Francese: i verbi ausiliari

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I verbi ausiliari in francese sono molto simili a quelli della lingua italiana. Infatti, come per la lingua francese, i verbi ausiliari vengono utilizzati per definizione in combinazione ad altre voci verbali per dare uno specifico significato alla forma verbale stessa. Come per la lingua italiana, i versi ausiliari principali sono il verbo essere che in francese corrisponde al verbo Etre con l'accento ^ sulla prima "e" ed il verbo avere ovvero, Avoir. Entrambi sono soprattutto utilizzati nella formazione di voci verbali composte, come il passato prossimo e/o il trapassato prossimo. Con questa guida vedremo cosa sono i verbi ausiliari e vedremo anche come coniugare alcuni verbi in francese.

27

Il verbo Etre

Il verbo Etre. Il verbo etre, che per la lingua italiana corrisponde al verbo essere, viene utilizzato nei seguenti casi: Verbi pronominali, ovvero verbi che sono preceduti dalla particella pronominale "se", come ad esempio se lever, se reveiller. Verbi alla forma passiva, facendo particolare riferimento al verbo "Venire", che alla forma passiva viene sistematicamente sostituita dal verbo etre. Infine Verbi Intransitivi, di rientrano a fare parte la maggior parte dei verbi di movimento, come aller, partir, rester o entrer.

37

Il verbo Avoir

Il verbo Avoir. Esso rappresenta il secondo verbo ausiliare, che in francese viene molto spesso utilizzato per accompagnare la maggior parte delle voci verbali presenti. Essi accompagnano i Verbi Transitivi, i Verbi Impersonali come "il a plu" o "il a fallu" ed infine accompagna il verbo essere nei tempi composti, come ad esempio "J'a ete".

Continua la lettura
47

Eccezioni

Casi in cui etre e avoir possono essere usati entrambi. Esistono poi delle eccezioni in cui possono essere utilizzati entrambi i verbi ausiliari. Si tratta di verbi di movimento. Essi richiedono avoir quando sono transitivi, mentre richiedono etre quando sono intransitivi. Altri tipi di verbi come changer o commencer, che richiedono avoir quando esprimono un'azione, mentre richiedono etre quando esprimono uno stato.

57

Approfondimenti e curiosità

Approfondimenti e curiosità: I verbi ausiliari possono essere considerati dei verbi con una coniugazione particolare, in quanto non seguono le regole comuni di coniugazione dei verbi, come ad esempio l'aggiunta di suffissi specifici per ciascun gruppo di verbi. Essi, vengono coniugati con modalità e pronunce specifiche e non generalizzabili. Sono le principali voci verbali che si imparano nel momento in cui ci accingiamo allo studio della lingua francese. Le regole non sono difficili, bisogna avere solo un po' di pazienza e tanto studio.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come formare il passato prossimo in francese

Nella lingua francese, così come in quella italiana, l'utilizzo dei tempi verbali fa parte integrante di una corretta conversazione a livello orale. Il passato prossimo, ad esempio, si impiega piuttosto frequentemente in numerose frasi. In francese questo...
Lingue

Come Usare I Verbi Ausiliari Spagnoli

Nella seguente guida vi illustreremo come usare i verbi ausiliari spagnoli in modo corretto. A differenza dei modi verbali italiani questi verbi hanno due forme differenti che si usano in base alla frase. Ciò avviene sia per il verbo essere (ser/estar),...
Lingue

Cinese: i verbi ausiliari

I verbi ausiliari sono di fondamentale importanza. La loro funzione si indirizza all'attribuzione di un determinato significato alla forma verbale di una frase. Ciò avviene in combinazione dei verbi ausiliari con un altro verbo. L'utilizzo dei verbi...
Lingue

Arabo: i verbi ausiliari

La lingua araba fa parte alle lingue semitiche. L'arabo è parlato da circa duecentocinquanta milioni di persone in tutto il mondo. Esso crea però non pochi grattacapi alle persone che si vogliono approcciare ad essa, soprattutto per coloro che si affacciano...
Lingue

Portoghese: i verbi ausiliari

Per chi ha intenzione di studiare e di approfondire un po' la lingua portoghese, oltre a dover imparare decine e decine di vocaboli per una completa conversazione, è necessario imparare a capire e gestire i verbi ausiliari. Questi, infatti, sono molto...
Lingue

I verbi ausiliari in tedesco

La lingua tedesca presenta tre verbi ausiliari, a differenza dell'italiano che ha la forma essere ed avere: sein (essere), haben (avere) e werden (diventare). Imparare quali sono i verbi ausiliari del tedesco, è fondamentale per iniziare a comprendere...
Lingue

Gli ausiliari nella lingua inglese

Se stiamo pensando di imparare la lingua inglese, sicuramente per riuscirci dovremo imparare tutte le regole grammaticali per poter formulare in maniera corretta una frase, e allo stesso tempo dovremo conoscere anche la pronuncia per riuscire a dialogare...
Elementari e Medie

Inglese: i verbi irregolari

Una prima classificazione, anche se un po' approssimativa, dei verbi inglesi, potrebbe distinguerli in: regolari, irregolari e ausiliari. Come dice la parola stessa, i verbi irregolari sono tali poiché non seguono le regole "standard" quando si tratta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.