La pronuncia del tedesco

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La pronuncia del tedesco segue delle regole ben precise. Tra la lingua scritta e quella orale non esistono molte differenze. L'alfabeto tedesco è lo stesso di quello inglese. Si aggiungono ad esso però dei simboli in più. In particolare esiste lo scharfes S (ß) e le vocali ä, ö, ü munite di umlaut. L’umlaut produce una modifica nel suono delle tre vocali rispetto alla pronuncia tradizionale. Il loro suono diviene infatti palatale.
In questa guida, si illustreranno le principali regole fonetiche del tedesco. Vi sarà anche un approfondimento riguardo le differenze di pronuncia tra vocali e dittonghi. Si considereranno inoltre le regole consonantiche. Ecco dunque qualche dettaglio in più sulla pronuncia del tedesco.

27

Occorrente

  • Un buon libro di grammatica e fonetica tedesca
37

Vocali

La lingua tedesca dispone di un sistema vocalico diverso da quello italiano. Esiste una netta distinzione tra vocali lunghe e vocali brevi. Per distinguerle è necessario approfondire alcune regole fonetiche proprie del tedesco. Per quanto concerne le vocali lunghe, esse hanno innanzitutto la caratteristica di essere seguite da un'unica consonante. In secondo luogo esse posseggono i nessi grafici di doppie vocali. Infine sono lunghe quelle seguite da una "h" muta.
La pronuncia delle vocali lunghe risulta chiusa. Unica eccezione in questo caso è la ä. Essa infatti mantiene sempre un suono aperto. Le vocali seguite da doppia consonante sono invece sempre brevi. Si contraddistinguono per la loro pronuncia aperta e distinta. Un'unica differenza esiste per la “e”. Utilizzata come terminazione di suffisso di una parola, essa assume infatti un suono impercettibile.

47

Umlaut e dittonghi

L’umlaut impone ai suoni una condizione di metafonia. Questo fenomeno fonologico è presente nella lingua tedesca sin dalle sue origini. La pronuncia della vocale finale si inglobò nella vocale della sillaba iniziale. Questo processo di assimilazione provocò la conseguente caduta della vocale finale.
Per meglio comprendere in cosa consiste questo fenomeno, è bene fare un esempio. Il vocabolo für era, inizialmente, furi. La i finale però si inglobò alla u, creando appunto il fenomeno della metafonia. Da quel momento, la ü ha assunto il suono “ue”. Per lo stesso avvenimento, anche la ä, si pronuncia “eh”, mentre la ö diventa “oe”.
In tedesco, inoltre i dittonghi eu e äu si articolano entrambi con “oi”. Infine ai diventa “ei”. Al contrario la pronuncia dei dittonghi ai, au, resta invariata.

Continua la lettura
57

Consonanti

Nella lingua tedesca anche la pronuncia delle consonanti possiede delle particolarità. La b ad esempio, mantiene la fonetica tradizionale ad inizio parola. A fine vocabolo però si pronuncia “p”. Ch corrisponde alla “j” francese. G assume il suono duro “gh”. È bene inoltre ricordare che la consonante "h" prima di una vocale è sonora, dopo invece diventa muta. Il gruppo gn si pronuncia con un suono “ng” nasale. Ph diventa “f”, mentre qu unito alla vocale si legge “kv”. La "s" invece è sempre vibrante e sonora. Lo scharfes ß corrisponde ad una doppia "s". Anche la consonante "v" subisce delle variazioni. Essa infatti in genere si pronuncia “f”. Nel caso di parole di origine straniera però, il suo suono resta come quello italiano.
Una corretta pronuncia del tedesco, richiede uno studio approfondito di tutte le regole le regole di fonetica. È importante inoltre fare molti esercizi di ascolto. In questo modo sarà possibile allenare di continuo la pronuncia. Con un po' di pazienza e impegno, il tedesco non sarà più un ostacolo insormontabile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver acquisito le nozioni teoriche, allenarsi molto con l’ascolto di brani in tedesco. Questo metodo è molto utile per acquisire la corretta pronuncia, in maniera naturale e semplice.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Tedesco: regole di pronuncia

Week-end romantico a Berlino e avete paura di non imbroccare nemmeno una parola in tedesco? Siete in vacanza in Baviera e parlate in inglese per non rischiare la figuraccia chiedendo un "Espresso"? Non vi preoccupate: "kartoffeln" si legge proprio come...
Università e Master

Nozioni di fonetica

La fonetica è un'area dello studio della lingua che si occupa di esaminare come percepiamo e come produciamo determinati suoni linguistici e come essi vengono definiti. Esistono diverse sezioni della fonetica che studiano il metodo di produzione dei...
Lingue

Come pronunciare i fonemi francesi

Quando ci dedichiamo allo studio di una lingua, dobbiamo stare attenti alla pronuncia, alla fonetica, ed a tutte quelle componenti utili per far nostra una nuova lingua parlata ma anche scritta. In questa guida ci dedicheremo al francese e scopriremo...
Lingue

Consigli pratici per la pronuncia del russo

Il russo è una lingua slava orientale parlata come lingua madre da 180 milioni di persone, non solo dalla popolazione della Russia, ma anche dalla stragrande maggioranza degli ex Paesi sovietici. Vediamo insieme i consigli pratici per la pronuncia di...
Elementari e Medie

Come Pronunciare Correttamente Il Francese

Dopo l'inglese, la lingua francese è quella più parlata e studiata al mondo. Imparare a parlarla e a leggerla, per noi italiani, è più semplice rispetto all'inglese in quanto le forme e i tempi verbali sono più simili alla nostra madrelingua. Si...
Lingue

Come fare la trascrizione fonetica

Ciò che segue ha lo scopo di introdurvi al uso dei simboli dell’ipa per le trascrizioni fonetiche, ponendo particolare attenzione alla pronuncia di parole italiane.Quindi con la seguente guida cercherò di essere abbastanza chiaro e di spiegare al...
Lingue

Tedesco: verbi con cambi di vocale

Il tedesco è una lingua difficile da imparare per noi italiani, per via non solo della sua pronuncia o della sua sintassi, così diversa dall'italiano perché mette il verbo principale della frase alla fine; ma anche per alcune eccezioni e difficoltà...
Lingue

Appunti di spagnolo

Lo spagnolo è una delle lingue più parlate del mondo e, appartenendo alla famiglia delle lingue romanze di radice indoeropea, si avvicina moltissimo all'italiano. Per questo motivo, lo spagnolo, non è una lingua particolarmente ostica per gli italiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.