Pirandello: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Luigi Pirandello fu uno dei più grandi scrittori e drammaturghi italiani del 1900. Pirandello introdusse un dualismo netto tra vita e forma: la vita (ossia la passione, la fantasia e gli istinti), è un flusso mobile in perpetuo divenire; la forma invece (ossia la ragione, la morale comune e le convenzioni sociali), è immobilità che sfocia nel rigore mortale. La vita dovrebbe poter scorrere continuamente, ma se vuole avere consistenza deve fissarsi in una forma, a discapito della sua integrità, poiché la forma la soffoca e la uccide non permettendogli mai di liberarsi. L'amore è la risposta è con l'amore la vita può tornare a trovare il suo equilibrio. Questa guida ha quindi il compito di presentare Luigi Pirandello attraverso la sua vita e le sue opere.

24

Le origini e gli studi

Luigi Pirandello nasce ad Agrigento il 28 giugno 1867, da una famiglia della buona borghesia. Compie i primi studi in Sicilia, nella sua città natale e fin da subito si appassiona alla letteratura. Studio' filologia romanza all'università di Palermo nel 1886. I suoi studi iniziati a Palermo, terminarono in Germania all'università di Bonn, con una tesi di laurea sulla glottologia che si concentrava particolarmente sul linguaggio dialettale di Agrigento.

34

Percorsi italiani

Nel 1891 torna in Italia, più precisamente a Roma, dove comincerà ad insegnare letteratura italiana. In questo periodo conobbe Luigi Capuana che lo aiutò a farsi aprire le porte dei maggiori salotti intellettuali dell'epoca. Nel frattempo si sposa con Maria Antonietta Portulano, figlia di un socio del padre, dalla quale avrà tre figli. Durante gli anni di matrimonio Pirandello utilizza la dote della moglie, ed altri beni, per finanziare le cave di zolfo del padre. La situazione precipito' quando, in conseguenza ad un allagamento delle cave di zolfo, tutta famiglia fu duramente colpita a livello economico e costretta ad affrontare un periodo di forte dissesto finanziario. Cio' determinerà l'insorgere di una grave depressione nella moglie, che la condurrà con il tempo alla follia.

Continua la lettura
44

I romanzi celebri e la morte

Forse anche in seguito alla malattia della moglie in questo particolare momento della sua vita Pirandello comincia a interessarsi alla psicoanalisi, all'inconscio e alla malattia mentale. Di ciò si ha un riscontro anche nel suo modo di scrivere, che inizia a mutare, sviluppandosi attorno a domande di carattere psicoanalitico. Durante le notti passate insonni per accudire la moglie, egli scrive il suo romanzo più famoso: Il fu Mattia Pascal, non molto apprezzato dalla critica del tempo. Per Pirandello il successo arrivo' nel 1925, quando inizia a dedicarsi al teatro e fonda a Roma la compagnia del Teatro d'Arte. L'anno successivo pubblica il suo secondo romanzo più famoso: Uno, nessuno, centomila. Proprio grazie al successo mondiale ottenuto con le opere teatrali, nel 1934, gli viene conferito in premio Nobel per la letteratura. Morirà a Roma nel 1936 in seguito ad un attacco di polmonite.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura: il pensiero di Luigi Pirandello

Tra i principali autori della letteratura italiana del periodo del Novecento è sicuramente Luigi Pirandello. Da sempre studiato dagli studenti, Pirandello nacque nel 1867 ma si affermerà in Sicilia molti anni dopo, durante l'unità d'Italia. Dopo questa...
Superiori

Pirandello: La poetica

Luigi Pirandello costituisce un nome di spicco della storia della letteratura italiana la cui poetica comprende una vasta gamma di generi letterari, fra cui romanzi, novelle, opere teatrali, poesie e anche raccolte di saggi. Il suo pensiero ha senza dubbio...
Superiori

Il teatro di Pirandello

Luigi Pirandello (1867-1936) è un grandissimo poeta, drammaturgo e scrittore italiano. Riuscì a rappresentare nel modo migliore il periodo che iniziò dalla crisi successiva all'Unità di Italia fino all'arrivo del fascismo. Lui fu il perfetto testimone...
Superiori

Il fu Mattia Pascal di Pirandello: analisi

"Il Fu Mattia Pascal" è una delle più celebri opere di Pirandello: si tratta di un romanzo autodiegetico, ossia un'opera in cui il narratore racconta di sé e quindi è anche il protagonista della storia. Pirandello scrisse questo romanzo durante un...
Superiori

Pirandello e le ''maschere''

Pirandello, premio Nobel per la letteratura nel 1934, fu anche un appassionato lettore di Schopenhauer e Nietzsche. Nota a tutti è l'attenzione dedicata da quest'ultimo al tema della maschera, ma forse è meno conosciuto il fatto che anche Schopenhauer...
Superiori

Sei personaggi in cerca d'autore di Pirandello: analisi

Senza ombra di dubbio "Sei personaggi in cerca di autore" rappresenta uno dei capolavori di Pirandello e uno dei capisaldi della letteratura italiana, per il suo fondamentale portato di novità e la bellezza che contraddistingue le opere dell'autore siciliano.Ad...
Superiori

Uno nessuno e centomila: riassunto

Uno, nessuno e centomila è uno dei romanzi più famosi di Luigi Pirandello. Quest'opera racconta la vita di uomo che un giorno qualunque guardandosi allo specchio fa una scoperta alquanto insolita. Improvvisamente si accorge di avere un naso che pende...
Superiori

Letteratura italiana: il teatro di Eduardo De Filippo

Oggi tratteremo del grande Eduardo De Filippo: indubbiamente uno dei più importati registi, attori, poeti e sceneggiatori italiani del Novecento. Un eccellente drammaturgo, così come testimoniano le sue numerosissime opere teatrali di successo, delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.