Teorema di Descartes: dimostrazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In geometria il teorema di Descartes è quel teorema che esprime la relazione tra quattro circonferenze tangenti tra di loro. Tale teorema può essere utilizzata anche per creare una quarta circonferenza avendone tre, dove naturalmente tutte quattro hanno almeno un punto di tangenza. Storicamente a dimostrare tale teorema fu Cartesio in una lettera spedita alla principessa Elisabetta de Hervorden definendolo il teorema delle circonferenze che si baciano. Qui tratteremo brevemente del Teorema di Descartes e la sua dimostrazione.

24

Prima di tutto introduciamo alcune definizioni sulla circonferenza. La circonferenza è l’insieme dei punti del piano che hanno tutti la stessa distanza da un punto fisso detto centro. La distanza dal centro ad un punto qualunque esterno sulla circonferenza, viene chiamata raggio. Come tutte le figure piane della circonferenza abbiamo sia l’aria che il perimetro che si possono calcolare con le opportune formule. Con le opportune osservazioni Descartes osservo la reciprocità e la possibilità di ottenere una quanta circonferenza partendo dalle prime tre. Di seguito si trova l’enunciato di Descartes.

34

Il teorema di Descartes può essere cosi enunciato: Dati tre punti distinti, facendo centro in essi si traccino tre circonferenze tangenti tra di loro. Si osserva che ci sono esattamente due circonferenze tangenti alle tre circonferenze date, una interna e una esterna. Cartesio calcolò la relazione tra i raggi delle tre circonferenze date e quello di una delle due circonferenze tangenti alle prime tre, tenendo in considerazione la curvatura delle circonferenze e i reciproco raggi del n-esima circonferenza. Lo sviluppo del teorema di Descartes permette inoltre la possibilità di conoscere il raggio di una delle quattro circonferenze conoscendo il raggio delle prime tre. Non che applicando le formule inverse o il teorema di Descartes in forma complessa, tutti i parametri che caratterizzano la circonferenza.

Continua la lettura
44

Tale teorema rappresentò la base anche per lo sviluppo in altri campi di ricerca che permisero addirittura al chimico Soddy di ottenere il premio Nobel per la chimica in quanto grazie al teorema di Descartes dimostrò l’orbita degli elettroni in un atomo introducendo un importante concetto di isotropia tra atomi, rappresentando la base per lo sviluppo di nuovi teoremi riguardanti la tangenza di figure solide come le sfere ampliando gli orizzonti della geometria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Teorema della corda: dimostrazione

Il teorema della corda è uno tra i teoremi più importanti della trigonometria; solitamente viene spiegato molto dettagliatamente, in quanto è molto utile per diverse applicazioni. È importante ricordare che il teorema della corda è alla base della...
Superiori

Teorema di Ruffini: dimostrazione

All'interno della guida che andremo a sviluppare ci occuperemo di matematica, in quanto, come abbiamo indicato nel titolo che contraddistingue questa guida, ci concentreremo su un teorema specifico: il teorema di Ruffini. Il nostro obiettivo sarà quello...
Università e Master

Teorema della bisettrice: dimostrazione

Il compito di geometria è più vicino che mai e voi non siete assolutamente preparati. La geometria si sa, non è la materia più facile del mondo, non si tratta solo di formule da imparare a memoria, ma piuttosto è tutta una questione di cervello,...
Superiori

Teorema degli angoli al centro e alla circonferenza

Il teorema degli angoli al centro ed alla circonferenza rappresenta uno dei capisaldi della geometria piana. Per applicarlo in modo corretto, comprendi il concetto alla perfezione. Pertanto, presta molta attenzione in classe e prendi appunti. Chiedi eventuali...
Superiori

Teorema di Fermat: dimostrazione

Il "Teorema di Fermat" appartiene alla categoria dei teoremi fondamentali del calcolo differenziale. Tale teorema non va confuso con "l'ultimo teorema di Fermat", il "piccolo teorema" o il "teorema sulle somme di due quadrati". Esso fa parte dell'analisi...
Università e Master

Teorema di Lagrange: dimostrazione

Quante volte abbiamo provato la dimostrazione di un teorema ognuno con il proprio modo di dare risultati diversi. Il Teorema di Lagrange nella sua dimostrazione non è così intuitivo per chi non dimostra conoscenze matematiche e geometriche. C'è chi...
Università e Master

Teorema di Green: dimostrazione

Il Teorema di Green fa parte di quel corollario di tematiche inerenti all'analisi matematica. Quando si studia questo teorema, è opportuno conoscere in maniera piuttosto approfondita l'ambiente degli integrali e le varie metodologie relative al calcolo...
Università e Master

Teorema di Bolzano: dimostrazione

Il "Teorema di Bolzano" (o "teorema degli zeri per le funzioni continue") prende il nome dal matematico e filosofo boemo Bernard Bolzano, vissuto tra il XVIII ed il XIV secolo. Tale teorema (da non confondere con il "teorema di Bolzano-Weierstrass" sulle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.