Tedesco: il futuro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Amici, ora ci occuperemo di un argomento che i più potrebbero giudicare barboso: mi sto riferendo al tempo futuro della lingua tedesca. Chiaramente si dovrà sempre tenere alla mente qual è lo scopo, l'obiettivo delle vostre fatiche, che è apprendere o perfezionare una lingua viva, superare un esame, prepararvi ad un viaggio per approcciarvi alla cultura tedesca, gustandone i piatti, con un'immersione totale in musei e città storiche, prefiggendovi mete ambiziose, ormai divenute agevoli da raggiungere ai nostri tempi. Come forse già saprete, in tedesco ci sono due forme verbali per il futuro, basate ambedue sull'uso di werden come ausiliare. Conoscere la coniugazione di werden che, non bisogna dimenticare, è irregolare, risulterà dunque essenziale. Prima di passare agli esempi ricordiamoci tuttavia che il futuro in questa lingua è usato di rado, mentre specialmente nel parlato in genere si ricorre a un presente contestualizzato, che vedremo meglio dopo aver illustrato velocemente le forme del futuro.

26

Esempi del verbo futuro

Futur I è la prima e più semplice forma, che corrisponde più o meno al nostro futuro semplice. Si forma agevolmente mediante il verbo werden, più infinito. In genere si usa per indicare delle azioni che si svolgeranno nel futuro. Vediamo alcuni esempi:

Präsens: Ich fahre nach Rom (Io vado a Roma)

Futur I: Ich werde nach Rom fahren (Io andrò a Roma)

Präsens: Du musst arbeiten (Tu devi lavorare)

Futur I: Du wirst arbeiten müssen. (Tu dovrai lavorare)

Non mi stancherò di farvi notare ancora una volta che, a parte werden, tutti gli altri verbi vanno all'infinito.

36

Ausiliare del verbo futuro

Il Futur II è la seconda forma che prenderemo ora in esame, equivalente più o meno al nostro futuro anteriore. Essa si compone con l'ausiliare sein o haben al futuro (ich werde sein - ich werde haben), più il participio passato stavolta. Indica un'azione che sarà terminata nel futuro, prima che un'ulteriore azione nel futuro venga iniziata. Vediamo ora alcuni illuminanti esempi:

Futur I: Ich werde essen (Io mangerò)

Futur II: Ich werde gegessen haben (Io avrò mangiato)

Futur I: Du wirst nach Rom fahren (Tu andrai a Roma)

Futur II: Du wirst nach Rom gefahren sein (Tu sarai andato a Roma)

Ricordate che l'infinito va posto sempre alla fine.

Continua la lettura
46

Particolarità sull'uso di forme verbali

Vi sono alcune particolarità sull'uso di queste forme verbali. Prima di tutto per esprimere le azioni future espresse nella lingua tedesca si utilizza quasi sempre il presente, e ciò specialmente in frasi in cui vi sia già un riferimento temporale chiaro. Ad esempio "Domani andrò al cinema" si traduce solitamente con: Ich gehe morgen ins Kino. Mentre il Futur II appare meno utilizzato, il Futur I si usa di norma quando nella frase non vi sono indicazioni precise del momento futuro in cui avverrà l'azione. Beh, amici, non so voi ma "Ich liebe Deutsch!"

.

56

Supposizioni

Le supposizioni riguardo al presente, ecco un altro modo di fruire del futuro in tedesco. Supponiamo che una condizione del presente faccia pensare a uno sviluppo futuro. In tal caso per formulare ipotesi andrà senz'altro bene la forma temporale del futuro. Vediamolo più concretamente:
Präsens: Vielleicht regnet es (Probabilmente piove)

Futur I: Es wird regen (Pioverà, probabilmente)

Entrambe le frasi, come si può notare, si riferiscono ad una situazione presente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Appunti di sintassi tedesca

In Europa si parlano tante lingue, ma quelle che vanno per la maggiore sono tre o quattro. Una di queste è il tedesco, che viene riconosciuto quale lingua ufficiale di Germania, Austria, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e Liechtenstein. Nel corso della...
Lingue

Francese: futur simple e futur proche

Nella lingua francese il futur simple e il futur proche sono forme verbali tipiche della grammatica, che traducono rispettivamente il presente progressivo ossia un'azione che si sta svolgendo, ed il passato recente che invece si riferisce ad un'azione...
Lingue

Tedesco: la coniugazione dei verbi deboli

La coniugazione dei verbi deboli e i tempi verbali in generale sono tuttavia uno degli argomenti più semplici da affrontare quando si decide di studiare la lingua tedesca. Il tedesco non è una lingua semplicissima da studiare. Eppure, studiando bene...
Lingue

Come esprimere l'orario in tedesco

Il tedesco, appartenente alle lingue germaniche, è la lingua ufficiale della Germania, anche se viene parlato in Austria, Svizzera, parte dell'Alsazia e della Lorena. Lo studio di una nuova lingua è molto importante sia ai fini lavorativi che per un...
Lingue

Tedesco: le preposizioni che reggono il dativo

Le preposizioni in tedesco hanno un utilizzo differente dall'italiano, a partire dalla presenza di tre casi. Queste infatti vengono divise in gruppi in base al caso che reggono, cioè con cosa si abbinano. Le principali preposizioni che reggono solo...
Lingue

Tedesco: il Konjunktiv 2

Nella lingua tedesca, il Konjunktiv II, trova la sua corrispondenza in italiano nei seguenti modi verbali: congiuntivo e condizionale. Ecco spiegato perché, molto spesso, capiti ad un tedesco madrelingua che si cimenta con la lingua italiana, di fare...
Lingue

Tedesco: il Plusquamperfekt

Il Plusquamperfekt, cioè più che perfetto, è un tempo verbale tedesco che corrisponde nella lingua italiana sia al trapassato prossimo che al trapassato remoto ed è composto dal preterito degli ausiliari sein e haben in unione al participio passato...
Lingue

Tedesco: la declinazione degli aggettivi

Al giorno d'oggi è sempre più importante conoscere molte lingue perché questo ci permetterà sia di viaggiare nel mondo senza problemi, ma anche di poter lavorare in Nazioni diverse dalla nostra. La lingua più diffusa al mondo è sicuramente l'inglese...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.