La filosofia di Marx in pillole

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Karl Marx è stato uno dei più grandi filosofi tedeschi. Nato a Treviri nel 1818, Marx, coltiva fin da giovane una fortissima passione non solo per la filosofia, ma anche per il giornalismo, per la sociologia e per l'economia. Il suo pensiero ha contribuito alla nascita del comunismo e del socialismo. La sua filosofia, è di facile comprensione e sotto alcuni aspetti anche molto affascinante. In questa guida infatti vedremo la filosofia di Marx in pillole.

24

Per prima cosa, è bene dire che il pensiero di Marx è un pensiero di critica rivolto alla società, all'economia, alla politica e alla cultura capitalistica. Come punto cardine della sua filosofia, Marx riteneva che dovesse essere abolita la proprietà privata e che tutti i beni e i servizi, dovessero essere accessibili a tutta la popolazione. È proprio la proprietà privata e la privatizzazione dei beni che fa si che gli individui di una classe economica superiore, sfruttino gli individui di una classe economica inferiore, spesso in maniera disumana. La proprietà privata secondo Marx, non solo è da abolire, ma rende anche i rapporti tra gli individui più snaturati e trasforma la creatività del lavoro in schiavitù. La storia per Marx non è animata da idee, ma è animata unicamente dall'evoluzione del sistema economico.

34

Secondo Marx la società capitalistica, sarà superata in quanto è fallimentare. Il capitalista infatti deve investire sempre di più in uomini e macchinari, ma le macchine hanno spese di manutenzione considerevoli e le merci si possono usurare o danneggiare, proprio per questo ad un certo punto, le spese saranno maggiori dei guadagni. Per ovviare a questo problema, il capitalista sfrutta i propri operai in maniera disumana e cerca di avere lavoratori disposti a lavorare con contratti svantaggiosi in cambio di salari molto bassi. Inoltre, il capitalista, cerca di rendere il lavoro dei suoi operai molto più produttivo ed acquista all'estero materie prime a basso costo, spesso prodotte da persone a loro volta sfruttate in maniera disumana.

Continua la lettura
44

Il risultato di tutto questo, è che il capitalismo incorrerà in delle vere e proprie crisi di sovrapproduzione e di sottoproduzione, tali crisi elimineranno tutti i capitalisti più deboli e lasceranno unicamente quelli più forti. A causa di tutto ciò, ci sarà un numero equo di capitalisti ed un numero immenso di poveri. Ciò secondo Marx farà si che tutte le ricchezze, i beni ed i servizi saranno unicamente nelle mani di pochissimi capitalisti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Karl Marx: vita e opere

Nell' opera principale di Karl Marx: il Capitale, viene considerata come il testo chiave del marxismo, la teoria socio-politica scaturita dalle sue idee. L’opera, composta da quattro volumi, consiste non soltanto in un trattato di economia in cui viene...
Università e Master

Max Weber: il pensiero in pillole

Max Weber è stato un economista, filosofo e sociologo tedesco, nato ad Erfurt nel 1864 e morto a Monaco di Baviera il 14 giugno 1920.  Negli anni in cui opera la concezione di alcune discipline del sapere cambia completamente volto: psicologia, sociologia,...
Superiori

Letteratura: il Marxismo

Karl Marx è stato un personaggio molto influente ed ha avuto un ruolo essenziale all'interno della questione sociale che ha in larga parte toccato l'Ottocento, secolo emblematico e caratterizzato, fra l'altro, dal problema del lavoro. Fermo oppositore...
Superiori

"Il Capitale" di Karl Marx

Karl Marx fu un importante filosofo ed economista tedesco, che col suo pensiero influenzò profondamente il Novecento di tutto il mondo ed ebbe un peso decisivo sulla nascita e sullo sviluppo delle ideologie comuniste e socialiste. Fondatore della corrente...
Università e Master

Marx: pensiero sociologico

Karl Marx si può considerare uno dei più grandi filosofi del Novecento. Proprio a lui viene attribuita la nascita del pensiero comunista, difatti le sue teorie socio-politiche fanno da base per questa dottrina di estrema sinistra. Marx nasce a Treviri...
Superiori

Storia: il Manifesto di Karl Marx

Il marxismo rappresenta una delle correnti politiche e intellettuali più importanti dell'età moderna. Karl Marx, oltre che essere stato il filosofo del comunismo, è anche un classico della cultura e della storia, il cui pensiero riveste quindi una...
Superiori

Destra e Sinistra storica: analogie e differenze

La politica, in generale è da sempre divisa in due grandi fazioni: la sinistra e la destra contraddistinte da ideologie nettamente differenti. Tuttavia per riuscire a comprendere alla perfezione le differenti esistenti fra destra e sinistra, è molto...
Superiori

Feuerbach: filosofia ed opere

Ludwig Feuerbach nacque nel 1804 e morì nel 1872. Egli era un filosofo e fu uno dei massimi esponenti della sinistra hegeliana. Insieme a Marx, ed uno dei più importanti filosofi che agirono sull'analisi della religione e dei suoi effetti, in particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.