Storia: guelfi e ghibellini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I Guelfi e i Ghibellini, erano le due fazioni opposte nella politica italiana dal dodicesimo fino alla nascita delle Signorie nel quattordicesimo secolo. Le origini dei nomi risalgono alla lotta per la corona imperiale dopo la morte dell'imperatore Enrico quinto (1125) tra le casate bavaresi e sassoni dei Welfen con quella sveva degli Hoenstaufen, signori del castello di Waiblingen. Successivamente, dato che la casata sveva acquistò la corona imperiale, Federico I Barbarossa, cercò di consolidare il proprio potere nel Regno d’Italia, in questo ambito politico la lotta denominò chi appoggiava l’impero (Ghibellini) e chi lo contrastava in appoggio al papato (Guelfi). Nei passi della guida a seguire troverete alcuni appunti di storia riguardanti i Guelfi e i Ghibellini.

25

Tra la fine del dodicesimo secolo e la metà del successivo, si formarono, all'interno di quasi tutte le città, due partes che si schieravano da una parte o dall'altra nella contesa tra papato e Impero. Anche a Firenze nei primi decenni del Duecento esistevano le premesse che stavano portando in tutta Italia alla formazione delle parti. A Firenze, le contese locali trovarono una nuova ragione di scontro in questa lotta.

35

Per aumentare la propria forza, le città guelfe e quelle ghibelline si unirono in leghe contrapposte. Per questo, a metà del XIII secolo, i comuni guelfi di Firenze e Lucca cominciarono una lunga guerra con la lega dei ghibellini che raccoglieva altre città toscane come: Arezzo, Pisa, Pistoia e Siena. Le battaglie più importanti sono state quelle di Montaperti nel 1260, di Campaldino nel 1289 e di Altopascio nel 1325. In un primo tempo a Firenze erano stati i ghibellini, fedeli all'Imperatore, ad avere la meglio, i quali persero poi sostegno imperiale e si videro costretti all'esilio. Ma anche se a Firenze dominavano i guelfi, col tempo questi si divisero in due gruppi, Bianchi e Neri. I Bianchi sostenevano il Papa ma non escludevano un possibile ritorno dell'Imperatore, i Neri invece, erano completamente a sostegno del Papa, unico ad avere diritto a governare in terra.

Continua la lettura
45

Gli scontri interni ai guelfi portarono alla sconfitta dei Bianchi e alla conquista del potere da parte dei Neri. Con il progressivo indebolimento dei ghibellini, molti di loro si ritrovarono tra i guelfi Bianchi. Durante la metà del XIII secolo, soprattutto dopo la battaglia di Benevento nel 1266, in Italia si è assistìto ad una irreparabile crisi della fazione ghibellina, che ormai non poteva contare più sul principale appoggio, cioè la casata di Svevia, iniziata con Federico Barbarossa e conclusasi tra il 1266 ed il 1268 (dopo le battaglie perse da Corradino e Manfredi di Sicilia).

55

Alla crisi dei ghibellini corrispondeva la crescita dei guelfi, militarmente sostenuti da Carlo I d'Angiò, re di Napoli e dai diversi Papi. Con la cacciata dei ghibellini da Firenze, dopo la vittoriosa battaglia di Colle Val d'Elsa nel 1269, questi vennero cacciati dai principali comuni del Nord e Centro Italia. Nell'Italia medievale le città guelfe per tradizione erano: Milano, Bologna, Ancona, Brescia, Napoli, Fermo, Cremona, Firenze, Faenza, Alessandria, Perugia, Padova, Lucca, così come gli Este di Ferrara, i Malatesta di Rimini, i Fieschi di Genova. Di tradizione ghibellina, quindi filo-imperiale, erano comuni come: Siena, Forlì, Gubbio, Mantova, Urbino, Verona, Pisa, Modena, Parma, Como e le famiglie come i Visconti di Milano, gli Uberti e Lamberti di Firenze, i Salimbeni e Buonconti di Siena.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario e filosofico volta ad una formazione completa dell'uomo. Nel corso del XIV secolo...
Superiori

Vita e opere di Dante

La guida che vi proporremo si occuperà di uno dei personaggi più importanti della letteratura non solo italiana, ma mondiale: Dante Alighieri. L'obiettivo che ci porremo sarà quello di trattare in maniera molto chiara la sua vita, attraverso una piccola...
Superiori

Storia: la signoria dei Medici

L'epoca delle Signorie è stata determinante per la storia del nostro Paese. I Signori di Ducati e Marchesati hanno fatto guerre, complotti, creato equilibri e commissionato beni artistici di inestimabile valore. Come in ogni storia di domini, non sono...
Elementari e Medie

Storia: l'Italia Medievale

La storia è ricca di riferimenti importanti, ognuno segna una tappa fondamentale per il proseguire dello sviluppo umano, sociale e industriale che ha portato a quel tipo di società che oggi chiamiamo moderna. Ma il processo di evoluzione è stato molto...
Superiori

Il sacco di Roma in breve

Le azioni che portarono alla distruzione della culla della cultura latina furono molteplici: tra questi quello che ricordiamo è il Sacco di Roma, un'azione di saccheggio e barbarie ad opera dei Lanzichenecchi discesi in Italia, guidati da Carlo V, nella...
Superiori

Storia: Federico Barbarossa

L'imperatore Federico I, detto Barbarossa, è stato uno dei più importanti sovrani della storia europea, durante il Medioevo. Vissuto nel XII secolo, è stato imperatore del Sacro Romano Impero. Fu autore di molte battaglie per la conquista dell'Italia...
Elementari e Medie

La terza guerra d'indipendenza in breve

Conoscere la storia del proprio paese è importante per capire le scelte e le decisioni che hanno detrminato l'accadimento di certi eventi, e che hanno influenzato e delineato il quadro politico e sociale attuale. Purtroppo a scuola la storia non è sempre...
Elementari e Medie

La vita di Leonardo Da Vinci

Leonardo Da Vinci, fu uno dei più grandi inventori della storia durante il periodo del rinascimento. Nacque in un piccolo paesino Anchiano di Vinci vicino a Firenze. Figlio di Ser Piero un noto notaio di firenze e di Caterina semplice contadina. Come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.