Teorema degli angoli al centro e alla circonferenza

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il teorema degli angoli al centro ed alla circonferenza rappresenta uno dei capisaldi della geometria piana. Per applicarlo in modo corretto, comprendi il concetto alla perfezione. Pertanto, presta molta attenzione in classe e prendi appunti. Chiedi eventuali spiegazioni all'insegnante e segui i passaggi di questo semplice tutorial. Ogni teorema ha la sua dimostrazione, indispensabile per la buona assimilazione. In tal senso, non rimarrà una semplice formula campata in aria. Ecco come procedere.

27

Occorrente

  • Carta e penna
37

Il disegno

Lo studio della circonferenza costituisce un caposaldo della geometria. Il teorema analizza le connessioni tra queste figure piane e stabilisce delle relazioni fondamentali. Innanzitutto, l'angolo inscritto al centro di una circonferenza possiede il vertice nello stesso punto. Pertanto, i lati saranno entrambi secanti oppure uno secante e l'altro tangente. Ma quali sono le caratteristiche di queste circonferenze e le loro corrispondenze? Il teorema degli angoli al centro ed alla circonferenza ti spiegherà questo fattore centrale. Per semplificare il concetto, disegna la figura piana su un foglio di carta a quadretti. Inserisci anche i vari elementi.

47

L'analisi

Dalla figura piana si possono notare altre caratteristiche. L'angolo alla circonferenza e l'angolo al centro, sullo stesso arco, sono corrispondenti. Quindi una parte importante del teorema stabilisce che ogni angolo alla circonferenza è la metà dell'angolo al centro. Le relazioni sugli angoli vanno memorizzate bene per il futuro. Il teorema centrale infatti afferma che in ogni circonferenza l'angolo al centro è il doppio dell'angolo alla circonferenza. Tuttavia, entrambi devono insistere sullo stesso arco.

Continua la lettura
57

La dimostrazione

Per dimostrare il teorema degli angoli al centro ed alla circonferenza, tracciane il diametro. Contrassegnane gli estremi con le lettere C e D. Forma un angolo al centro ed uno alla circonferenza ed unisci i punti. Si formeranno dei triangoli. Devi stabilire che uno dei triangoli è il doppio dell'altro. Da una prima osservazione, le due figure appaiono simili ed isosceli. I due lati, infatti, sono dei raggi con gli angoli congruenti. L'angolo esterno al triangolo più piccolo sarà congruente alla somma degli angoli interni. In questo modo, hai già dimostrato la relazione tra gli angoli. In pochi e semplici passaggi e con un pizzico di logica, hai stabilito la veridicità del teorema dell'angolo al centro e alla circonferenza. Un angolo è il doppio dell'altro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per eseguire correttamente la dimostrazione disegna la figura su carta. Rispetta dimensioni e linee
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Teorema di Desargues: dimostrazione

Come avrete già potuto comprendere leggendovi il titolo che accompagna la nostra guida, ora ci concentreremo su un tema davvero importante. La materia che tratteremo sarà la geometria analitica, in quanto proveremo, nei prossimi tre passi, a spiegare...
Superiori

Geometria: il Teorema di Erone

Se hai bisogno di una guida per studiare, comprendere ed applicare il Teorema di Erone, o formula di Erone, in vista di un compito o di un esame di geometria, ecco delle valide ed utili indicazioni per riuscire a capire questa formula che, fortunatamente,...
Università e Master

Teorema di Gauss-Bonnet: dimostrazione

Il Teorema di Gauss-Bonnet è un importante teorema di geometria differenziale. Stabilisce un fondamentale asserto sulle superfici, collegando la propria geometria (nel senso di curvatura), alla loro topologia (nel senso della caratteristica di Eulero)....
Superiori

Come dimostrare il secondo teorema di Euclide

I teoremi di Euclide sono una delle basi fondamentali della geometria, utili per capire e svolgere un problema incentrato sui triangoli rettangoli. Solitamente vengono spiegati nelle scuole medie, tuttavia risultano essere importanti anche nelle classi...
Superiori

Come si calcola l'area del quadrato costruito sull'ipotenusa

Per chi volesse cimentarsi negli iniziali e basilari studi di geometria, è fondamentale imparare teoremi e nozioni molto importanti che stanno alla base di tale materia. Il teorema di Pitagora per esempio, riesce a ricavare attraverso la sua formula...
Elementari e Medie

Teorema di Pitagora: dimostrazione e funzioni

Fin dalle elementare, con il primo approccio alla geometria, ci viene illustrato il Teorema di Pitagora, uno dei più antichi teoremi che tutt'oggi conosciamo. Riproposto in ogni scuola dopo le primarie, sia alle medie che alle superiori, rappresenta...
Università e Master

Teorema di Stokes: dimostrazione

Nella geometria differenziale, ossia lo studio di oggetti geometrici come curve e superfici, il Teorema di Stokes è un enunciato riguardante l'integrazione delle forme differenziali. In particolare è volto a generalizzare i teoremi di calcolo vettoriale...
Superiori

Geometria: il secondo teorema di Euclide

Grazie alla scuola, siamo riusciti ad apprendere sistemi e documentazioni sino ad allora sconosciuti, ma come tutte le cose non si finisce mai d'imparare. In questa guida cercheremo di capire Geometria: il Secondo Teorema di Euclide, in modo semplificato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.