Filologia romanza: appunti

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Quando qualcuno dice che studia Filologia Romanza, ci vengono in mente vecchi e polverosi testi in latino, caratteri incomprensibili e pagine e pagine di romanzi in lingue estinte. Certo la materia non è delle più semplici, tutt'altro. Ha tuttavia un innegabile fascino culturale. Vediamo allora di approfondire il tema della filologia romanza con degli appunti chiari e semplici.

26

Nascita della disciplina

La Filologia romanza rappresenta la branca della Filologia che si occupa delle lingue derivanti dal latino "vulgaris". Si parla pertanto delle cosiddette lingue neolatine. Tutto questo viene applicato allo sterminato campo del romanzo e si capisce subito come il panorama sia estremamente vasto e variegato. Tra l'altro la materia nasce nell'800 ad opera dello studioso Diez, il quale la limitò inizialmente al romanzo del medioevo. Oggi invece il filologo può occuparsi anche di scritti recenti e contemporanei! Per questo motivo gli studiosi si specializzano in settori, anche perché sarebbe davvero impensabile che conoscano tutto lo scibile. Così ci sono quelli che si occupano della parte italiana e i loro corrispettivi stranieri.

36

Sviluppo della disciplina

Ma come si sviluppò la disciplina? Innanzitutto vi era l'errore di interpolazione, per cui l'amanuense poteva aver inserito nel testo anche le note. Ancora, si poteva sbagliare semplicemente a scrivere una parola; a volte invece l'errore era più insidioso, proprio perché l'amanuense correggeva se stesso sbagliando, facendo diventare alla fine il testo incomprensibile rispetto all'originale. Ricordiamo che l'amanuense aveva il compito di ricopiare testi di altri scrittori che a noi non sono pervenuti.

Continua la lettura
46

Maggiori esponenti

Immaginiamo pertanto che confusione sarebbe sorta se l'amanuense avesse cambiato di sua iniziativa una parola che non lo convinceva stravolgendo così il senso dell'intera composizione. Fu proprio Diez che tentò di ovviare a questi problemi utilizzando il metodo di un altro studioso, Lachmann. Questa tecnica consisteva nell'applicazione della cosiddetta "legge di maggioranza", che a quanto pare era più attendibile. Si trattava in sostanza di utilizzare la "recensio" e la "emendatio". Per quanto riguarda il primo punto si doveva innanzitutto individuare le fonti del testo. In pratica si cercavano altri scritti dello stesso autore per una comparazione sistematica. In base a queste comparazioni si effettuava la emendatio, che non era altro che una correzione approfondita. I più famosi filologi italiani furono Contini, Pasquali, Barbi.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di filologia classica

Probabilmente vi sarà capitato di sentire parlare della filologia classica. L'oggetto di tale materia è lo studio dei documenti che nei tempi antichi sono stati scritti in lingua greca o latina. L'obiettivo è arrivare ad una interpretazione davvero...
Università e Master

Appunti di filologia dantesca

La filologia definita come l'arte o la dottrina che studia da un punto di vista scientifico i testi scritti. La parola è di derivazione e significa "amore per le lettere". La disciplina filologica è molto vicina alla critica dei manoscritti presi di...
Superiori

Pirandello: vita e opere

Luigi Pirandello fu uno dei più grandi scrittori e drammaturghi italiani del 1900. Pirandello introdusse un dualismo netto tra vita e forma: la vita (ossia la passione, la fantasia e gli istinti), è un flusso mobile in perpetuo divenire; la forma invece...
Università e Master

Introduzione alla filologia italiana

La Filologia è un complesso di studi che, muovendosi in vari settori e avvalendosi di differenti strumenti investigativi, aspira a una completa ed esauriente comprensione del testo stesso. Basandosi sempre su un attento esame critico di testi, documenti...
Superiori

Letteratura del XVIII secolo

La letteratura del 1700 si caratterizza per un approccio moderno ai problemi della scrittura; almeno nella prima metà del secolo i poeti e i romanzieri cercano di liberare la produzione letteraria dal marchio di disciplina non fondata scientificamente...
Superiori

La poetica di Giosuè Carducci

Giosuè Carducci nacque nel 1835 in Versilia. Durante gli studi condotti presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove si laureò in Filosofia e Filologia, dette vita alla "Società degli Amici pedanti", che criticava il Romanticismo e sperava nel...
Superiori

Appunti di epigrafia greca

L’epigrafia (parola derivante dal greco “sopra” e “scrittura”) rappresenta una disciplina ausiliaria particolarmente connessa all'archeologia. Il proprio studio è fondato sulla lettura e sull'interpretazione degli epigrafi (iscrizioni che gli...
Università e Master

Appunti di letteratura francese

La storia della Letteratura Francese, si potrebbe dire, che cominci tra il XII e il XIII secolo con un genere letterario che si sviluppò inizialmente nel Nord della Francia, le cosiddette "canzoni di gesta" (chanson de geste), dei componimenti realizzati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.