Positivismo: appunti

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La corrente filosofica del Positivismo si diffonde nella seconda metà del XIX secolo a partire dalla Francia e diviene la cultura dominante fin quasi alla fine del secolo, quando si verificherà una reazione antipositivista ad opera del Decadentismo. Fondato dal filosofo francese August Comte, il Positivismo trova le sue radici nello sviluppo economico promosso in tutta Europa dalla borghesia che, a partire dagli anni '70-80 dell'800, dopo un periodo di grande depressione, avvierà la seconda rivoluzione industriale. Il Positivismo infatti, riallacciandosi all'Illuminismo, affermerà una visione improntata: 1) a un rigoroso materialismo che esclude ogni soluzione di tipo metafisico e spiritualistico; 2) a un sostanziale determinismo che vuole l'uomo determinato dai suoi istinti, dai bisogni materiali e dalla condizione storico-sociale in cui vive; 3) una concezione del progresso fondata sull'evoluzionismo e i concetti di selezione naturale e lotta per la vita; 4) una visione ottimistica del progresso scientifico che deve porre le basi per una società corretta e funzionante dove gli uomini siano liberi dal bisogno.
Ma vediamo con ordine, in questi appunti sul Positivismo, quali sono le principali idee che si affermano ad opera dei diversi filosofi ed intellettuali.

28

Occorrente

  • manuale di filosofia
38

La filosofia di Comte

Nel suo Course de philosophie positive (Corso di filosofia positiva) del 1830, Comte afferma che l'unica conoscenza possibile è quella che si realizza con il metodo scientifico e che sono degne di fede solo le scienze che definisce "positive", come la astronomia, la fisica, la matematica la chimica, ovvero quelle scienze che utilizzano un metodo sperimentale rigoroso, basato sull'analisi di fenomeni osservabili nei loro rapporti di causa-effetto. Comte si propone pertanto di portare il metodo scientifico anche nello studio dell'uomo e dunque getta i fondamenti della Sociologia che permetterebbe di risolvere su base scientifica i problemi della società. Il termine "positivo" pertanto assume in Comte cinque diversi significati: 1) indica ciò che può essere oggetto di una reale ricerca scientifica, che non esuli dalla portata conoscitiva dell'uomo come la metafisica 2) designa una filosofia che sia anche utile perché finalizzata al miglioramento delle condizioni concrete dell'esistenza umana. 3) esprime la certezza del sapere della scienza che si avvale di un metodo sperimentale. 4) descrive la precisione del pensiero e del linguaggio scientifico che determinano esattamente il proprio oggetto. 5) valorizza la fede nella scienza e nel progresso umano e sociale da essa determinato.

48

L'evoluzionismo di Darwin

La teoria evoluzionista, che domina la cultura positivistica, assume la denominazione di "darwinismo" dal nome del suo fondatore, Charles Darwin, che nel 1859 pubblicò il celebre "The origin of species (L'origine delle specie). La teoria di Darwin, che influenzò in modo determinante il pensiero dell'ottocento si può riassumere in due punti: 1) la lotta per la vita e la selezione naturale distruggono le specie più deboli ma ne creano di più forti, capaci di resistere ai cambiamenti dell'ambiente 2) ciascuna specie trasmette per via ereditaria quelle variazioni genetiche che avvengono su base casuale ma che si rivelano più produttive e vincenti. Sviluppando questi due punti Darwin nel 1871 scriverà la sua opera più rivoluzionaria, The descent of man (La discendenza dell'uomo) nella quale teorizzerà la discendenza della specie umana dalle scimmie, come risultato di una selezione naturale. Su questa base, Darwin afferma che anche la morale, la religione, il linguaggio non hanno una spiegazione metafisica, ma materialistica: esse infatti sono il prodotto di esigenze di utilità sociale, di conservazione e riproduzione della specie.

