Letteratura greca: Epicuro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella letteratura greca antica un posto fondamentale fu conquistato da Epicuro, filosofo greco vissuto tra il 341 e il 270 a. C. Nacque nell'isola di Samo, figlio di una maga e di un maestro. Fu uno dei principali fondatori della filosofia greca antica e nel suo pensiero pose le basi intellettuali per la scienza moderna e l'individualismo secolare. Basti pensare che alcuni aspetti di questa sua filosofia rimangono ancora rilevanti dopo più di 23 secoli. Purtroppo giungono a noi solo pochi frammenti e lettere dei suoi scritti, il resto perviene da citazioni e riferimenti di seguaci e critici. Alla base della sua filosofia c'era il raggiungimento della felicità e della serenità.

26

Il suo primo maestro di filosofia platonica fu Panfilo, che lo seguì per quattro anni. A circa 18 anni si spostò ad Atene per espletare il servizio militare della durata di due anni. Allla fine di questo periodo si unì nuovamente alla sua famiglia e prese a studiare sotto la guida Nausiphanes seguace di Democrito. Fondò una scuola molto importante chiamata "il Giardino" e che metteva in corrispondenza la filosofia di due influenti correnti filosofiche di altre due scuole: la Stoa e l'Accademia. Nel suo pensiero filosofico risulta palese l'influenza di Democrito da cui però egli stesso si discosta quasi a rinnegarlo specie riguardo al determinismo, definendosi piuttosto autodidatta. Di lui sappiamo che non si sposò e che non aveva figli (almeno ufficialmente riconosciuti), pare fosse vegetariano e soffrisse di calcoli renali, causa anche della sua morte a 72 anni presso Atene.
.

36

Nella scuola che fondò le donne venivano accettate regolarmente, ed era un ambiente di comunione tra gli appartenenti, un luogo dove vivere serenamente all'insegna di un clima amichevole. Gli appartenenti si differivano in diversi livelli gerarchici e dovevano sottoporsi al giuramento di fedeltà dei principi della filosofia epicurea che ribadivano il concetto di credere solo ciò che poteva essere verificato con l'osservazione diretta e la deduzione logica.

Continua la lettura
46

Il raggiungimento di una dimensione vitale ottimale, secondo Epicuro, passava da "Atarassia" che letteralmente significa liberarsi dalle paure, e da "Aponia" e cioè assenza di dolore. Inoltre egli considerava piacere e dolore come i limiti estremi di bene e male, mentre la morte come fine delle spoglie terrene e perciò da non temere. Considerava gli Dei, delle entità immortali neutrali verso gli uomini che non intendevano né punire né ricompensare, perciò da venerare come esempio di vita piacevole. Gli eventi dell'universo infinito ed eterno non erano altro che il frutto l'interazione continua di atomi in uno spazio vuoto, così come Democrito, dal quale però si discosta, sposando invece la teoria del libero arbitrio piuttosto che quella del determinismo.

56

Infine elemento fondante del pensiero di Epicuro è il benessere come assenza di dolore, e che tutto ciò che dona piacere è riferibile al bene, mentre quello che arreca sofferenza al male. Riguardo alla morte egli si poneva semplicemente come uno status da non temere ben riassunto nel suo famoso detto : "La morte è nulla per noi; quando noi esistiamo la morte non è; e quando c'è la morte noi non siamo." Altro argomento rilevante riguarda il paradosso epicureo, che potete approfondire cliccando la scritta in blu.  

66

Purtroppo delle sue opere integre ci sono giunte solo le tre lettere, contenute nel libro X di Diogene Laerzio. Conserviamo solo alcuni frammenti della sua opera "Sulla Natura", che era un trattato di 37 volumi, ritrovati a Ercolano nella Villa dei Papiri, inoltre numerose sono le citazioni e i riferimenti reperibili in tutta la filosofia grega antica successiva.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Analisi del "De rerum natura" di Lucrezio

Lucrezio è una dei più famosi ed importanti poeti della letteratura latina. Oggi è universalmente riconosciuto come il primo poeta laico della nostra civiltà. Una delle sue opere più conosciute è il De rerum natura, trattato epico-filosofico nel...
Maturità

Come impostare una tesina sulla musica

Quando ci si appresta alla stesura di una tesina di maturità, è necessario innanzitutto scegliere l’argomento principale adatto e capire quindi come impostare ciascuna materia ad esso. E’ preferibile optare per un tema originale, dal quale possiate...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Isocrate

Isocrate è un maestro dell'oratoria antica ed il più longevo nella letteratura greca. Nella sua lunga esistenza, assiste all'evoluzione storico-politica del mondo ellenico del IV secolo a. C. Pertanto, vive l'egemonia tebana e l'ascesa del macedone...
Superiori

Filosofia: i Presocratici in breve

La filosofia è un modo di pensare e di rispondere a dei problemi: si tratta di una disciplina che si occupò per la prima volta di risolvere quelli che erano i problemi che si presentarono in luoghi e periodi diversi della Grecia tra il VII e il VI secolo...
Superiori

Filosofia greca in pillole

Studiare la storia e la filosofia è il modo migliore per capire come il pensiero dell'essere umano sia cambiato ed evoluto in base agli eventi che ne hanno segnato i momenti più importanti, e le svolte epocali che ci hanno portato fino ad oggi. La filosofia...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Demostene

Demostene (nato nel 384 a. C. e morto nel 322 a. C.) era un uomo politico ateniese, che veniva ritenuto il più grande oratore greco. La propria reputazione era determinata dalle sue appassionate orazioni contro Filippo II di Macedonia (che nacque nel...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Lisia

Durante i nostri percorsi di studio ci è sicuramente capitato di imbatterci in una materia complessa e difficile. Tra le tante materie di questo genere, troviamo senza ombra di dubbio la letteratura greca. Prendete sempre molti appunti durante le lezioni...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Aristofane

In questo tutorial vi citeremo degli appunti di letteratura greca: Aristofane per la precisione. Egli fu uno dei maggiori commediografi importanti della letteratura greca antica. Purtroppo non si hanno tante informazioni sulla sua vita, però si sa certamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.