Guida alle opere di Brunelleschi

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Filippo Brunelleschi nacque a Firenze nel 1377. È stato un architetto che avuto il merito di aver dato nuova vita alla architettura del Rinascimento grazie alle sue molteplici ed incredibili innovazioni. Lavorò principalmente nella sua città natale che in quegli anni era in pieno rinnovo urbano. Qui di seguito una breve guida alle sue opere più importanti.

28

Spedale degli innocenti

SPEDALE DEGLI INNOCENTI. L'edificio si erge su un ripiano leggermente rialzato ed è scandito da nove arcate del porticato, nove campate coperte da altrettante volte a vela e nove finestre rettangolari sormontate da un timpano. L'artista fa uso della tecnica modulare, ovvero utilizza la stessa misura (modulo) ripetutamente per realizzare e scandire lo spazio. Ne consegue, dunque, un'architettura armoniosa, regolare e proporzionata.

38

Sagrestia Vecchia

SAGRESTIA VECCHIA di San Lorenzo. Si tratta di un ambiente equilibrato e nitido, composto da uno spazio cubico sul quale si innalza una cupola emisferica a forma di ombrello raccordata ai muri sottostanti da pennacchi. Le paraste, le cornici e gli archi sono in pietra serena e contrastano con l'intonaco bianco delle pareti. Brunelleschi, come per molte sue opere, fa uso del metodo modulare ritmico e punta su architetture regolari e rigorose, scevre da eccessive decorazioni.

Continua la lettura
48

Basilica di San Lorenzo

BASILICA di SAN LORENZO. La pianta della chiesa è a croce latina con il corpo longitudinale diviso in tre navate. La copertura è a cassettoni e contribuisce ad esaltare l'effetto prospettico molto caro all'artista. Nel transetto e ai fianchi dell'abside si susseguono cappelle con archi a tutto sesto.

58

Basilica del Santo Spirito

BASILICA del SANTO SPIRITO. Fu la sua ultima grande opera e, rispetto alle progettazioni precedenti, l'articolazione architettonica è più complessa e particolare. La cupola all'incrocio dei bracci dà luce all'impianto della navata centrale, mentre quelle laterali sono immerse nella penombra creando un'illuminazione fortemente contrastata. Le cappelle laterali sono semicircolari e in tutta la chiesa ci sono diverse cromie di materiali e un colonnato continuo che abbraccia anche il transetto.

68

Cupola di Santa Maria del fiore

CUPOLA di SANTA MARIA DEL FIORE. Senza dubbio la sua opera maggiore è stata la cupola del Duomo di Firenze. Nel 1418 fu bandito un concorso per tale opera e Brunelleschi vi partecipò presentando un progetto innovativo: una gigantesca cupola autoportante, ovvero in grado di reggersi da sé durante la costruzione, senza il bisogno di strutture e armature in legno. L'idea, che inizialmente sembrò un po' folle, fu poi approvata ed ebbe la meglio sulle proposte degli altri concorrenti. Si tratta di una doppia calotta, una interna più piccola che sostiene quella esterna più grande, che si erge su un tamburo ottagonale scandito da otto grandi finestre che danno luce all'interno. La cupola, che termina con una lanterna a cuspide, è gigantesca ed imponente, sembra quasi una collina rossa che si staglia maestosamente nel paesaggio urbano fiorentino.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Rinascimento nell'arte: appunti

Il Rinascimento, è un periodo fondamentale su diversi e interessanti aspetti, di cui uno  di questi riguarda in primis l'arte. Il Rinascimento, è un fenomeno nato a Firenze agli inizi del Quattrocento, che si diffuse solo successivamente nelle altre...
Superiori

Storia: la signoria dei Medici

L'epoca delle Signorie è stata determinante per la storia del nostro Paese. I Signori di Ducati e Marchesati hanno fatto guerre, complotti, creato equilibri e commissionato beni artistici di inestimabile valore. Come in ogni storia di domini, non sono...
Superiori

Storia: il Rinascimento in sintesi

Con il termine di Rinascimento si indica quel movimento storico, artistico e culturale, che va dalla seconda metà del ‘400 fino ai primi decenni del ‘500, e che coincide con la fine del Medioevo e l’avvento del mondo moderno. Tramite la riscoperta...
Superiori

Le invenzioni di Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci fu un'artista e scienziato italiano che realizzò un tassello della storia d'Italia, grazie alle sue invenzioni. Le opere e le scoperte di Leonardo da Vinci vengono impiegate, apprezzate e studiate anche oggi. La propria mente fenomenale...
Superiori

Rinascimento: innovazioni e scoperte scientifiche

Firenze fu, tra il quattordicesimo e il sedicesimo secolo, il centro culturale d'Europa: nella città toscana si sviluppò un sorprendente movimento culturale denominato Rinascimento volto a rivoluzionari tutti i campi della scienza e delle arti. In questo...
Superiori

Come eseguire una prospettiva accidentale

La prospettiva accidentale è stata introdotta dal grande Brunelleschi, nella pittura del Quattrocento italiano, e ha cambiato radicalmente il modo di rappresentare la realtà e con essa la percezione vera e propria del mondo che ci circonda. Se osserviamo...
Superiori

Il Rinascimento in italia: appunti

Il Rinascimento in Italia ebbe i suoi inizi verso la metà del XIV secolo e durò fino al termine del XVI secolo. Fu un periodo di vera e propria “rinascita” culturale e scientifica che coinvolse tutte le classi sociali. Il punto di partenza per questo...
Superiori

Appunti sulla pittura

Dipingere è la passione di moltissime persone, che dedicano anima e corpo a quest'arte. Imparare le tecniche permette di migliorare il proprio stile e creare opere sempre più belle. Ma è necessario partire dalle basi per poter migliorare. Una delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.