Storia: il femminismo in Occidente

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il femminismo è un movimento che condanna la discriminazione del sesso femminile. Oggi molto meno sentito, il femminismo ha svolto negli anni addietro un ruolo importante, che ha permesso alle donne di conquistare alcuni dei diritti che posseggono oggi.
In realtà, sotto il termine "femminismo" si identificano diverse correnti che sono alla ricerca di uno piuttosto che di un altro obiettivo, tutte comunque accomunate dalla voglia di voler tutelare la donna come individuo pari all'uomo. Il movimento ha avuto origine in Occidente e in particolare in Francia, con le famose Suffragette, le quali manifestavano per ottenere il diritto al voto. Nei prossimi passi analizzeremo nel dettaglio la storia del femminismo.

26

Le origini del movimento

Un primo accenna di presa di posizione, e sopratutto di coscienza delle donne, all'interno di una società quasi ed scusi amante maschilista, cominciarono a prendere luogo intorno alla fine del diciottesimo secolo, durante un periodo caratterizzato da numerosissime rivoluzioni sociali, le quali videro le, donne protagoniste. Uno dei primi documenti riguardanti la rivalutazione del ruolo della donna all'interno della società dell'epoc, fu la "Dichiarazione dei diritti della donna è della cittadina", realizzata grazie alla francese Olympe de Gouges, che pagò addirittura con la morte il semplice fatto di avere idee radicali, le quali erano inammissibili all'epoca. Ma il pensiero sviluppato dalla ragazza, continuò a svilupparsi rapidamente in tutta Europa, in particolar modo in Inghilterra, anche dopo la sua morte.

36

La nascita di diverse correnti

Il fenomeno della rivoluzione sociale, portò, però, alla formazione di nuove problematiche, sempre di tipo socio-economiche, riguardante in particolare modo l'ambito femminile. Questo portò ad una frammentazione, che si identifica oggi in diversi movimenti, dell'obiettivo prefissato da questo movimento. Si vennero a creare così due fazioni opposte: da un lato, le lavoratrici delle fabbriche, mentre dall'altro, le benestanti appartenenti ad un alto ceto borghese. Il lavoro svolto dalla prima fazione, portò alla formazione del movimento dei lavoratori. Invece, la seconda fazione, sfociò in un movimento formato da sole donne, le quali, essendo escluse dal mondo lavorativo, non avevano nessun altro sfogo di massa.

Continua la lettura
46

I diritti delle femministe

I diritti che le femministe miravano ad ottenere, erano i diritti all'istruzione, all'esercizio di una professione e alla partecipazione alla vita politica e sociale, a dispetto di una esistenza condotta quasi esclusivamente all'interno delle mura domestiche, e dedicata unicamente alla cura dei figli e della famiglia. Alla fine del XIX secolo, la rivendicazione dei diritti, si era concentrata sull'ottenimento dei diritti politici e di partecipazione attiva alla vita sociale, con il cosiddetto movimento delle "suffragette", represso dalle istituzioni, anche in maniera piuttosto violenta.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di storia medievale

Medioevo significa, alla lettera, "età di mezzo". Il termine viene utilizzato, con valore negativo, da alcuni intellettuali del 1300. Per questi studiosi, amanti dei classici latini, si trattava di un periodo buio, lontano dai modelli dall'antica arte...
Superiori

Storia: lo Scisma d'Occidente

Lo Scisma d'Occidente rappresenta uno dei capitoli più difficili della storia della Chiesa Romana. Tale evento si conosce anche con il nome di Grande Scisma e copre un periodo storico di 39 anni (1378-1417). La scissione che lacera la Chiesa porta all'elezione...
Superiori

La fine dell'Impero Romano d'Occidente

L'anno in cui si fa risalire la fine dell' Impero Romano d'Occidente è il 476 d. C. In quell'anno, infatti, Odoacre, che era il generale a capo delle milizie germaniche dell'Impero, depose l'ultimo imperatore romano d'Occidente, Romolo Augusto. Per comodità...
Superiori

Guida sull'Impero di Nerone

Personaggio molto complesso, la figura di Nerone attrae ancora oggi. Fu Anzio a dargli i natali nel 37 d. C. La madre era Giulia Agrippina Augusta (Agrippina minore). Ella fece si che l'imperatore Claudio lo nominasse come suo successore legittimo all'Impero....
Superiori

Storia: il declino dell'Impero Bizantino

La storia dell'impero romano è una delle vicende più affascinanti. Si suddivide in impero romano d'occidente ed impero romano d'oriente, e, dipendentemente dal secolo cui si fa riferimento, è possibile inscrivere alcuni traguardi e delle scoperte importanti,...
Superiori

Il medioevo in Europa: appunti

Per molto tempo il Medioevo è stato considerato un periodo buio della storia europeo, tormentato da guerre, epidemie e regresso scientifico: in realtà, quanto questa affermazione sia sbagliata lo dimostra il fatto che, proprio durante il Medioevo, si...
Elementari e Medie

Il sistema feudale nel medioevo

Il Medioevo è il periodo successivo alla Caduta dell'Impero Romano d'Occidente, avvenuta nel 476 d. C., e precedente l'Età Moderna, la quale viene solitamente fatta coincidere con la scoperta dell'America nel 1492. Il Medioevo fu un'epoca caratterizzata...
Superiori

Breve storia dell'Impero romano

L'Impero Romano costituisce una delle fasi finali che riguardano la storia di Roma. Questo periodo storico si snoda per diversi secoli, durante i quali si susseguono numerose dinastie e tappe fondamentali che culminano poi nella caduta di Roma nel 476...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.