Filosofia greca in pillole

di Valerio Fioretti difficoltà: media

Filosofia greca in pillole Studiare la storia e la filosofia è il modo migliore per capire come il pensiero dell'essere umano sia cambiato ed evoluto in base agli eventi che ne hanno segnato i momenti più importanti, e le svolte epocali che ci hanno portato fino ad oggi. La filosofia ci consente inoltre di studiare il pensiero dell'uomo, che some si sa, con il tempo cambiato generando diverse scuole di pensiero e influenzando notevolmente la vita politica e pubblica delle persone. Tra gli eventi che più hanno influito sullo sviluppo della civiltà moderna e della cultura in generale, rientra il proliferarsi della civiltà greca antica. Il popolo ellenico è passato alla storia per la sua organizzazione sociale delle cosiddette polis (città), per la sua attenzione alle arti (dalla scultura, alla prosa, alla filosofia) e per la forza bellica che gli ha permesso di espandere i propri confini fino in Italia (la Magna Grecia).
Le lotte intestine tra Sparta ed Atene sono diventate celeberrime, i due stili di vita completamente contrapposti sono entrati nel gergo quotidiano e continueranno ad esserlo.
Questa guida si soffermerà principalmente sulla nascita, le tematiche e l'evoluzione della filosofia greca e su come essa ha influenzato il modo di pensare dei giorni nostri, esposta in pillole attraverso pochi semplici passaggi che vi introdurranno in questo affascinante mondo.

1 Il termine stesso filosofia ha un'etimologia che deriva dal greco e significa "amore per la conoscenza"; essa si occupa dell'esistenza dell'uomo, sul miglioramento delle condizioni della vita e indagare sull'origine dell'essere.
La filosofia antica ha vissuto varie tappe, la prima è definita come pre-socratica e comprendeva quelle teorie e pensieri sviluppatisi prima di Socrate. I principale esponenti di questa corrente appartenevano a quella che è stata denominata Scuola di Mileto.
I rappresentanti maggiori di questo periodo furono Talete (considerato il padre della filosofia), Anassimene e Anassimandro; al centro del loro pensiero c'era la ricerca dell'archè, l'origine di tutte le cose; secondo Talete era l'acqua, mentre altre correnti affermavano che fossero il fuoco, l'aria e la terra.

2 Un altro presocratico di notevole importanza fu Pitagora, il quale metteva come principio di base l'armonia dettata dai numeri; la sua dottrina ebbe notevole seguito nell'attuale Calabria nella città di Crotone.
La svolta si ebbe con l'entrata in scena di Socrate; lo studioso durante la sua attività svariò dalla ricerca del senso della vita, alla politica. Le tematiche del filosofo si basavano sul concetto del "so di non sapere", che sintetizzava al meglio la continua ricerca della conoscenza senza porsi limiti sapendo che c'era sempre qualcosa da imparare.

Continua la lettura

3 Allievo di Socrate fu Platone, che riprese gli insegnamenti del maestro ma li mutò, ponendo come base della sapienza l Idea, intesa come un'entità che l'uomo deve raccogliere ed a cui aspirare per potarsi da un livello superiore. 
Dalla scuola di Platone si formò, invece, Aristotele; le sue teorie si basavano sulla contrapposizione tra la materia e la forma.  Approfondimento Filosofia: il pensiero di Platone (clicca qui)
Secondo lui al centro dell'universo c'era Dio, unico e vero motore della vita e delle sue mutazioni.
Per approfondire meglio i concetti qui esposti è consigliabile munirsi di qualche testo di filosofia, oppure della biografia di qualche grande filosofo per conoscerne più in dettaglio la vita e il pensiero, accrescerete di certo la vostra cultura e le vostre conoscenze.
Alla prossima.

Letteratura greca: Epicuro La filosofia di Nietzsche in pillole Filosofia: il pensiero di Baruch Spinoza Appunti di filosofia: Platone

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli