Guida al pensiero di Manzoni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Alessandro Manzoni è senza dubbio uno degli scrittori italiani più importanti di tutti i tempi. Nato a Milano nel 1785, appartiene a quello che è conosciuto come il movimento romantico. La vita di Manzoni risulta particolarmente tranquilla e per questo motivo potrebbe apparire freddo e privo di forti passioni ma la sua scelta è conseguenza delle riflessioni da lui sviluppate nel corso della sua vita. Ne "I promessi sposi" non si limita a creare un modello per la forma narrativa del romanzo ma pone anche le basi della lingua italiana moderna. In questa guida quindi vi illustreremo il pensiero di Manzoni.

26

La provvidenza

Innanzitutto bisogna dire che Manzoni osserva come in ogni azione umana si intraveda la presenza del male. L'uomo, pertanto, rischia costantemente di commettere dei peccati, di cadere, di perdersi. Anzi, ogni movimento finalizzato a liberarsi da questo destino infido, si risolve in un evidente peggioramento della situazione. In questa visione emerge la profonda religiosità cattolico-giansenista di Manzoni. Infatti, ha fede nella Provvidenza e per questo anche il male può essere incluso in una visione più ampia e globale della storia, che è volta verso il bene. La provvidenza è quindi intesa in senso paternalistico: Manzoni crede in un Dio che premia i buoni e punisce i superbi.

36

Il rapporto con la società contemporanea

L'oggetto principale della sua attenzione, più che l'individualità umana, risulta essere la collettività. Manzoni giudica la società violenta, piena di dolore e di male, volta a conquistare inutili beni terreni o a perseguire obiettivi effimeri come il potere o il prestigio. Proprio la società genera il male e tutti gli errori che vengono commessi ogni giorno. Secondo lo scrittore, se è possibile solamente fare dei torti oppure patirli, l'unica cosa che resta da fare alla fine è quella di allontanarsi dalla vita comune, estraniandosi dalla storia. Egli prende come metro di giudizio un altissimo ideale divino, assai rigido, rispetto cui ogni azione umana finisce per apparire piena di peccato. La sua partecipazione non troppo vivace alla vita sociale non è altro che la conseguenza di tali considerazioni.

Continua la lettura
46

Moralismo e liberalismo

La svalutazione delle istituzioni politiche tipica dell'umanitarismo settecentesco in lui si incontra con il suo personalissimo moralismo religioso. Manzoni non fa riferimento allo Stato come entità ma semplicemente distingue tra tra governanti e governati. A livello politico, Manzoni aderisce a un liberalismo moderato, anti-austriaco, che punta a un governo costituzionale e all'unificazione sotto i Savoia. L'aspirazione all'indipendenza si intreccia in modo evidente alle sue convinzioni religiose e all'impegno morale. Fin dall'adolescenza abbraccia i principi della Rivoluzione francese e la morte di Napoleone a Sant'Elena lo colpisce profondamente. Proprio da questo evento nascono poi "Marzo 1821" e "5 maggio".

56

La lingua italiana

Quella che possiamo definire come una costante nella vita di Manzoni è la riflessione su temi linguistici. Sono due, in particolare, le questioni che egli reputa decisive, ovvero quale lingua debbano parlare gli italiani e quale lingua è necessario che venga utilizzata in ambito letterario. Ai suoi tempi, infatti, mancava ancora una lingua comune italiana. L'idea rivoluzionaria di Manzoni è che fosse necessario sviluppare una nuova lingua comune e viva e che fosse proprio questa a dettare le leggi della lingua usata in letteratura. La sua soluzione finale è pertanto quella di utilizzare la lingua parlata in quel momento dalle persone colte di Firenze, che era l'unica ad essere considerata viva ed al tempo stesso impiegabile nella letteratura.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La colonna infame di Alessandro Manzoni: appunti

La letteratura è una materia molto importante perché accresce il nostro bagaglio culturale e ci permette di conoscere molte delle opere realizzate dai grandi artisti nel passato. Grazie ad internet, potremo trovare moltissime guide che ci aiuteranno...
Superiori

Manzoni: l'influenza del giansenismo

Il giansenismo nasce nel XVII secolo da Cornelis Jansen. Il movimento religioso, politico e culturale modifica le basi del cattolicesimo. Per l'ecclesiastico e teologo olandese l'uomo nasce tendenzialmente corrotto. Pertanto, per natura commette azioni...
Superiori

Gli Inni Sacri di Manzoni

Tra il 1812 e il 1815 Alessandro Manzoni scrisse quattro Inni Sacri: La Risurrezione, Il Nome di Maria, Il Natale, La Pentecoste. In seguito si impegnò nella stesura dell'Inno di Ognissanti, che lasciò incompiuto. Non sempre durante la formazione scolastica...
Superiori

Come fare un tema sulla figura di Don Abbondio

Quando bisogna scrivere un tema partendo dal nulla, il foglio bianco provoca spesso una leggera ansia. Qualora poi l'argomento da trattare dovesse riguardare una figura conosciuta, il timore potrebbe risultare ancora maggiore. Numerosi temi vennero redatti...
Elementari e Medie

Analisi de "Il Cinque Maggio"

Di poemi italiani ce ne sono tanti, ma uno dei più celebri è senza dubbio Il Cinque Maggio di Alessandro Manzoni. Il romanziere milanese, ricordato spesso solo per la sua opera più importante "I Promessi Sposi", ha invece scritto, oltre che romanzi...
Superiori

"I Promessi Sposi": l'innominato

Il celebre romanzo di Alessandro Manzoni offre interessanti personaggi tutti da scoprire e da studiare, per il loro ruolo all'interno dell'intreccio e per il loro simbolismo. La figura dell'Innominato, ad esempio, è una delle figure più famose del capolavoro...
Superiori

Il 5 maggio: analisi e commento

Alessandro Manzoni fu uno dei più grandi esponenti del romanticismo. Tra i testi più importanti dell'autore, si annovera senza dubbio la poesia lirica "il 5 Maggio". Questa ode venne scritta da Manzoni in seguito alla notizia della morte di Napoleone...
Superiori

Breve guida al romanticismo

Il Romanticismo è stato un movimento artistico, musicale, culturale e letterario sviluppatosi al termine del XVIII secolo in Germania. Preannunciato in alcuni dei suoi temi dal movimento preromantico dello Sturm und Drang, si diffuse poi in tutta Europa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.