Grammatica greca: il periodo ipotetico indipendente

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La grammatica greca è una delle materie più ostiche per gli studenti del liceo classico. Questo è vero soprattutto se non si hanno delle solide basi di grammatica italiana, con una scarsa conoscenza dell'analisi logica e grammaticale. Quando si va a studiare quella greca, quindi, si ha difficoltà e tutto appare incomprensibile. Il periodo ipotetico è uno degli argomenti più ostici. Infatti già in italiano spesso non si riesce a riconoscerlo per bene. Quando poi si passa al greco la situazione si fa davvero complicata. In realtà basta davvero poco per capirlo e, quindi, tradurlo in modo corretto. In questa guida ci soffermeremo, in particolare, sul periodo ipotetico indipendente.

27

Occorrente

  • dizionario greco-italiano
37

Tipologie di periodo ipotetico

Secondo la grammatica greca esistono 4 tipi di periodo ipotetico: della realtà, dell'eventualità, della possibilità e dell'irrealtà. Il periodo ipotetico della realtà indica una condizione certa. La premessa è vera e dunque anche la conseguenza è ritenuta certa. Il secondo tipo, il periodo ipotetico dell'eventualità, indica una relazione certa. La premessa è possibile e la conseguenza è necessaria e reale. Il terzo tipo, il periodo ipotetico della possibilità, indica invece una condizione che potrebbe verificarsi, ma non è certa e reale. Ovvero ipotizza una condizione possibile ma diversa dalla situazione attuale. Infine il quarto tipo, il periodo ipotetico dell'irrealtà, indica delle condizioni di impossibile realizzazione. Può riferirsi al passato oppure a qualcosa che non si può realizzare.

47

Il periodo della realtà

Vediamo ora come si traducono i diversi tipi di periodo ipotetico. Nel periodo ipotetico del primo tipo, quello della realtà, l'apodosi presenta tutti i modi e i tempi delle proposizioni indipendenti. La protasi, invece, può avere tutti i tempi ma solo del modo indicativo, ed è introdotta dalla congiunzione εἰ.

Continua la lettura
57

Il periodo del tempo

Per il periodo ipotetico del secondo tipo si deve considerare il tempo. Per un'eventualità presente o futura, l'apodosi va all'indicativo presente o futuro oppure all'imperativo. La protasi va al congiuntivo ed è introdotta dalla congiunzione ἐἆν. Per un'eventualità riferita al passato, l'apodosi presenta un tempo storico dell'indicativo, accompagnato o meno da ἄν. La protasi, invece, va all'ottativo ed è introdotta dalla congiunzione εἰ.

67

Il periodo della possibilità

Nel periodo ipotetico del terzo tipo, quello della possibilità, l'apodosi presenta tutti i tempi (presente, tempi storici e futuro semplice o perfetto) del modo ottativo ed è introdotta da ἄν. La protasi presenta le stesse modalità per quanto riguarda il verbo, quindi tutti i tempi dell'ottativo, ma è introdotta dalla congiunzione εἰ.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In greco troviamo spesso il periodo ipotetico misto, in cui protasi e apodosi appartengono a tipi diversi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come formare il periodo ipotetico in francese

Di questi tempi parlare due o più lingue è diventato di fondamentale importanza, soprattutto per le relazioni di lavoro e per chi vive e lavora all'estero. Non è infrequente infatti, soprattutto per le persone abituate a viaggiare molto, parlare più...
Superiori

Come Costruire Le Proposizioni Condizionali In Latino

Quando il professore o la professoressa di latino, ci assegna dei compiti di casa, riguardanti le proposizioni condizionali, e noi non sappiamo neanche cosa sono, non ci resta altro che studiare da soli l'argomento, tramite internet. Infatti, se il giorno...
Superiori

Come tradurre il periodo ipotetico in latino

All'interno di questa breve guida, ci occuperemo di lingue straniere e, per essere più precisi, a una lingua classica: il latino. Come potrete notare già leggendo il titolo della nostra guida, ora andremo a spiegarvi in pochissimi passi, e in maniera...
Superiori

Come fare l'analisi del periodo in latino

Eccoci qui pronti a proporre ai nostri lettori, che a scuola studiano il latino, un argomento che in questa lingua, mai passata di moda e di tempo, riscuote molto interesse ed anche importanza. Stiamo parlando del come poter fare l'analisi del periodo...
Lingue

Come Utilizzare Il Periodo Ipotetico Di 3° Tipo In Inglese

Nella lingua inglese il periodo ipotetico (conditional sentences) si forma con una proposizione principale, a cui segue una subordinata. Con il periodo ipotetico si possono esprimere differenti tipologie d'ipotesi o eventualità. Il periodo ipotetico...
Lingue

Come fare Il Periodo Ipotetico In Spagnolo

Finalmente abbiamo trovato il tempo di studiare le lingue! Che stiamo andando a scuola, oppure stiamo studiando da autodidatti con i libri o internet, o qualsiasi altro metodo di studio, questa guida vi insegnerà come fare il periodo ipotetico in spagnolo....
Lingue

Come costruire un periodo ipotetico in inglese

Il periodo ipotetico ha una struttura piuttosto difficile in italiano come in qualsiasi altro idioma. L'inglese non fa eccezione. La lingua anglosassone conta ben 4 periodi ipotetici, a seconda dei tempi e dell'azione. Per semplificare il concetto, ecco...
Lingue

Inglese: il periodo ipotetico

Il periodo ipotetico rappresenta quella struttura sintattica che indica, appunto, un'ipotesi oppure una congettura, nonché la conseguenza che essa comporta. In buona sostanza esso è formato da una proposizione principale, detta anche reggente, e da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.