Diritto della denunzia di nuova opera e di danno temuto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le azioni di denunzia di nuova opera e danno temuto, dette anche azioni di "nunciazione", sono inquadrabili nell'ambito dei procedimenti cautelari, ovvero quei procedimenti volti ad evitare un pregiudizio ed a fornire tutela ad un soggetto, ancor prima che ne sorga la necessità. Ad azionare questo diritto può essere il proprietario del bene posto in pericolo, il semplice possessore, ovvero chi vanti su di esso un diritto reale.

26

Occorrente

  • Un avvocato che rediga l'atto di denunzia
36

Denunzia di nuova opera

Il codice civile consente a chi vi abbia interesse di denunciare al giudice che la costruzione di una nuova opera è stata iniziata sul fondo proprio o altrui, se ci siano i presupposti affinché da quella costruzione possa derivare un futuro danno ai propri beni. Requisito principale, quindi, di questa azione di denunzia è il carattere di novità dell'opera rispetto all'assetto originario dei luoghi. Deve trattarsi, inoltre, di un'opera non ancora conclusa, ma solo intrapresa. Rientrano nella nozione di nuova opera anche le ricostruzioni o ristrutturazioni di edifici già esistenti, una piantagione, uno scavo, purché sia stata l'attività umana ad apportare modifiche ai luoghi.

46

Termine per la denunzia di nuova opera

L’azione però ha un limite molto stringente. Deve essere esercitata entro un anno dalla data di inizio dei lavori, a prescindere dalla loro conoscenza da parte del danneggiato, fatta salva l'ipotesi in cui i lavori siano stati svolti clandestinamente, nel qual caso il termine decorre dalla cessazione della clandestinità. Nel caso in cui il giudice accolga la denunzia di nuova opera, disporrà di eliminare il pericolo con un'ordinanza di sospensione dei lavori, per evitare che l’attività pericolosa produca un danno vero e proprio. Non spetta, pertanto, al giudice valutare e giudicare la legittimità o meno dei lavori, bensì solo la loro potenziale idoneità alla causazione di un pregiudizio.

Continua la lettura
56

La denunzia di danno temuto

Per quanto riguarda la denunzia di danno temuto, invece, l’art. 1172 del codice civile fa riferimento ad una semplice situazione di fatto, dalla quale possa derivare un futuro danno. I soggetti legittimati ad agire sono gli stessi dell'azione di nuova opera, mentre la differenza rispetto a tale istituto sta nel fatto che il danno temuto prescinde dall'attività dell'uomo e riguarda il rapporto tra due beni oggettivi, uno dei quali, sebbene già esistente nell'assetto originario dei luoghi, metta in pericolo l'altro. In un certo senso, anche nella fattispecie di danno temuto, l'attività dell'uomo rientra in forma omissiva, poiché solo il mancato rispetto, da parte del proprietario, degli obblighi di manutenzione di un bene, può causare una situazione di pericolo di danno. Il provvedimento del giudice, quindi, in questo caso sarà costituito da un'ordinanza con la quale verrà inibita la continuazione di un comportamento omissivo, ovvero l'adozione di misure preventive. In altre parole, sarà ordinato di intervenire per provvedere ad eliminare le potenzialità dannose di un bene.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tutelare diritti è importante di per sé, mentre le questioni di orgoglio e principio non attengono al diritto ma alla morale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Le città più importanti dell'antica Grecia

Nel passato la Grecia è stata una delle più importanti civiltà del Mediterraneo, culla dei più grandi filosofi, artisti e poeti dell'antichità. Ancora oggi rimane l'esempio ideale per tutti coloro che si occupano di belle arti, nonché studiata in...
Università e Master

Come superare l'esame di diritto commerciale

L'esame di diritto commerciale è da sempre croce e delizia per i tanti studenti che studiano alla facoltà di legge così come per gli studenti di economia per i quali questo esame rappresenta in molti casi uno scoglio insormontabile a causa della sua...
Maturità

8 consigli per prepararsi alla maturità

Ogni estate tantissimi ragazzi si preparano per affrontare il tanto temuto esame di maturità, un esame che conclude il percorso di studi delle scuole superiori e al termine del quale ogni ragazzo riceverà il diploma. Il periodo di preparazione all'esame...
Università e Master

6 cose da fare prima di un esame

Sostenere un esame è sempre una grande sfida. Sia che si tratti di un esame universitario, sia che si tratti dell'esame di scuola guida, occorre rispettare alcune regole molto importanti. Esse permetteranno di arrivare alla prova con maggiore serenità....
Maturità

Come calcolare il punteggio dell'esame di maturità

Ciò che andremo a sviluppare nei passi che comporranno questa guida, che per la precisione saranno tre, si dedicherà all'esame di maturità. Questo è un periodo perfetto per trattare questo tema, dato che ci sono stati gli esami scritti pochi giorni...
Elementari e Medie

Come gestire una classe ribelle

Tantissimi insegnanti sono alle prese con ragazzi difficili; spesso sono proprio gli insegnanti ad essere le vittime designate dai ribelli. Comunque bambini e ragazzi difficili sono gestibili in quanto tali. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni...
Università e Master

Come prepararsi per l'esame di microeconomia

Gli esami universitari sono generalmente piuttosto complicati da affrontare se non si studia nella maniera corretta e con metodo. Uno degli esami maggiormente temuti dagli studenti è senza dubbio quello di microeconomia. Nella seguente guida pertanto...
Università e Master

Come preparare l'ultimo esame universitario

Gli esami universitari generalmente sono piuttosto difficili, soprattutto se si tratta di una facoltà complessa. Tuttavia è l'ultimo esame universitario a mettere in crisi lo studente, in quanto esso rappresenta l'ultimo scoglio da superare prima di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.