Inglese: i verbi regolari

di Rosalia Crisafulli difficoltà: media

Inglese: i verbi regolari Ormai è indispensabile conoscere e sapere la lingua inglese: ovunque si vada sia per lavorare all'estero, sia per lavorare in Italia viene richiesta almeno una discreta padronanza della lingua. All'interno delle aziende italiane viene richiesta infatti proprio per le interazioni che si hanno con aziende estere, tenendo conto che comunque anche la preparazione fornita alle scuole può fornire le basi ma non una discreta padronanza: per questa serve l'esperienza diretta! Ma in questa guida ci soffermeremo sulle regole di base, o meglio sulla grammatica, che chiaramente a scuola viene insegnata, e in particolar modo sui verbi regolari.

1 La grammatica italiana diciamo che è molto più semplificata di quella italiana: bisogna in linea generale ricordarsi quali sono le desinenza dei vari tempi verbali da aggiungere al verbo al tempo infinito. In questa lingua i verbi si dividono in regolari e irregolari, ma in questa guida ci soffermeremo solo sui primi. Partiamo, quindi, con la regola generale. Il "simple past tense" dei verbi regolari si forma in maniera semplicissima, ovvero aggiungendo il suffisso "-ed" al termine del verbo stesso. Ad esempio, prendendo in considerazione il verbo "to rain"(piovere) potremo formare una frase come "It rained for a day last week", ovvero "Ha piovuto per un giorno la scorsa settimana". È facile notare come al verbo regolare sia stata semplicemente aggiunta la desinenza finale "-ed".

2 Considerando le regole generali, bisogna anche riconoscere le sue varie eccezioni: i verbi che terminano con la vocale "e" non aggiungono l'intero pedine "ed" ma soltanto la lettera "d". Per fare un esempio concreto possiamo utilizzare il verbo "To Live": volendo creare, in questo caso, una frase con il "simple past" si può scrivere "Luise and Peter lived in Italy from 1980 to 1987", ovvero "Luisa e Pietro hanno vissuto in Italia dal 1980 al 1987". È stata aggiunta soltanto la "d" finale.

Continua la lettura

3 I verbi che, nella forma infinita, terminano con una consonante seguita dalla lettera "y" eliminano quest'ultima e aggiungono il suffisso "-ied".  Ad esempio, il verbo "to marry" (sposare), nella formazione di una frase col simple past diverrà "My parents married in 1981", ovvero "I miei genitori si sono sposati nel 1981".  Approfondimento Inglese: il simple past (clicca qui)
Tutti i verbi che, infine, terminano con la sequenza consonante-vocale-consonante raddoppiano l'ultima consonante e terminano, come nella regola generale con "-ed".  Ad esempio, il verbo regolare "to travel" (viaggiare) formerà una frase tipo "Jim travelled in Italy for one week" (Jim ha viaggiato lungo l'Italia per una settimana). 
È importante notare, per concludere, che tutte le forme, comprese le eccezioni, sono sempre identiche per tutti i soggetti (sia al singolare che al plurale).

Non dimenticare mai: Il simple past tense corrisponde in italiano all'imperfetto, al passato prossimo e al passato remoto se iriferito al modo indicativo, mentre riguarda l'imperfetto nel modo congiuntivo. Si tradurrà, quindi, in funzione a questo e in funzione della frase in cui si trova.

Inglese: i verbi irregolari Come porre una domanda in inglese Inglese: come usare il past continuous Come si costruisce il past participle in inglese

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili