Storia: l'impero persiano

di Raffaele Raff tramite: O2O difficoltà: media

L'Impero Persiano era vastissimo, era composto da ben ventotto paesi ma, quello che conta di più, era civile, ben organizzato e consapevole di occupare una posizione essenziale nel mondo di allora. Non a caso gli studiosi lo hanno definito il primo impero mondiale della storia. Ora ripercorriamo la storia dell'Impero Persiano.

1 Le inviasioni Tra il 614 e il 612 avanti Cristo un popolo proveniente dalle terre che si stendono intorno al fiume Indo, giunse in Turchia e sulle coste del Levante e riuscì in un colpo grosso: conquistare le città di Assur e Ninive, abbattendo la potenza degli Assiri. Era il popolo dei Medi. Mezzo secolo più tardi un suddito dei Medi, il re persiano Ciro di Anzan si ribellò e dopo una serie di folgoranti vittorie fondò l'impero che per altri due secoli sarebbe stato il più vasto e prestigioso che si fosse mai visto.

2 Alessandro Magno Sentendosi ormai più che sicuro dei suoi mezzi, Dario decise di espandere il suo impero verso l'Europa, così organizzò una spedizione in Grecia ma fu clamorosamente sconfitto dagli Ateniesi, subendo la grave perdita di circa 6000 uomini. Dario morì nel 485 a. C. E gli successe il figlio Serse che organizzò una seconda spedizione mirata alla conquista di Atene, ma anche stavolta il grande impero subì una seconda pesante sconfitta. Da qui iniziò il periodo di declino, che culminò definitivamente con la vittoria di Alessandro Magno proprio sui persiani, che dopo due secoli si divisero e ogni popolo riprese la propria storia separata.

Continua la lettura

3 Il trapianto di alberi da frutta Tra le opere più importanti compiute da Dario, vanno riconosciute il trapianto di alberi da frutta e la creazione di un ingegnoso sistema di canali sotterranei che trasformarono così zone desertiche in giardini, l'estensione della rete stradale, l'imposizione di un'unica moneta e di un unico sistema di pesi e misure che favorirono enormemente lo sviluppo degli scambi commerciali.

4 Il ricco Ciro trascorse la vita combattendo e morì nel corso di una delle sue campagne militari, toccò al figlio Cambise completare l'opera iniziata dal padre ovvero conquistare il millenario impero egiziano. Ormai l'Impero Persiano occupava praticamente tutto il mondo "ricco" di allora e controllava le vie di transito tra Occidente e Oriente. Cambise regnò sette anni, dopo di lui il regno passò al vero costruttore della potenza persiana: Dario, che aveva sposato la figlia di Ciro, e grazie alle sue campagne militari fu capace di allargare e consolidare l'impero. Dario fu soprattutto un sovrano giusto ed avveduto, che organizzò l'impero in modo da suscitare ammirazione perfino nei suoi nemici.

Appunti sulla storia dei persiani Dall'Iran odierno ha origine un gruppo etnico persiano. La loro ... continua » Appunti di storia: i Medi I Medi erano un antico popolo iraniano che vivevano in una ... continua » Appunti di storia greca: le guerre persiane In questa guida forniremo degli appunti di storia greca che trattano ... continua » I più grandi imperatori della storia Fin dalle epoche più remote l'uomo è sempre stato spinto ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Storia: i grandi imperi

Non esiste una data precisa e concordata alla quale far risalire l'origine della Civiltà. Quel che è certo è che i grandi Imperi che ... continua »

Storia: i barbari

Il termine barbari ha assunto, nella storia, diversi significati. In Grecia era riferito a quelle persone che parlavano la lingua in un modo un po ... continua »

Storia: i barbari

Il termine barbari ha assunto nel corso della storia, diversi significati. In Grecia, per esempio, era riferito a quelle persone che parlavano la lingua in ... continua »

Alessandro Magno: guida

Alessandro III, nacque a Pella nella Macedonia, il 20 luglio del 356 A. C. Il padre, re Filippo II di Macedonia volle dare al figlio ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.