I complementi di luogo in latino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Imparare a scrivere bene e tradurre alla perfezione la lingua latina è, da sempre, il cruccio di tutti i liceali. Il web, però, vi permette di scoprire questa meravigliosa lingua e di imparare a tradurla. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi spiegheremo come tradurre i diversi complementi di luogo esistenti nella lingua latina. Vediamo dunque come rendere questo complemento, per formare correttamente una frase in latino.

26

Complemento di stato in luogo

Nella lingua latina abbiamo diversi complementi di luogo, che vengono espressi in modo diverso: il complemento di stato in luogo, il complemento di moto a luogo, il complemento di moda da luogo, il complemento di per luogo. Il complemento di stato in luogo indica il luogo reale o figurato in cui si trova una determinata persona, un animale o una cosa o dove si svolge una vicenda. (ad esempio: Marco è a Roma). In latino questo complemento è espresso con IN + ABLATIVO (dunque: Marcus est in Roma).

36

Complemento di moto a luogo

Il complemento di moto a luogo indica il luogo verso il quale ci si muove (ad esempio: Entrò nel tempio di Giove). Questo complemento può essere tradotto in due modi diversi: con I N + ACCUSATIVO se indica una vera e propria entrata in un luogo (ad esempio: In Iovis Templum iniit) oppure con AD + ACCUSATIVO se indica avvicinamento ad un luogo (ad esempio: Il contadino si dirige verso il bosco - Agricola ad silvam contendit). Con i nomi di città e di piccola isola viene utilizzato l'ABLATIVO SEMPLICE).

Continua la lettura
46

Complemento di moto da luogo

Il complemento di moto da luogo indica da dove si svolge l'azione (ad esempio: La fanciulla viene dal bosco) e viene tradotto in latino con il costrutto A/AB + ABLATIVO se è un luogo aperto (Puella a silva venit) e con E/EX + ABLATIVO se indica uscita da un luogo chiuso (esempio: La fanciulla veniva dalla capanna - Puella e casa venit). Con nomi di città e di piccola isola e con DOMUS e RUS viene reso in ABLATIVO SEMPLICE. Passiamo al passo successivo, ultimo e conclusivo di questa guida.

56

Complemento di moto per luogo

Il complemento di moto per luogo indica il luogo attraverso il quale si passa (ad esempio: Cercai mia sorella per tutta Roma) e viene reso, in latino, con il costrutto PER + ACCUSATIVO (ad esempio: Quaesivi sororem meam per totam Romam). Con i luoghi che indicano passaggio obbligato allora viene tradotto in ABLATIVO SEMPLICE. Questa guida volge al termine, abbiamo di sicuro appreso il complemento di luogo in latino. Non ci resta che ripassare prima le basi e poi rileggere questa guida per apprendere maggiormente tutte le sfumature che questa offre.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Grammatica latina: il complemento di causa

Anche trattandosi di una lingua ormai estinta, la grammatica latina rappresenta una materia di studio in tanti Paesi del mondo (compresa l'Italia). Come la lingua italiana, anche il latino ha una notevole quantità di complementi, ognuno dei quali svolge...
Superiori

Come riconoscere e tradurre l'ablativo assoluto latino

L'ablativo assoluto è, per tanti studenti, un costrutto latino di solito ostico. Non si riesce spesso a riconoscere e perciò anche la sua traduzione diventa difficile. La maggior parte delle volte, soggetto e predicato infatti non sono insieme, ma sono...
Superiori

L'ablativo latino: guida al suo utilizzo

A volte, è semplice distinguere quale complemento traduce perché è preceduto da delle preposizioni, altre volte no perché è solo, retto dal verbo. In questa guida vedremo come riconoscere l'ablativo latino, e come tradurlo. In definitiva, alla fine...
Superiori

latino: sintassi dei casi

Il latino è una lingua molto antica che non viene più parlata oggi. Nonostante la sua importanza, in alcune scuole non viene studiato in quanto reputato una lingua "morta", al contrario è strutturato in modo minuzioso e ha la funzione di esercitare...
Superiori

Grammatica latina: il doppio accusativo

La lingua italiana ha molto a che fare, seppur etimoligicamente, con la lingua degli antichi latini. La grammatica latina è davvero molto interessante. Molte delle nostre parole e delle nostre frasi, derivano dal latino. Come sappiamo però, non è una...
Superiori

L'accusativo latino: guida al suo utilizzo

La grammatica latina è abbastanza particolare e il suo studio può, a volte, risultare di difficile comprensione. Tra le prime cose che si imparano vi sono i casi e le declinazioni. Proprio dei cosiddetti "casi" fa parte l'accusativo, insieme a nominativo,...
Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Il compito del pronome relativo, in italiano così come in tutte le lingue del mondo, è quello di mettere in relazione tra di loro due tipologie di proposizioni. Come tradurre correttamente i pronomi relativi dal latino? Vediamolo insieme all'interno...
Superiori

Grammatica greca: come riconoscere e tradurre il genitivo assoluto

Il genitivo assoluto è un costrutto della grammatica greca molto difficile da riconoscere e da tradurre. Dal punto di vista logico non appare complicato. Quando lo hanno spiegato in classe, infatti, pensavamo di averlo capito perfettamente. Il soggetto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.