Latino: pluralia tantum

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I Nomina Pluralia Tantum sono i nomi che hanno esclusivamente il plurale. In latino questi sostantivi hanno solo la forma plurale anche se si riferiscono ad un unico soggetto. In presenza dei Pluralia Tantum la copula, il predicato, il nome del predicato e gli aggettivi concordano al plurale. Questa tipologia di nomi comprende nomi di città e altri sostantivi di uso frequente. Il loro fraintendimento può cambiare il significato di intere frasi. Per questo motivo sono tra le eccezioni più temute dagli studenti alle prime armi. Ma non preoccupatevi! In questa guida vi verrà spiegato come riconoscere e come tradurre i Nomina Pluralia Tantum.

27

Occorrente

  • vocabolario latino-italiano
37

Come riconoscere i Pluralia Tantum

Il metodo migliore per evitare le insidie dei Pluralia Tantum è uno studio approfondito. In ogni caso il vocabolario è sempre pronto a darci una mano, mettendo in evidenza eventuali particolarità. Esiste un piccolo trucco per capire se ci si trova davanti ad un Pluaralia Tantum. Occorre cercare il vocabolo, su cui si hanno dubbi, alla forma singolare. Nel caso in cui non sia presente al singolare, bisogna cercarlo al plurale. Si avrà così la certezza che la parola in questione è un Pluralia Tantum.
https://it.wikipedia.org/wiki/Pluralia_tantum.

47

Come tradurre i Pluralia Tantum

È consigliabile, nel caso di un nome, tradurlo prima al singolare. Dopo aver analizzato il contesto e verificato l'utilizzo del termine nella frase in italiano, sarà chiaro se utilizzare la forma al singolare o quella al plurale. Ad esempio il termine "tenebrae, -arum" è tradotto con tenebre e non con tenebra. Tra i Pluralia Tantum ci sono molti nomi di città. Infatti i romani le consideravano come la somma di più quartieri. È il caso di Canne, la quale ha un nome plurale che indica però una sola città.

Continua la lettura
57

I Pluralia Tantum più frequenti della prima declinazione

I Pluralia Tantum sono presenti solo nelle prime tre declinazioni. I termini più frequenti riguardano il campo militare e della vita pubblica. I principali Pluralia Tantum della prima declinazione sono:
angustiae, -arum (passaggio stretto); cunae, -arum (culla), deliciae, -arum (delizia); divitiae,-arum (ricchezza); epulae,-arum (banchetto); indutiae,-arum (tregua); insidiae, -arum (agguato); minaem-arum (minaccia); nuptiae,-arum (nozze); tenebrae, -arum (tenebre); reliquiae, -arum (reliquie) e le città: Athenae,-arum (Atene); Cannae, - arum (Canne); Pisae, -arum (Pisa); Syracuse,-arum (Siracusa); Thebae,-arum (Tebe); Cumae,-arum (Cuma).

67

I Pluralia Tantum più frequenti della seconda e terza declinazione

I principali Pluralia Tantum della seconda declinazione sono: arma,-orum (armi); cibaria, -orum (cibo); hiberna,-orum (accampamento militare invernale); inferi, -orum (oltretomba); liberi,-orum (figli nati liberi, maschi e femmine); spolia, -orum (bottino di guerra) e le città Pompeii,-orum (Pompei); Veii,-orum (Veio).
Infine, la terza declinazione ha tra i suoi Pluralia Tantum nomi di feste come ad esempio: Bacchanalia, -ium (Baccanali); Lupercalia, -ium (Lupercali); Saturnalia, -ium (Saturnali). Inoltre contiene termini di zone geografiche come: Alpes,-ium (Alpi); Ciclades, -ium (isole Cicladi).

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • è meglio studiare i termini più comuni

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come declinare correttamente la quinta declinazione latina

Molto spesso quando affrontiamo gli studi, siano essi universitari o scolastici, possiamo andare incontro a dei problemi che in un certo qual modo possono limitare il nostro apprendimento. Bisogna quindi, onde evitare di rimanere troppo indietro, porre...
Superiori

Le 5 declinazioni latine

Il latino è una lingua flessiva, in cui le parti variabili del discorso sono soggette a mutamento nelle desinenze che indicano la funzione di ogni parola all’interno della frase. Se la radice di un vocabolo ne esprime il significato base, la desinenza...
Lingue

Come scrivere una lettera in francese

È detta lettera, seguendo l'uso del latino litterae -arum, una comunicazione scritta fatta pervenire ad una o più persone interessate nel contesto di un rapporto pubblico o privato. Si distinguono diversi tipi di lettera a seconda del mittente (un privato,...
Superiori

Il genitivo latino: guida al suo utilizzo

In latino, il genitivo introduce il complemento di specificazione. Serve a specificare il concetto espresso da un sostantivo, da un aggettivo, da un verbo. Il genitivo latino, quindi, può dipendere da: 1. sostantivi; 2. aggettivi e participi con valore...
Superiori

L'accusativo latino: guida al suo utilizzo

La grammatica latina è abbastanza particolare e il suo studio può, a volte, risultare di difficile comprensione. Tra le prime cose che si imparano vi sono i casi e le declinazioni. Proprio dei cosiddetti "casi" fa parte l'accusativo, insieme a nominativo,...
Superiori

Latino: come riconoscere e tradurre le proposizioni consecutive

La grammatica latina è uno degli scogli principali per gli studenti dei licei. Appena si inizia con i vari complementi è molto difficile tenere tutto bene a mente. Ma quando si passa all'analisi del periodo la situazione si complica ulteriormente. In...
Superiori

Come declinare gli aggettivi in Latino

Nel latino, come in italiano, bisogna declinare l'aggettivo in base al genere, numero e caso e possono essere suddivisi in prima e seconda classe: sono appartenenti alla prima classe quelli che escono dal nominativo singolare in: us - a - um; er - era...
Superiori

Come Declinare Correttamente La Terza Declinazione Latina

Il latino è una lingua sempre viva. Nonostante se ne sia detto il contrario. La lingua latina ha dato infatti origine a molte delle lingue attualmente esistenti, le cosiddette "lingue neolatine". Fra di esse c'è anche la lingua italiana, che da quella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.