Storia: la Primavera di Praga

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'espressione "Primavera di Praga" si intende un periodo storico vissuto dalla Cecoslovacchia nell'immediato secondo dopoguerra. Dopo il conflitto bellico, infatti, la Cecoslovacchia entrò a far parte dell'URSS. Intorno al 1968 il politologo riformista Alexander Dubcek promosse un movimento per una maggiore autonomia della politica e dell'economia cecoslovacca nei riguardi dell'URSS. Di seguito troverete degli appunti per comprendere meglio queste pagine di storia europea.

26

La Cecoslovacchia

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, la Cecoslovacchia conobbe un governo di coalizione a cui prese parte anche l'ala comunista. Benché fosse stata approvata una costituzione che garantiva tutte le libertà per i cittadini, nel '48, mediante un golpe, il fronte comunista riuscì ad impadronirsi di tutti i mezzi di comunicazione di massa e della polizia, determinando in tal modo la fine della sovranità cecoslovacca e l'inizio dello sfruttamento economico da parte dell'URSS. Negli anni '50 cominciano i cosiddetti "processi sensazionali" dello stalinismo ma la Cecoslovacchia era, tra i paesi dell'Europa centrale, quello in cui le tradizioni democratiche e sindacali erano più forti e radicate: in questo contesto la "Primavera di Praga" si prospetta come unico tentativo di resistenza a questo autoritario stato di cose.

36

La contestazione giovanile

Il 1968 è una data spartiacque non solo per il mondo occidentale, scosso dalla contestazione giovanile, ma anche per i paesi dell'est i quali mal sopportavano la morsa soffocante della struttura burocratica del partito unico che finiva col porre un serio freno allo sviluppo economico e sociale. L'inizio della "Primavera di Praga" viene fissato indicativamente il 5 Gennaio del '68 quando, al posto dello stalinista Novotny, fu nominato primo segretario del partito comunista cecoslovacco il moderato Alexander Dubcek. La fine invece viene collocata al 20 agosto dello stesso anno quando una spedizione militare sovietica invase il paese.

Continua la lettura
46

Dubcek

Dubcek inizialmente portò avanti una politica che contemplasse le esigenze della sinistra devota all'Urss e quelle dell'ala moderata che trovava il suo appoggio in sempre più larghi settori dell'opinione pubblica. Ma, col tempo, Dubceck, incalzato dalla stampa, dalla radio e dalla tv che mettevano in piena luce tutti gli aspetti più negativi del regime, si allontanò dalle posizioni conservatrici dell'Urss. Il suo pensiero politico subì una profonda metamorfosi che lo rese interprete di una dittatura illuminata. Egli, in sostanza, aveva maturato la convinzione che la democrazia non era qualcosa di estraneo al comunismo e che anzi la realizzazione dell'una e dell'altra avrebbe portato ad una forma superiore di vita. I paesi a socialismo reale (soprattutto la Polonia e la Germania dell'Est) criticarono fortemente il riformismo di Dubceck, temendo la possibilità di contagio di quel "socialismo dal volto umano". Invano il leader cecoslovacco tentò di convincere il Cremlino della sua lealtà nei confronti dell'Urss e di tutti gli altri paesi aderenti al Patto di Varsavia.

56

Gli ideali

Gli ideali di Dubcek prevedevano di dare alla nazione un orientamento più democratico. Tra le libertà concesse ai cittadini vi erano quelle di stampa, d'espressione e di movimento. Altra idea innovativa fu quella di dividere lo stato in due nazioni indipendenti: la Repubblica Ceca e la Repubblica Slovacca. Come possiamo notare, questa è l'unico cardine rimasto in piedi dopo la fine della "Primavera". Tutte queste riforme non convinsero i sovietici che, dopo il fallimento di lunghe trattative, decisero di attaccare.

66

Il 21 agosto 1968

Alle due di notte del 21 Agosto del 1968 mezzi blindati, cannoni e carri armati avvolsero in una spirale di ferro la città. Aveva così inizio l'invasione armata della Cecoslovacchia, chiamata in codice "Operazione Danubio". Dodici anni dopo la repressione della rivoluzione ungherese, l'Urss era di nuovo in azione per seminare il terrore. Di lì a poco Dubceck e i sui collaboratori furono prelevati da parte delle truppe occupanti e trasferiti in un carcere dell'Ucraina. Le ambizioni cecoslovacche furono così bruscamente calpestate dai carri armati del Patto di Varsavia che decapitarono tutte le speranze sorte insieme alla "Primavera di Praga".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Le cause della Guerra Fredda

Con il termine Guerra Fredda si indica un forte stato di tensione, e non una guerra armata come molti erroneamente pensano. Questo stato di tensione si venne a creare tra Stati Uniti e l’ormai ex URSS nel periodo immediatamente successivo alla II Guerra...
Università e Master

Come studiare medicina a Praga

All'interno di questa guida, andremo a parlare di università. Nello specifico, ci soffermeremo su un'università europea, quella di Praga, in Repubblica Ceca. La facoltà che ci interesserà sarà quella di medicina, perché andremo a rispondere a questo...
Superiori

Storia: la guerra fredda in breve

Esistono su internet dei riassunti di vari periodi della storia, che possono esserci di aiuto per riuscire a memorizzare i vari eventi accaduti. La storia è una materia molto importante sia per il nostro bagaglio culturale e sia perché, conoscendo...
Superiori

La Rivoluzione Russa in pillole

La storia è un argomento piuttosto vasto e complesso da studiare, molti aspetti e periodi sono tutt'oggi ancora molto sconosciuti o del tutto ignorati. È un po' il caso della rivoluzione Russa, che se pur conosciuta come fatti storici, non viene mai...
Superiori

la seconda guerra mondiale in pillole

In questa breve guida vi illustrerò brevemente la Seconda Guerra Mondiale, dividendo i fatti di primaria importanza in pillole, affrontando le diverse tematiche del conflitto e in particolare le politiche espansionistiche.Partiamo dal presupposto che...
Università e Master

Storia: la fine dell'Unione Sovietica

Nel 1989 il crollo del Muro di Berlino rappresentò il crollo della divisione del mondo in due grandi blocchi. Precisamente in quello comunista ed in quello democratico. Un altro avvenimento importante si verificò negli Anni Novanta, ovvero la fine dell’Unione...
Superiori

Storia: Gorbaciov e la Perestroika

Eccoci qui, a proporre come argomento qualcosa di storico ed anche molto importante, che ha riguardato un capitolo del nostro mondo.Stiamo parlando di Gorbaciov e la Perestroika, in modo tale da poter imparare chi era questo personaggio così famoso,...
Superiori

Guida alla Scapigliatura milanese

Il periodo risorgimentale fu protagonista di un grandissimo incremento dell'attività politica che, così ricca di fervori patriottici, influenzò anche le menti delle persone (quasi ogni tipo di attività politica plasma, in qualche modo, la mente di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.