La forma interrogativa in inglese

di Silvia Rossi difficoltà: media

La forma interrogativa in ingleseLeggi E' risaputo: l'inglese è la lingua più diffusa del pianeta, nonché la più studiata grazie all'estrema semplicità della sua struttura e delle sue regole grammaticali. Niente a che vedere con la miriade di particolarità, eccezioni, forme irregolari in cui si imbatte chi vuole avventurarsi nello studio della lingua italiana. Eppure quando si affronta lo studio della forma interrogativa in inglese, nasce sempre qualche difficoltà. Cerchiamo di capire perché e come affrontarle.

1 In effetti, in italiano, siamo abituati a formulare le domande senza particolari accorgimenti linguistici o grammaticali: la maggior parte delle volte la questione si risolve ponendo semplicemente un punto interrogativo al termine di una frase senza dover intervenire in alcun modo ( o quasi) sulla sua struttura. Nella lingua parlata, basta addirittura intervenire sull'intonazione. Ad esempio: I bambini prendono lo scuolabus, i bambini prendono lo scuolabus? In inglese le cose non sono così lineari ma, schematizzando un po' le idee, in poco tempo si può padroneggiare la questione. Sidistinguiamo due fattispecie.

2 Caso 1: Frasi con verbi ausiliariI verbi ausiliari in inglese sono to be e to have. Ogni volta che in una frase, nella sua forma positiva, la funzione verbale è svolta solo da uno di questi verbi, la forma interrogativa si otterrà semplicemente "spostando " il verbo prima del soggetto (che, come sappiamo, in inglese è sempre espresso e mai sottointeso). Ad esempio: (ausiliare to be) You are happy tonight (forma positiva), Are you happy tonight? (forma interrogativa), oppure (ausiliare to have) She has a black car (forma positiva), Has she a black car? Naturalmente non dobbiamo dimenticare che, con i verbi ausiliari si formano anche tutti i tempi composti come il present perfect ed il present continuous. Niente paura: la regola non cambia, si procede allo "spostamento" che abbiamo visto sopra e lasciamo il verbo non ausiliare tale e quale lo abbiamo trovato nella forma positiva. Esempio (present perfect):They have studied this morning (forma positiva), Have they studied this morning? (forma interrogativa) oppure (present continuous) You are reading an interesting book (forma positiva), Are you reading an interesting book? (forma interrogativa). Per completezza di argomento dobbiamo spendere due parole sul tempo futuro. In inglese, per esprimere un'azione futura, si utilizza un verbo particolare, anch'esso ausiliare: will. Esempio: Tom will arrive at ten o'clock. Anche in questo caso basterà ricorrere alla ormai familiare inversione di posto: Will Tom arrive at ten o'clock?

Continua la lettura

3 Caso 2: Frasi con verbi non ausiliari.Tutti i verbi che non sono ausiliari, per formare la forma interrogativa hanno bisogno di appoggiarsi ad un verbo particolare, to do.  Esso viene posto prima del soggetto, mentre il verbo principale della frase viene lasciato nella sua forma di base (ovvero come è all'infinito, ma senza il to).  Approfondimento Come porre domande in inglese (clicca qui) You leave tomorrow,Do you leave tomorrow? Ci sono solo due piccole cose da ricordare, a proposito del verbo to do:- Alla terza persona singolare diventa does.  Esempio: She works on saturday,Does she work on saturday?- Al passato diventa did (senza distinzione tra la terza persona e le altre).  Esempio They went to London for Christmas,Did they go to London for Christmas?. 

Non dimenticare mai: In primo luogo, fai molto esercizio scritto Quando hai pratica, esercitati nella lingua parlata

Inglese: futuro con will Inglese: present continuous and present simple Appunti di grammatica inglese Inglese: forma affermativa, interrogativa e negativa del verbo to be

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili