Gli ammassi stellari

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando si parla di ammassi stellari si intende, nel campo della geografia astronomica, un raggruppamento di stelle piuttosto denso. Si tratta di un concetto piuttosto complesso ma sicuramente non difficile da capire. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, tutto quello che c'è da sapere su questo argomento.

24

I tipi di ammassi

Per prima cosa bisogna tenere a mente che gli studiosi suppongono che gli elementi (stelle) appartenenti agli ammassi stellari siano nati dalla stessa nebulosa, ragion per cui essi dovrebbero avere all'incirca tutte la stessa età e la stessa composizione chimica molto simile a quella del Sole. In astronomia è corretto parlare di ipotesi piuttosto che di "fatti" in quanto le teorie che caratterizzano questa scienza spesso non possono essere verificate da esperienze pratiche. Gli ammassi stellari si dividono principalmente in due categorie: gli ammassi globulari e gli ammassi aperti.

34

Gli ammassi globulari

Gli ammassi globulari sono nella maggior parte composti da un elevatissimo numero di stelle "vecchie", la cui età varia tra i 12 e i 20 miliardi di anni. Strutturalmente assumono una forma sferica da cui deriva l'aggettivo globulare. Possiamo trovare più di 160 ammassi globulari intorno alla Via Lattea, la galassia dove risiede il sistema solare. Ogni galassia possiede un numero più o meno vasto di "gruppi" di stelle in quanto la galassia è un insieme di stelle, ammassi, sistemi, gas e polveri. Alcuni ammassi sono visibili ad occhio nudo presentandosi come aloni chiari dai contorni non definiti. Tra i più luminosi troviamo Omega Centauri e 47 Tucanae. Tuttavia è possibile osservarli solo dall'emisfero australe mentre nell'emisfero boreale, dove si trova l'Europa, possiamo osservare il gruppo più luminoso che è rappresentato dall'Ammasso Globulare di Ercole.

Continua la lettura
44

Gli ammassi aperti

Gli ammassi aperti sono formati da stelle relativamente giovani e sono costituiti da un numero minore di elementi rispetto agli ammassi globulari in quanto le stelle sono più distanti tra loro. Inoltre essi non si trovano sul piano galattico ma sono esterni ad esso. Le stelle che formano un aggregato aperto sono anch'esse, rispettivamente, attratte dalla forza gravitazionale. Insieme riescono a ruotare attorno al nucleo della galassia ma, purtroppo, dopo circa mezzo miliardo di anni l'ammasso aperto, influenzato da fattori esterni, comincia a sfaldarsi. Trai più famosi ammassi stellari aperti vi sono Le Pleiadi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Appunti di geografia: le dorsali oceaniche

Tra gli appunti di geografia: le dorsali oceaniche sono particolarmente interessanti. Sappiate che le dorsali oceaniche si trovano sul fondo degli oceani. Solitamente provocano fenomeni sismici e vulcanici. La loro lunghezza si aggira intorno ai sessantamila...
Università e Master

Appunti di anatomia: il pancreas

Uno degli organi più importanti presenti nel nostro organismo è il pancreas. Il pancreas è una ghiandola di enormi dimensioni posizionata al di sotto del fegato e circondata in parte dal duodeno. È riconoscibile dalla sua specifica forma: si estende...
Superiori

Appunti di geografia astronomica: le stelle

Quella per le stelle e l'astronomia è una passione che coinvolge tantissime persone, tant'è che sono sempre di più coloro che si muniscono delle attrezzature adatte per l'osservazione del cielo. Per tutti i giovani appassionati, la buona notizia è...
Superiori

Scienze: la stratificazione delle rocce

La scienza della Terra è una disciplina che si occupa della morfologia, struttura interna e atmosfera del nostro bellissimo pianeta. Tuttavia succede di trovare qualche difficoltà nella comprensione di alcuni particolari argomenti. In questi casi sarà...
Superiori

Geografia astronomica: le galassie

Il cielo non va contemplato come un'entità reale, perché non ha forma e neppure dimensioni. Infatti, viene considerata una nostra illusione, dovuta alla nostra incapacità di percepire le distanze oltre una data profondità. Per questo è bene osservare...
Superiori

Scienze: il diagramma di Hertzsprung-Russell

Il diagramma di HertzSprung-Russel è un utilissimo "strumento" teorico per lo studio delle stelle. Esso infatti mette in relazione la temperatura effettiva (riportata sull'asse delle ascisse) e la luminosità (riportata sull'asse delle ordinate) delle...
Elementari e Medie

Scienze: la Via Lattea

Abbiamo tutti noi sentito spesso parlare della famosa Via Lattea, ma di che si tratta esattamente? Lo scopriremo in questa guida in cui, per spiegarne cos'è, parleremo approfonditamente di scienze. La Via Lattea, innanzitutto si presenta come una banda...
Superiori

La Via Lattea: breve descrizione

La Via Lattea è una galassia con forma tipica di spirale bloccata, molto simile a miliardi di altre galassie dell'universo. Descritta dagli antichi come un fiume o come un percorso, è stata visibile nei cieli dalla prima formazione della Terra. In realtà,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.