Ortografia: alcune dritte sull'uso dell'h

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come voi lettori e lettrici ben saprete, la lingua italiana (ed in particolare modo la sua grammatica) è piuttosto difficile. Sia per degli stranieri più o meno grandi, che per dei bambini, apprendere al meglio ortografia e grammatica ed imparare tutte le regole dell'italiano, non è facile. Oggi vedremo alcune dritte sull'uso dell'H del tempo avere, che risulta essere uno degli errori più frequenti tra gli "apprendisti". In questa semplice e breve (ma anche interessante) articolo, vi illustrerò, passo dopo passo, alcune dritte sull'utilizzo dell'H nell'ortografia italiana, per non commettere più errori.

26

Con frasi di possesso o di emozioni

Innanzitutto dovete sempre tenere a mente che l'H in ortografia italiana accompagna il verbo avere: perciò, quando si vuole dire che si possiede qualche cosa (io ho una casa in montagna), quando sento o provo qualcosa (ho freddo, tuo zio ha paura), oppure quando compi delle azioni con il verbo avere (ho accompagnato mia sorella, ti ha dato una mano, hai scritto alla lavagna).

36

Con il trapassato prossimo

Tra le dritte sull'uso dell'H non poteva mancare la filastrocca "ato, ito, uto l'H sempre hanno voluto". Questa sta a significare che tutti i verbi, al trapassato prossimo, richiedono l'ausilio del verbo avere, che a sua volta richiede l'H. Ad esempio: ho dovuto spegnere il televisore, hanno sentito tutto, hai guardato troppe volte quel vestito.

Continua la lettura
46

Con verbi all'infinito

La terza regola è una filastrocca, ma è molto utile (specialmente per i più piccini). Essa dice che "-are, -ere, -ire, l'H fanno dormire"; questo significa che tutti i tempi verbali all'infinito (che finiscono in tale modo), non vogliono mai essere preceduti dal verbo avere con l'H. Ad esempio, vado a mangiare, non dove andare a bere, vorrei riuscire a sentire.

56

Con alcune domande

L'H, in ortografia italiana, non deve mai essere usata soprattutto in tre casi, ovvero quando la frase che state analizzando "risponde" a tre domande. Queste quattro domande sono: dove (sto andando a casa), quando (a dopo), chi (lo sto dicendo a luca), come (tornerà più tardi a piedi). In tutti questi casi, l'H non va usata.

66

Con il verbo avere presente

L'ultima delle dritte riguarda la cosiddetta regola dell' "Oppure". È una regola da usare se ci si confonde tra "Ho" ed "o". La prima è la coniugazione del verbo avere in prima persona singolare, e richiede l'H. La seconda, in ortografia italiana, è una congiunzione disgiuntiva che mette in relazione due cose\persone\animali\situazioni, mutualmente esclusive. Se, nella frase di interesse, sostituite la particella da inserire con "Oppure", vi accorgerete se state sbagliando o no. Ad esempio, nella frase "domani ho il compito di scienze", non troverete senso se dite "domani oppure il compito di scienze".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come scrivere senza errori

Secondo numerose ricerche, l'ortografia, la sintassi e la grammatica italiana sono considerate tra le più difficili del mondo. Scrivere dunque senza compiere errori può apparire estremamente complicato. In realtà, come ogni disciplina, anche per l'ortografia...
Elementari e Medie

Ortografia: i migliori trucchi per le doppie

Una delle sfide da affrontare sui banchi di scuola è l'apprendimento corretto della grammatica italiana. Essa si compone di mille nozioni, regole e particolarità che da piccoli sembra impossibile infilare in testa. In realtà il cervello è ben predisposto...
Lingue

Appunti di linguistica francese

Sicuramente oggi, rispetto al passato, la lingua francese è meno popolare. In alcune epoche trascorse la sua conoscenza si richiedeva in tutti gli ambiti. E infatti la lingua francese regala sempre quel tocco di fascino in più. Ma questa lingua neolatina,...
Elementari e Medie

Regole d'uso dell'accento

L'accento rappresenta un tratto importantissimo dell'ortografia della lingua italiana, e non solo. I differenti accenti, infatti, conferiscono un diverso significato, semplicemente grazie alla loro presenza o meno in una parola. Storicamente, l'accento...
Università e Master

Come scrivere un saggio di candidatura per una borsa di studio

Sempre più università, Master, corsi di formazione e scuole di specializzazione mettono a disposizione dei giovani, che vogliono intraprendere gli studi, delle borse di studio: esse sono un aiuto economico e un'ottima occasione per aiutare gli studenti...
Elementari e Medie

10 motivi per cui è importante leggere

Imparare a leggere è una delle prime cose che si fa assieme a parlare, camminare e scrivere. Per molti è divertente, per altri noioso, ma in ogni caso è molto importante per imparare per facilitare la comunicazione tra gli individui, essere indipendenti,...
Superiori

10 consigli per scrivere un tema scolastico

Dalla prima elementare in poi, puntualmente arriva il momento del compito in classe o da svolgere a casa. In questo modo gli insegnanti verificano le conoscenze acquisite e le competenze maturate dai loro alunni. Se lo studio e l'impegno sono regolari,...
Superiori

Come scrivere un buon tema

La stesura di un tema presenta spesso notevoli insidie dovute all’incapacità di ordinare le idee, di realizzare una scaletta, saper argomentare e rispettare i tempi. Il foglio protocollo bianco può determinare panico poiché l’ostacolo più difficile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.