Teorema dell'energia cinetica: dimostrazione

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L’energia cinetica rappresenta una struttura di forza derivante da un oggetto in movimento, che viene originato dalle dimensioni contraddistinguenti il moto dell’oggetto mediante l’espressione "E = 1/2mv2", dove "m" determina l’insieme dell’oggetto e "v2" è il quadrato della sua dinamicità. Nella seguente guida vi illustreremo la dimostrazione del teorema dell'energia cinetica.

24

Enunciazione del teorema

Affinché una massa abbia un incremento della velocità, su essa deve operare un’energia: queste due estensioni sono in rapporto, tramite l’espressione simbolica "F = ma". L’energia operante sulla materia esercita una funzione perfettamente determinabile, se la forza è continua, come l’effetto dell’energia di quest'ultima per lo spazio attraversato dal corpo (L = Fd). Considerando che l’acceleramento rappresenta un cambiamento di rapidità, è possibile mettere in rapporto il lavoro realizzato da una forza costante con la modificazione dell’energia cinetica del corpo su cui essa viene usata. Pertanto, si ha che "L = Fd = ma d = E – E0", dove:
- "E" è l’energia cinetica avuta dall'oggetto dopo il tempo "t", durante cui si è impiegata la "F";
- "E0" è l’energia cinetica dell’oggetto all'inizio del moto (t = 0).

34

Dimostrazione

Il Teorema dell’energia cinetica è un valido strumento per identificare la dinamicità di una materia, qualora si abbia nozione del lavoro eseguito dalla forza che ha agito su esso. Questo enunciato è soprattutto il principio per argomentare l’origine di conservazione dell’energia: se l’energia che si muove sull'oggetto è conservativa (ovvero nulla), è possibile spiegare un’altra struttura d'energia aderente alla posizione del corpo nel campo della forza (energia potenziale). Nella seguente ipotesi, il lavoro compiuto dalla forza per muovere il corpo tra due posti interni al proprio campo sarà capace di manifestarsi come disuguaglianza dei due valori di energia potenziale avuta dal corpo.

Continua la lettura
44

Esempio

L'energia cinetica, la forza potenziale e le nozioni di forza, distanza ed accelerazione, sono legati da relazioni deducibili anche senza ricorrere alle formule matematiche. Il modo in cui si comportano solitamente certe tipologie di forza ed energia, infatti, risulta evidente da esempi concreti. Per rialzare un oggetto da un piano di sostegno, è indispensabile usare una forza verticale indirizzata verso l’alto, affinché si possa superare la forza di gravità. Questa energia conclude un lavoro, che viene conservato dal corpo sotto forma di energia o, nell'ipotesi particolare, di energia potenziale gravitazionale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di fisica: l'energia cinetica

La fisica tra le varie branchie parla anche di energia cinetica, che è importante per conoscere la velocità di corpi e masse sia da fermo che in fase di accelerazione. In riferimento a ciò, nella seguente guida, ci sono alcuni esaustivi appunti utili...
Superiori

Come Calcolare L'Energia Potenziale Di Un Corpo

Con il termine di energia potenziale di un oggetto, si intende l'energia che questo stesso oggetto possiede a causa della sua posizione a discapito di un campo di forze a lui riferite. Nel caso si tratti di un sistema, l'energia potenziale può dipendere...
Superiori

Appunti di cinetica chimica

La cinetica chimica è lo studio e la discussione delle reazioni chimiche rispetto ai tassi di reazione, all'effetto di diverse variabili, al ri-arrangiamento degli atomi ed alla formazione degli intermedi. Ci sono molti argomenti che meritano di essere...
Superiori

Appunti di chimica: la teoria cinetica della materia

Gli stati di aggregazione sono proprietà macroscopiche della materia che possono essere colte dai nostri sensi senza l'aiuto di strumenti. Esse trovano la loro spiegazione, come sempre in chimica, al livello nanoscopico. La teoria che interpreta gli...
Università e Master

Come scrivere la lagrangiana in meccanica

Eccoci qui, ancora una volta a proporre ai nostri lettori un argomento alquanto interessante ed anche sempre attuale. Stiamo parlando del come far eper scrivere la Lagrangiana in meccanica, nella maniera più smeplice e veloce possibile. Inizizamo subito...
Superiori

Fisica: il principio di conservazione dell'energia

In fisica, un principio fondamentale è quello di conservazione dell'energia. Secondo questo principio, in un sistema isolato (cioè dove non esistono forze esterne) l'energia totale si mantiene sempre quantitativamente uguale, anche se avvengono trasformazioni...
Università e Master

Teorema di Helmholtz: dimostrazione

Il Teorema di Helmholtz è famoso, nelle materie scolastiche di matematica e fisica, come la teoria essenziale del calcolo vettoriale. Esso prende il nome dal fisiologo e fisico Hermann Von Helmholtz (1821-1894), che viene ritenuto uno degli scienziati...
Superiori

Come riconoscere un urto elastico e anelastico

La fisica è sicuramente una delle materie più studiate alle scuole superiori, specie se si sceglie il liceo scientifico. Fra gli argomenti più difficili e complicati della fisica stessa, figurano anche quelli inerenti agli urti. È sempre necessario...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.