Iliade: appunti e riassunto

di Ralf Bloom tramite: O2O difficoltà: media

L'Iliade è il famoso poema attribuito ad Omero che rievoca le eroiche gesta dell'assedio greco alla città di Troia. Queste gesta furono poi raccolte e messe per iscritto intorno all'anno 800 a. C. Da Omero che realizzò così l'Iliade. Il poema è narrato in oltre 15.000 versi, in esametri dattilici, raccolti in 24 libri o canti. In questa guida vedremo alcuni appunti e un breve riassunto che ci aiuteranno nella comprensione di questa straordinaria opera.

1 L'Iliade si ispira ad un episodio storico realmente accaduto e documentato dagli scavi archeologici che nel 1871, che portarono alla luce i resti dell'antica Troia, nella località tuttora chiamata Hissarljk. Dagli scavi si è dedotto che la città, chiamata anche Ilio, fu distrutta nel 1200 a. C. I Greci della civiltà Micenea, detti anche Achei, nella loro attività marittima mal sopportavano il controllo troiano sullo strategico stretto dei Dardanelli.

2 Causa dell'assedio fu secondo Omero il rapimento di una donna. Non una donna qualunque, ovviamente, ma Elena, la donna più bella del mondo e moglie di Menelao, re di Sparta. Il rapimento "consenziente" fu effettuato da Paride, figlio del re di Troia, Priamo. Menelao, profondamente offeso, decise di andare nelle terre dell'Asia Minore per riprendersi Elena. Qui formò un forte esercito di Achei con suo fratello Agamennone, il fortissimo Achille, Patroclo e Ulisse.

Continua la lettura

3 Nell'Iliade non si parla solo di uomini e guerrieri ma anche di Dei.  I Greci credevano in una religione politeista secondo la quale sull'Olimpo, monte più alto di tutta la Grecia, vivevano varie divinità.  Approfondimento Guida sulla guerra di Troia (clicca qui) Alle divinità non solo vengono attribuite specifiche ed eccezionali qualità, ma anche virtù e difetti tipici degli uomini.  Gli Dei a favore dei Troiani sono: Eris, Afrodite, Apollo, Ares e Artemide.  Nello schieramento greco troviamo: Atena, Poseidone, Era, Efesto, Teti ed Ermes.  Restano neutrali: Zeus, Peone e Iride.

4 Dopo l'iniziale proemio di invocazione alla Musa della Poesia, il racconto inizia narrando l'ira di Achille in seguito ad una scenata furiosa con il compagno d'armi Agamennone; il valoroso Pelide, al termine della discussione, sentitosi offeso, si ritira dalla guerra. I Troiani approfittano dell'assenza sul campo del più forte tra gli Achei e non solo respingono i nemici, ma uccidono anche Patroclo, amico fraterno di Achille. Il Pelide, disperato per la perdita del caro amico, ritorna sul campo di battaglia per vendicare la morte di Patroclo, uccide in duello il potente Ettore e inferisce sul cadavere. Il poema si chiude con il solenne funerale del troiano Ettore.

Appunti di epica: confronto tra l'Iliade, l'Odissea e l'Eneide L'Iliade, l'Odissea e l'Eneide sono senza alcun ombra ... continua » La figura di Ulisse in breve Se nell'antica Grecia fossero esistiti i diritti d'autore, tutta ... continua » Appunti sulle tragedie di Sofocle Sofocle, ad oggi considerato uno dei più rilevanti poeti tragici della ... continua » Appunti di letteratura greca: Omero In questa guida vi mostrerò alcuni appunti riguardanti Omero. Omero è ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Alexander Pope: opere

Alexander Pope (1688-1744) è considerato uno dei più grandi poeti inglesi del XVIII secolo. Nato in una famiglia cattolica, rivela sin dall'età di dodici ... continua »

Antologia: l'epica

L'epica rappresenta una delle forme più antiche di narrazione. Racconta le imprese coraggiose ed eroiche di personaggi umani, storici o leggendari a cui si ... continua »

Virgilio: vita e opere

Virgilio era uno degli autori cardine della letteratura latina dell'età augustea. Nacque in un villaggio nei pressi di Mantova il 15 ottobre del 70 ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.