Il sistema tegumentario

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il sistema tegumentario o apparato cutaneo, riguarda tutti quei tessuti che rivestono il corpo. Le funzioni in cui si articola questo sistema sono molteplici: protezione verso gli agenti esterni, secrezione, respirazione e relazione. La cute riveste tutta la superficie del corpo e presenta una diversa struttura cellulare per ogni tipo di vertebrato. Vediamo insieme attraverso gli utili suggerimenti di questa guida quali sono le principali differenze del sistema tegumentario nei vari tipi di vertebrati.

27

Il sistema tegumentario dei mammiferi

Cominciamo col dire che la cute dei mammiferi comprende tre strati principali: epidermide, derma ed ipoderma. L'epidermide rappresenta lo stato più esterno, costituisce la barriera protettiva della pelle e presenta diverse tipologie cellulari. Viene suddivisa in diversi strati, quello più profondo è lo strato germinativo, qui le cellule si riproducono e migrano verso lo strato più superficiale, quello corneo, per rimpiazzare le cellule morte con la desquamazione. Nello strato corneo il ph è leggermente acido, difende la pelle da eventuali agenti patogeni e rende più elastica. Il derma aderisce all'epidermide, contiene follicoli piliferi, ghiandole sebacee, vasi sanguigni e linfatici e terminazione nervose. I vasi sanguigni garantiscono il nutrimento dell'epidermide, del derma e la termoregolazione.

37

Il sistema tegumentario dei pesci

Il sistema tegumentario dei pesci è composto da due strati: epidermide e derma. L'epidermide è localizzata all'esterno della pelle, mentre il derma molto vascolarizzato all'interno. Quasi tutti i pesci presentano all'esterno uno scheletro e, scaglie che ricoprono l'intero l'animale tranne le pinne. Le scaglie possono avere diversa forma e grazie anche al muco secreto dal derma che raggiunge l'epidermide, aiutano il pesce a nuotare meglio. La colorazione dei pesci dipende dal pigmento contenuto in cellule colorate dette cromofori situati nel derma.

Continua la lettura
47

Il sistema tegumentario degli anfibi

Il tegumento degli anfibi si distingue in epidermide e derma. Nell'epidermide troviamo le ghiandole mucose che favoriscono gli scambi gassosi, e le ghiandole velenigene, che producono sostanze particolari, in grado di allontanare eventuali predatori. Alcuni anfibi presentano una colorazione della cute stabile, in altri può cambiare in base alle variazioni dell'ambiente esterno. I diversi tipi di colorazione dipendono da cellule colorate situate nei diversi strati del tegumento. Nel derma le cellule assumono colorazione giallastra, al di sotto del derma si colorano di blu.

57

Il sistema tegumentario dei rettili

Il sistema tegumentale dei rettili invece è ricco di cellule squamose e cheratinizzate. Le squame permettono al rettile di strisciare senza ferirsi, mentre le cellule ricche di cheratina evitano la dispersione dell'acqua, favorendo la capacità di adattarsi agli ambienti più secchi come i deserti. Alcuni esemplari come i coccodrilli hanno la cute che funge da corazza, questo permette a tali esemplari di difendersi da eventuali predatori.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di biochimica: gli amminoacidi

Le proteine sono sostanze macromolecolari presenti in tutte le cellule viventi. Costituiscono la componente principale della struttura dei tessuti animali, e predominano nell'epidermide, nella cartilagine, nelle unghie e nei muscoli scheletrici. Queste...
Superiori

Tutto sul sistema nervoso

Il sistema nervoso ha il compito di registrare gli stimoli e i segnali di varia natura che gli giungono dall'esterno e dagli altri sistemi interni del nostro corpo, di interpretarli e di attuare risposte adeguate alla natura e alla intensità dello stimolo....
Superiori

Appunti di scienze: il plasma

Il plasma è uno dei componenti biologici del sangue umano, formato a sua volta da diversi tipi di cellule sospese in un liquido. La componente cellulare del sangue è costituita da globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. In riferimento a ciò, ecco...
Università e Master

Tessuto muscolare: anatomia

Il tessuto muscolare rappresenta uno dei più importanti tessuti del corpo umano, infatti esso è parte costituente del cuore e di moltissimi altri apparati che ci permettono di compiere azioni volontarie e non. La suddivisione che comunemente si utilizza...
Università e Master

Immunologia: come si sviluppa un'allergia

Negli ultimi anni sempre più persone lamentano manifestazioni allergiche nei confronti di alimenti, polline, acari, farmaci e altre sostanze. La manifestazione clinica, a carico principalmente del sistema respiratorio, intestinale e della cute, varia...
Università e Master

Appunti di biologia: approfondimento sulle cellule staminali

Nella disciplina della biologia, le cellule staminali sono definite come quelle cellule non ancora completamente mature, capaci di trasformarsi in unità biologiche diverse. In definitiva, esse possono riprodurre svariate tipologie di cellule, mediante...
Università e Master

Appunti di anatomia: sistema nervoso

La morfologia del corpo umano viene studiata scientificamente dall'antropotomia, che considera le strutture anatomiche individuabili senza il supporto del microscopio, differentemente dalle strutture minute riguardanti la disciplina microscopica comprendente...
Università e Master

Come Conservare Le Cellule Competenti

Le cellule competenti sono indispensabili nel corpo umano, in quanto in grado di far penetrare del DNA al proprio interno, consentendo quindi di trasformarle. Tuttavia molte specie batteriche possono essere modificate anche artificialmente in laboratorio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.