Continua la lettura
58

Il pensiero di Herbert Spencer

Per Spencer le regole dell'evoluzione vanno ricercate, oltre che nel mondo naturale, anche nella società, dove si può osservare il passaggio dal semplice al complesso e dall'omogeneo all'eterogeneo. Nella società insomma è possibile osservare la stessa evoluzione che c'è nella crescita di una pianta. Su base scientifica ed evoluzionistica, pertanto, Spencer spiega la divisione del lavoro, la nascita delle classi sociali, l'organizzazione capitalistica. Poiché si tratta di un'evoluzione naturale, non è possibile alcuna soluzione rivoluzionaria per cambiare lo stato delle cose: sarà sufficiente lasciare che il progresso si realizzi da solo, attraverso il conflitto delle classi e seguendo la legge della lotta per i bisogni naturali e la selezione naturale. Qualsiasi azione da parte dello Stato volta a sanare iniquità sociali rischia di ostacolare questa dinamica sociale e pertanto di ritardare il progresso della società. Questa teoria, che fu definita "darwinismo sociale" fu utilizzata per giustificare ideologicamente la repressione messa in opera dalla borghesia, delle rivendicazioni sociali da parte del proletariato e la concorrenza, nella corsa imperialistica, sia tra le aziende che tra le nazioni.

68

Il pensiero positivista in Italia

In Italia il positivismo annoverò filosofi e scienziati di grande importanza come il filosofo Roberto Ardigò e il criminologo e psichiatra Cesare Lombroso, fondatore dell'antropologia criminale. Il positivismo influenzò largamente la cultura tardo ottocentesca, dando vita in letteratura al Naturalismo, con la sua idea del romanzo sperimentale e al verismo italiano.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripassa il quadro storico della seconda metà dell'ottocento
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Auguste Comte: i concetti base del suo pensiero

Il fondatore della sociologia è sicuramente Auguste Comte. Inizialmente egli chiamò questa disciplina "filosofia sociale". La sua corrente di pensiero è molto vicina a quella del positivismo a causa della sua esaltazione della scienza e del progresso...
Superiori

La filosofia di Auguste Comte

Famoso come il padre del Positivismo, il francese di Montpellier Auguste Comte (19 Gennaio 1798 - 5 Settembre 1857) è stato un filosofo e sociologo dell'unità umana (nel senso che, secondo il suo parere, tutto il mondo dovrebbe arrivare ad un'unica...
Superiori

La legge dei tre stadi di Comte

Tra i più illustri ed importanti esponenti del Positivismo, sicuramente Auguste Comte occupa una posizione di notevole rilievo. Durante tale corrente filosofica, che si affermò nella seconda metà del 1800, questo grande filosofo riscontrò un notevole...
Superiori

Il Naturalismo francese

Quando si parla di Naturalismo francese generalmente si intende una corrente letteraria che si sviluppa in Francia nell'Ottocento. Essa prende le basi dalla corrente del Positivismo, la quale afferma una grande fiducia nel progresso e negli sviluppi scientifici....
Superiori

Il verismo in Italia e il naturalismo in Francia

La crisi del Romanticismo letterario si ritiene compiuta con la nascita del Naturalismo in Francia e successivamente del Verismo in Italia, movimenti letterari speculari che guardano al pensiero positivista diffusosi alla fine dell'800 e, anzi, sono a...
Superiori

Letteratura: la poesia crepuscolare

La poesia crepuscolare è tipica del Novecento ed è una lirica dimessa, che parla della condizione dell'umanità in modo quasi triste e soprattutto chiuso nel silenzio. È come attraversare una crisi della tradizione e della morale nei versi umili e...
Superiori

Le invenzioni di Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci fu un'artista e scienziato italiano che realizzò un tassello della storia d'Italia, grazie alle sue invenzioni. Le opere e le scoperte di Leonardo da Vinci vengono impiegate, apprezzate e studiate anche oggi. La propria mente fenomenale...
Superiori

Pascoli: le opere

Giovanni Pascoli è un famoso poeta italiano dell'800. Nacque a San Mauro di Romagna, in provincia di Forlì, nel dicembre del 1855 e morì nel 1912 a Bologna Con la sua poesia ha ben rappresentato il periodo storico-culturale che si creò dopo la crisi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.