne estraneo alla vita politica. Durante un soggiorno a Londra, conobbe la donna che poi nel 1932 sarebbe diventata sua moglie, la principessa Alessandra Wolff-Stomersee. Nel 1954, ad un convegno letterario, conobbe invece Eugenio Montale e Giorgio Bassani, incontro che contribuì a fare una svolta nella pubblicazione della sua opera più importante: "Il Gattopardo". Fu proprio durante quel convegno che egli ebbe finalmente lo stimolo e l'idea concreta di scrivere un'opera che da oltre venti anni aveva in progetto. Purtroppo però non ebbe il tempo e la soddisfazione per vederla pubblicata, in quanto sia la Mondadori che la Einaudi respinsero il romanzo e l'opera fu pubblicata solo un anno dopo la sua morte, nel 1958 dalla Casa Editrice Feltrinelli.

2 Il Gattopardo "Il Gattopardo", è senza alcun dubbio l'opera di maggiore importanza di Giuseppe Tomasi. L'opera riprende il nome dall'animale che richiamava allo stemma della sua famiglia. Ambientato nella Sicilia del dominio borbonico, racconta delle vicende della famiglia del Principe Fabrizio Salina, studioso di astronomia, della moglie Maria Stella e dei figli Paolo, Carolina, Concetta e Caterina nel periodo storico che portò ad aggregare il Regno di Sicilia al Regno d'Italia.

Continua la lettura

3 Il Gattopardo e la critica "Il Gattopardo" fu pubblicato alla fine degli Anni '50, quando il Neorealismo era ormai in fase di decadenza, e si andava quindi alla ricerca di nuove forme e nuovi temi; quest'opera assunse quasi l'aspetto di un arretramento, di una ripresa cioè del romanzo ottocentesco.  Il giudizio della critica fu contrastante: i critici marxisti italiani la giudicarono un'opera reazionaria; diverso fu invece il giudizio del critico marxista francese Louis Aragon, il quale definì "Il Gattopardo" un libro bellissimo, uno dei più grandi di sempre.

4 Le altre opere Per Tomasi il ruolo più importante della sua vita lo ricopre l'infanzia, difatti una delle sue opere principali è i "Ricordi d'infanzia", una raccolta di appunti a carattere autobiografico, per la quale stesura Tomasi interruppe quella del Gattopardo. Anche quest'opera fu poi pubblicata postuma alla sua morte nel 1962. Intorno agli anni 80, dopo la morte della moglie, i "Ricordi d'infanzia" furono sensibilmente revisionati a seguito dell'accesso alla copia originale. Difatti, trattandosi di un'opera a larghi tratti autobiografica, che trattava alcuni particolari personali e faceva riferimento a momenti privati della famiglia, la moglie aveva omesso diversi passi del testo, facendone una personale revisione. Altre opere degne di nota di Tomasi furono le "Lezioni su Stendhal" (1977) e "Invito alla Letteratura francese del Cinquecento" (1979).

Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=1812&biografia=Giuseppe+Tomasi+di+Lampedusa

Leonardo Sciascia: vita ed opere Leonardo Sciascia nasce a Racalmuto, un piccolo paese in provincia di ... continua » Jonathan Swift: vita e opere Jonathan Swift è considerato il più grande scrittore in lingua inglese ... continua » Ungaretti: vita e opere La poesia diviene uno scavo interiore in cui si esprime l ... continua » Giovanni Boccaccio: vita e opere Giovanni Boccaccio è certamente uno dei maggiori esponenti della letteratura italiana ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

La coscienza di Zeno: i personaggi

La letteratura italiana è una materia molto importante da studiare, perché ci permette di conoscere tutti i capolavori scritti dagli autori italiani. Tuttavia molto spesso ... continua »

Pascoli: le opere

Giovanni Pascoli è un famoso poeta italiano dell'800. Con la sua poesia ha ben rappresentato il periodo storico-culturale che si creò dopo la crisi ... continua »

Pirandello: vita e opere

Luigi Pirandello fu uno dei più grandi scrittori e drammaturghi italiani del 1900. Pirandello introdusse un dualismo netto tra vita e forma: la vita (ossia ... continua »

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.