Diritto: l'accompagnamento coattivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nel diritto, l'accompagnamento coattivo è un atto di carattere giuridico in cui un Autorità Giudiziaria (Giudice o Pubblico Ministero) costringe, anche con la forza, un individuo a presentarsi davanti al Giudice anche se contro la propria volontà.
Nei prossimi passi verrà spiegato nel dettaglio come viene regolata nel diritto la procedura, quali sono i soggetti su cui può ricadere e verranno indicati i precisi riferimenti alle norme del codice penale in cui esso è contenuto.

27

Occorrente

  • Codice di procedura penale (Artt.132,376,399,490 c.p.p)
37

Regolamentazione della procedura

L' Autorità Giudiziaria attua la procedura di accompagnamento coattivo attraverso un decreto che deve essere motivato e deve rientrare nei soli casi stabiliti dalla legge (in particolare del codice penale).
Questa procedura può essere eseguita solo ed esclusivamente dalla forza pubblica su mandato delle autorità giudiziarie.
Le condizioni di durata del provvedimento sono di due tipi: l'individuo è tenuto a rimanere a disposizione delle autorità fino alla conclusione dell' atto se necessario, ma questo periodo di tempo non puo superare le 24 ore, in ogni caso.

47

Obblighi dell'individuo

Nell' atto pratico, il soggetto riceve una raccomandata con ricevuta di ritorno o una lettera notificata dall' ufficiale giudiziario in cui viene indicato all'individuo di presentarsi nell'aula di tribunale designata in cui è in corso il processo.
In questo caso il soggetto è obbligato a presentarsi in aula, pena il trasporto coattivo disposto dal giudice e attuato dalla forza pubblica (e qui deriva il nome accompagnamento coattivo).
Questo è un modo per far sì che il giudice possa operare senza ostacoli e senza rischi di inquinamento di prove o pressioni esterne.

Continua la lettura
57

Soggetti su cui può ricadere l'accompagnamento

L' accompagnamento coattivo ordinato dal giudice può riguardare i seguenti soggetti: un testimone, un imputato, un perito, un consulente tecnico, un interprete o il costude incaricato di sorvegliare gli oggetti sequestrati facenti parte di quel processo che possono tornare utili durante il proprio svolgimento.
L'Autorità Giudiziaria utilizza questo procedimento perché ritiene di notevole importanza la presenza del soggetto chiamato (qualunque esso sia).
Nel qual caso il soggetto non possa presentarsi per fondate ragioni (come lavoro o malattia), il giudice può disporre l'accompagnamento coatto alla sezione della causa successiva tramite le forze dell'ordine.

67

Articoli a cui fa riferimento l'accompagnamento coattivo

Gli articoli in cui viene contemplato l'accompagnamento coattivo sono: art. 132, art. 376, art. 399, art. 490 del codice di procedura penale.
In particolare nell' articolo 132 viene specificato quello che è già stato detto nei passi precedenti.
Mentre l'articolo 376 indica la possibilità del Pubblico Ministero di richiedere questa procedura negli atti di interrogatorio o confronto durante le indagini preliminari, ovviamente sempre autorizzato dal giudice (GIP).
L'articolo 399 invece dà la possibilità al giudice dell' udienza preliminare (GUP) di ordinare l'accompagnamento coattivo qualora il soggetto non si presenti in aula anche se necessaria la sua presenza.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di dubbi rivolgersi ad un avvocato (questo articolo non ha la pretesa di essere esaustivo sull'argomento)
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Processo civile: giurisdizione

Questa guida fornirà qualche delucidazione sulla giurisdizione dello Stato italiano. Molte leggi sono state scritte per la tutela dei cittadini, ma capita spesso di non comprenderle adeguatamente perché, per chi non è nel ramo, non è una cosa semplice....
Superiori

Bocciatura: come contestarla davanti al giudice

Negli anni passati, lo scrutinio finale deciso dal consiglio dei professori e dal preside, veniva accettato dalle famiglie, che si rimettevano nelle mani dei docenti e della loro professionalità. Negli ultimi anni invece, si è andata a creare una disistima...
Superiori

Diritto: l'incapacità di agire

In diritto vengono contraddistinte come incapaci di agire le persone che trovandosi in diversi tipi di situazioni, fisiche, mentali, sociali, non sono in grado di occuparsi della propria situazione giuridica. Questa incapacità di agire, che può dipendere...
Superiori

Appunti di diritto: definizione di legittimato

Per definizione, il legittimato può procedere per legge contro un imputato. Tale presupposto sussiste in un qualsiasi processo (civile, penale, tributario) con un capo di imputazione attivo o passivo. Il primo caso, si definisce legittimazione sostanziale...
Università e Master

Diritto dell'affiliazione e dell'affidamento

Il diritto è una materia fondamentale che possiamo studiare in maniera approfondita in alcune università. Il diritto ha diverse ramificazioni, in questo caso approfondiremo meglio il concetto di diritto dell'affiliazione e dell'affidamento. Questo tipo...
Superiori

La funzione di inchiesta del Parlamento

La Costituzione della Repubblica affida al Parlamento italiano l'esercizio di quattro funzioni: quella legislativa, di controllo politico, di indirizzo politico e la funzione di inchiesta. Le quattro funzioni vengono svolte da entrambe le Camere, in...
Università e Master

Diritto della denunzia di nuova opera e di danno temuto

Le azioni di denunzia di nuova opera e danno temuto, dette anche azioni di "nunciazione", sono inquadrabili nell'ambito dei procedimenti cautelari, ovvero quei procedimenti volti ad evitare un pregiudizio ed a fornire tutela ad un soggetto, ancor prima...
Università e Master

Diritto delle persone fisiche

Il diritto delle persone fisiche è un tema fondamentale per gli studenti di giurisprudenza (o per chi affronta lezioni di diritto alle scuole superiori). Ecco dunque perché ho deciso di scrivere questa semplice ma interessante guida: in questo articolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.