Come verificare che le piante si muovono

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Tra i primi a notare che le piante fossero degli esseri viventi a tutti gli effetti fu Darwin, il quale osservandole ne rimase affascinato tanto da compierne degli studi. Anche le piante dunque sono si muovono e il loro motore propulsore è la luce. Le piante unicellulari ad esempio sono libere di spostarsi nell'acqua, mentre quelle ben radicate al suolo si orientano verso la luce o si avviluppano attorno a un sostegno, dimostrando in sostanza di reagire fisicamente, seppur con una certa lentezza a stimoli luminosi e chimici. Ma vediamo com'è possibile verificare direttamente che le piante compiono dei movimenti, seguite i passi della guida.

27

Occorrente

  • Un bicchiere piuttosto grande, semi di fagiolo, un foglio di carta assorbente, cannucce per bibita, cotone idrofilo, acqua.
37

È chiaro che il maggior numero dei vegetali cresce radicato al terreno, pertanto quando si pensa al movimento vegetale non si devono focalizzare degli spostamenti fisici da un luogo a un altro, ma dei movimenti vegetativi e millimetrici molto lenti. Vi suggeriremo un semplice esperimento che vi permetterà di constatarlo in prima persona.

47

Procedete così: rivestite l'interno di un bicchiere con un foglio di carta assorbente e riempitelo di cotone. Sistemate tre o quattro semi tra la carta assorbente e il bicchiere e versate l'acqua, evitando però di coprire i semi. Mettete il bicchiere in un luogo buio e al riparo dalla luce per almeno una settimana e assicuratevi che in questo arco di tempo la carta rimanga sempre umida. Quando i fusti saranno sufficientemente cresciuti inserite delle cannucce nel bicchiere, collocandole in modo tale che siano vicine ai fusticini.

Continua la lettura
57

Attendete ancora qualche giorno e iniziate le vostre osservazioni. Ciò che veramente caratterizza le piante e permette di distinguerle nettamente dagli animali è il fatto che, a differenza di questi ultimi, esse sono organismi autotrofi, i soli cioè capaci di effettuare la fotosintesi clorofilliana. Questo crea una scala di dipendenza del regno animale da quello vegetale.

67

Ma le palesi dimostrazioni della chiara capacità di movimento delle piante sono visibili anche in altre circostanze naturali. Ad esempio una piantina in vaso crescerà rivolgendo le sue voglie verso la fonte luminosa più vicina. Questo effetto si verifica in seguito alla presenza dell'auxina sulle foglie e sul fusto che però si addensa in particolare nelle zone d'ombra della pianta in modo da stimolare la crescita di queste parti.

77

Altra prova della percezione delle piante è data anche dalla loro capacità di radicarsi al terreno, riuscendo sempre a dirigere la loro punta verso il cielo e le radici perpendicolari al suolo, questo fenomeno è la risposta alla capacità di avvertire la forza di gravità da parte della pianta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica: la teoria cinetica della materia

Gli stati di aggregazione sono proprietà macroscopiche della materia che possono essere colte dai nostri sensi senza l'aiuto di strumenti. Esse trovano la loro spiegazione, come sempre in chimica, al livello nanoscopico. La teoria che interpreta gli...
Superiori

Fisica: il moto dei pianeti

In ordine di distanza dal Sole, i pianeti del Sistema solare sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte (chiamati pianeti interni, o terrestri, perché presentano caratteristiche che sono simili a quelle del nostro pianeta), Giove, Saturno, Urano, Nettuno (detti...
Superiori

Come calcolare l'ascissa curvilinea

In fisica, spesso si utilizzano delle funzioni matematiche per descrivere degli specifici movimenti o forze che agiscono in diverse maniere. Per spiegare tali concetti abbiamo assolutamente bisogno di funzioni ed equazioni di riferimento. Prendiamo come...
Superiori

Come Calcolare L'Effetto Doppler

Molti di noi avranno sentito parlare dell'effetto doppler, continuandosi a chiedere che cosa sia. In questa piccola e semplice guida vi spiegherò in cosa consiste questo fenomeno e come si può calcolare. L'effetto Doppler è un fenomeno fisico che consiste...
Superiori

Come si generano i Monsoni

In inverno la Terra è più fredda del mare, quindi la densità e la pressione dell'aria sopra la superficie terrestre è più alta; di conseguenza, il vento scorre dalla Terra al mare. In estate, invece, la situazione si inverte, ovvero la Terra è più...
Università e Master

Come calcolare la quota di un satellite geostazionario

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come calcolare la quota di un satellite geostazionario. Esso è un calcolo veramente interessante. Per essere più precisi vi andremo ad indicare quale è la quota alla quale orbita un satellite in orbita geostazionaria....
Superiori

Come calcolare i livelli energetici dell'atomo di ferro

La chimica risulta spesso essere una materia ostica per la maggior parte degli studenti e li mette spesso in crisi durante gli studi. Quando si studia la configurazione elettronica degli atomi si cerca di capire la disposizione degli elettroni ed il loro...
Superiori

Come calcolare il centro di gravità

Il centro di gravita' (detto anche o baricentro) consiste nel punto in cui è possibile immaginare concentrato il peso di un corpo. Quando due oggetti vengono attratti dalla forza gravitazionale, si muovono circondandosi l'uno con altro, girando intorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.