Filosofia: Nietzsche

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Friedrich Wilhelm Nietzsche è stato un filosofo, ma anche poeta, compositore e filologo, nonché saggista. Nietzsche ha avuto un’indiscutibile influenza sul pensiero letterario, filosofico e politico del suo secolo (‘900) e la sua filosofia è ancora considerata un modello attuale e provocatorio di riflessione. Nasce a Röcken, villaggio della Prussia meridionale, vicino a Lipsia, il 15 ottobre 1844, da Karl Ludwig, reazionario monarchico, e Franziska Oehler, figlia di un pastore. Nel 1864 si iscrive alla facoltà teologica dell'Università di Bonn in quanto desiderio della madre, ma questi studi li reggerà solo per una sessione e s'iscriverà poi alla corporazione tedesca "Franconia". Nel 1865 si iscrive all'Università di Lipsia per seguire le lezioni di filologia classica. È affascinato da Platone e Schopenhauer, filosofi che influenzeranno la sua produzione letteraria. Il 13 febbraio 1869, ottiene la cattedra di lingua e letteratura greca all'Università di Basilea. A 25 anni, chiede l'annullamento della sua cittadinanza in Prussia.

24

L’Anticristo

Nel 1888, Nietzsche, si trasferisce a Torino, dove scriverà “Il crepuscolo degli idioti”, “Ecce homo” e “L’Anticristo”, ma nel 1889 subisce il suo famoso crollo mentale. Il 3 gennaio è la volta della sua prima crisi di follia pubblica: mentre infatti si trovava in Piazza Carignano (vicino appunto a casa sua), vedendo il cavallo adibito al traino di una carrozza fustigato a sangue dal cocchiere, gli venne da abbracciare l'animale piangendo e baciandolo, poi cadde a terra in preda a spasmi, urlando.

34

Le cause

Le cause di questi suoi disturbi (quello narrato è stato solo il primo, seguito da numerosi episodi di schiamazzi fermati e ammoniti dalle polizia municipale) non sono del tutto chiare. Si è parlato di un disturbo bipolare del filosofo, molto frequente nella sua famiglia, che sarebbe poi degenerato in follia pura. La teoria più accreditata, però, era quella che dava per certa la presenza di danni neurologici, protratti fino ad uno stato simile alla paralisi progressiva. Secondo, invece, il medico Leonard Sax, Nietzsche aveva quasi sicuramente un meningioma, cioè un tumore benigno (oggi asportabile con successo), posizionato sul nervo ottico.

Continua la lettura
44

Il pensiero filosofico

La particolarità e l’unicità del pensiero di Nietzsche, ha da sempre generato interrogativi. Il suo pensiero filosofico rimane in bilico tra la negazione totale della cultura e del pensiero occidentale e la creazione di un nuovo sistema di valori che rimangono incentrati sulla figura dell'Oltreuomo. La sua filosofia è ancora oggi punto di partenza di molti spunti di riflessione, che in parte spiegano la difficoltà di Nietzsche di essere pienamente compreso nel suo tempo e la sua successiva riscoperta nel secolo successivo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La filosofia di Nietzsche in pillole

Friedrich Wilhelm Nietzsche è considerato uno dei più grandi filosofi di tutti i tempi. Di origini tedesche, nasce nel 1844 e muore nel 1900 all'età di 56 anni. Il suo pensiero e le sue riflessioni rientrano nelle cosiddette "filosofie della vita"...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Università e Master

Karl Marx e il capitalismo

Il filosofo Karl Marx, insieme ad alcuni dei massimi filosofi come Freud e Nietzsche, mise in discussione il concetto di verità dei filosofi precedenti e le loro argomentazioni. Karl Marx in particolare analizzò le verità economiche e il concetto di...
Superiori

Differenze tra Modernismo e Postmodernismo

Parlare di modernismo e postmodernismo non è affatto semplice, anche perché spesso le differenze sono minime. Il postmodernismo è un termine coniato nel 900 e che viene utilizzato in diversi ambiti culturali e commerciali. Infatti qualcuno potrebbe...
Maturità

Mappe concettuali per la maturità: idee

Gli esami della maturità sono vicini e ci si appresta a preparare tutto il materiale per l'ultimo step dell'esame: la prova orale. Per arrivare pronti alla prova orale bisogna avere bene in mente tutti i concetti e gli argomenti studiati durante l'anno...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
Maturità

Come impostare una tesina sulla musica

Quando ci si appresta alla stesura di una tesina di maturità, è necessario innanzitutto scegliere l’argomento principale adatto e capire quindi come impostare ciascuna materia ad esso. E’ preferibile optare per un tema originale, dal quale possiate...
Superiori

Pirandello e le ''maschere''

Pirandello, premio Nobel per la letteratura nel 1934, fu anche un appassionato lettore di Schopenhauer e Nietzsche. Nota a tutti è l'attenzione dedicata da quest'ultimo al tema della maschera, ma forse è meno conosciuto il fatto che anche Schopenhauer...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.