Come visualizzare Le Linee Di Forza Di Una Calamita

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In questa semplice ed esauriente guida impareremo a realizzare un esperimento molto particolare e nello stesso tempo molto facile da mettere in pratica. In buona sostanza, durante tale esperimento saremo in grado di visualizzare le linee di forza del campo magnetico di una calamita. Un volta che si avrà acquisito una maggiore esperienza, sarà successivamente possibile ripetere questo esperimento utilizzando calamite di varie forme. Ecco, pertanto, come procedere per poter visualizzare le linee di forza di una calamita ed osservarle concretamente.

25

Occorrente

  • calamita, foglio di carta, lastra di compensato o di vetro, limatura di ferro
35

Per prima cosa è necessario reperire delle calamite inutilizzate di varie forme, che generalmente ciascuno possiede nella propria abitazione. La migliore cosa possibile sarebbe quella di cominciare da una calamita a forma di barra, in modo tale da riuscire a visualizzare un semplice campo magnetico dipolare. Come tutti sanno, ogni calamita presenta un polo positivo ed uno negativo. Inoltre sono presenti anche le cosiddette linee di forza, che andremo a visualizzare in questa guida. Esse escono da un polo ed entrano nell'altro, un po' come avviene nel campo magnetico terrestre. È opportuno tenere presente che quando si parla di polo non ci si riferisce ad un'entità materiale, dal momento che si tratta esclusivamente di un concetto che viene utilizzato per descrivere dei magneti.

45

A questo punto, il prossimo procedimento consiste nel cercate di reperire della limatura di ferro. È possibile provare a reperirla da un fabbro, in una ferramenta, oppure in un negozio di articoli per la casa ed il fai da te. Generalmente è abbastanza facile procurarsela. Occorre prenderne un sacchetto pieno, se possibile, in modo tale da poterne avanzare per poi utilizzarla per altri esperimenti che potranno essere svolti in seguito. Una volta tornati a casa, è necessario prendere una sottile lastra di vetro, oppure un sottile foglio di compensato. Quindi al di sopra di quest'ultimo, si deve mettere un semplicissimo foglio di carta bianco. A questo punto è necessario porre la lastra al di sopra della propria calamita, dopo aver collocata quest'ultima sopra un tavolo.

Continua la lettura
55

Successivamente si deve prendere la propria limatura di ferro, la quale dovrà esser fatta cadere, spargendola molto delicatamente con la mano, sopra il foglio, proprio in corrispondenza della calamita. Di tanto in tanto si devono dare dei leggeri colpettini al foglio di compensato oppure di vetro, a seconda di quale tipo di materiale è stato scelto per svolgere questo esperimento. Poi, dal momento che ciascuna delle schegge si comporta esattamente come se trattasse di un piccolissimo ago magnetico, ci si accorgerà che la limatura di ferro verrà disposta secondo delle linee intorno alla sagoma della calamita. Inoltre è possibile riscontrare che le linee sono in ogni punto assolutamente tangenti rispetto alla direzione del campo magnetico, e la loro densità è direttamente proporzionale all'intensità del campo magnetico stesso. L'esperimento per visualizzare le linee di forza di una calamita può, pertanto, considerarsi concluso. Il tutto potrà essere ripetuto molte altre volte, per riuscire a prendere una maggiore dimestichezza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come fare l'esperimento di Oersted

Il XIX secolo fu decisivo per le grandi scoperte scientifiche ed in particolare per l'elettromagnetismo. Elettricità e magnetismo rappresentavano un enorme passo avanti nella conquista del mondo. In questo lasso di tempo, nacquero diverse invenzioni...
Superiori

Come generare un campo magnetico

Un campo magnetico è un campo di forze invisibili che viene generato nello spazio dal moto di una carica elettrica o da un campo elettrico variabile nel tempo. La sua unità di misura è il Tesla e si tratta di un campo vettoriale, ossia possiede un'intensità,...
Università e Master

Come effettuare la misurazione del campo magnetico terrestre

L'astrofisica è una materia davvero affascinante, con tante sfaccettature ed un universo interamente da scoprire. Ovviamente prima di cominciare a studiare le stelle, occorre partire dalle basi. Ad esempio è molto importante imparare a misurare il campo...
Università e Master

Cosa è l'effetto Hall

L'effetto Hall prende il nome dal fisico statunitense Edwin Hall, che nel 1879 riuscì a scoprire e a comprendere il fenomeno galvano-magnetico. Tramite esso tuttora si riesce a determinare il segno dei portatori di carica e la loro concentrazione, in...
Superiori

Chimica: sistemi omogenei ed eterogenei

In chimica, per "sistema" si intende una porzione di materia con un preciso comportamento chimico oppure fisico. In base alla struttura si classificano sistemi omogenei ed eterogenei. Per comprendere meglio il concetto, definiamo anche la fase di un...
Superiori

Differenze tra decreto legge e decreto legislativo

In questo tutorial di oggi, vogliamo spiegarvi, mettendo in risalto, le differenze principali tra decreto Legge e Decreto Legislativo. Oltre alle normali leggi, la Costituzione della Repubblica Italiana, si avvale anche del Decreto Legge e del Decreto...
Università e Master

Appunti di geomorfologia

La morfologia è una disciplina che studia la forma e la composizione storica della Terra. È un ramo di geografia fisica che indaga l'origine, l'evoluzione e i cambiamenti nella superficie terrestre.Altre discipline che completano lo studio della Terra...
Superiori

Metodi per determinare i punti cardinali

Chi si avventura in esplorazioni, sia in mare sia via terra, sa benissimo quanto sia importante conoscere delle tecniche di orientamento. Il problema principale è quello di trovare i punti cardinali e capire la direzione del nord. Anche se non si dispone...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.